Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    20 ottobre 2017
Home >
Login
User

Password
Recupera password 
 

RUBRICHE

 



Sciola e la genesi della "sua" Turandot

Pinuccio Sciola è tornato al Teatro Lirico di Cagliari. La sua arte fa mostra di sé e aleggia, più vitale che mai, nel foyer di platea, fino al prossimo 15 maggio, nell’allestimento di “Genesi della Turandot”, esposizione  che omaggia il grande artista di


Arrivederci, professore

Un altro pilastro della cultura sarda contemporanea se n'è andato. Dopo la scomparsa di Pinuccio Sciola, quella di Giulio Angioni, antropologo rigoroso di fama internazionale e fine scrittore, romanziere e poeta. Un'altra grave perdita, e non vuole essere retorico sottolinearlo. Angioni &egr


VOCI ALTE (Diario di viaggio dal “Cabudanne de sos Poetas”)

Voci alte. Sono quelle che sono risuonate fra i vicoli di pietra di Seneghe, che da dodici anni accoglie il Cabudanne de sos Poetas, il Settembre dei Poeti. Voci alte, regalate dalla poesia, ma non solo. Tutto “A voce alta”, il titolo e il fil rouge che hanno contraddistinto l&rsquo


LA LUNA E LA PIETRA

La scomparsa, dolorosa, di Pinuccio Sciola ha lasciato attoniti, senza parole. Troppo semplice, fin troppo facile, dire ora che ha lasciato nella cultura, non sarda ma universale, una voragine impossibile da riempire. All'inizio è stato il momento del silenzio. Quello, sacrale, di ammira


La luna e la pietra

La scomparsa, dolorosa, di Pinuccio Sciola lascia attoniti, senza parole. Troppo semplice, fin troppo facile, dire ora che lascia nella cultura, non sarda ma universale, una voragine impossibile da riempire. E' il momento del silenzio. Quello a cui invitano le sue opere. E nel silenzio che l'arte su


Dei ragazzi, solo dei ragazzi...

Vent'anni fa nasceva a Cagliari "Monumenti Aperti". Ma la manifestazione cominciò a maturare un bel po' di tempo prima, quando cinque ragazzi, Armando Serri, Vito Biolchini, Massimiliano Messina, Massimiliano Rais e Giuseppe Crobu, decisero nel 1993 di dare vita all'associazione Ipogeo.Gianfr


"Gli uomini vuoti"

“Siamo gli uomini vuoti / Siamo gli uomini impagliati…”. Così si apre la poesia “Gli uomini vuoti”  di Thomas Stearns Eliot. E paiono essenze senza terra, "impagliate", i personaggi che animano “Nord Nord Ovest”, lo spettacolo andato in scena al


Così lontani, così vicini...

Così lontani, così vicini. Quando ci si mette la musica… non esistono confini. Due star della musica nostrana, una, icona, da sempre, l’altro lo è diventato, da meno tempo, ma lo è, e pure a livello internazionale. Cantante l’una, musicista l’altr


“De distopica societate”

Straniante. Un apologo, ruvido e angoscioso per la mente quanto basta, su una immaginaria (?) società dominata da una glaciale distopia degli oggetti. Una società che da utopica diventa distopica, appunto, certamente non auspicabile. Cento cose ciascun essere umano può possedere


Desiderare Cagliari

Una piccola sfera, magica, di cristallo, un pianoforte calato nelle atmosfere retrò della Biblioteca Universitaria, effetto flou, ralenty, e appare Cagliari: il Poetto, la Sella del Diavolo, le lagune, il volo dei fenicotteri. E la Cattedrale, la Torre dell’Elefante, il Bastio


Ci sono 58 risultati.       Pagina: 1 2 3 4 5 6

 
Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2017 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
20-10-2017
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=rubriche