Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    15 luglio 2019
Home >
Login
User

Password
Recupera password 
 

RUBRICHE

 



Priorità 6

Questa rubrica editoriale è scritta in sardo per due ragioni: la prima è che questa redazione crede nel valore e nell'importanza della lingua per raccontare la Sardegna di oggi; la seconda è che la Regione sarda, dal 1998, con l'articolo 14 della legge regionale 26/1997, sostiene gli investimenti degli editori finanziando progetti di traduzione e produzione in lingua sarda nei mass media. 

In questi anni è stato fatto molto. Le TV, le radio, i giornali (cartacei e on-line), hanno partecipato al progetto regionale e hanno dato un importante contributo alla politica linguistica, dandole la forza di restare viva nella società sarda.

Ma in queste ultime settimane è successo veramente di tutto:  sono nati nuovi comitati a sostegno della lingua sarda, sono state fatte proposte in Consiglio regionale, è stato detto molto sul ruolo della scuola e dell'università, e allo stesso tempo si è conclusa (dopo 9 anni)  l'esperienza del direttore del Servizio Lingua e Cultura Sarda della RAS. Quindi è lecito chiedersi cosa succederà ora. Ora che l'Ufficio lingua sarda della Regione è restato senza una guida, ora che i capitoli di bilancio inerenti la lingua sono stati azzerati, ora che la priorità della lingua sarda è passata, nella classifica regionale, al numero “6”, ovvero l'ultimo. Per il sardo, come per ogni cosa della vita e dell'amministrazione di ciò che appartiene a tutti, bisogna saper decidere. È ora di smetterla con l'atavica incertezza e avere il coraggio di prendere una via certa verso il futuro. Dica, quindi, la Regione cosa vuol fare della lingua sarda. La teoria cosmica di Buridano è stata superata da tempo. Il suo povero asino, vinto dall'incertezza sulla balla di foraggio dalla quale cibarsi, alla fine morì.

 


 
Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
15-07-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=rubriche&id=44