Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    15 novembre 2019
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


OPERA SOLA

MARIA LAI

Continua il concept Opera Sola alla Galleria Comunale d’Arte di Cagliari. E prosegue con Maria Lai, secondo appuntamento del filone individuato da Paola Mura, direttrice dei Musei Civici di Cagliari, dedicato questa volta alla grande artista ulassese in occasione del centenario della sua nascita.

Dopo “Donne al setaccio” (1958-60), un importante inedito dell’Archivio Maria Lai, presentato al pubblico lo scorso 10 febbraio, è stata la collaborazione con Magazzino Italian Art Foundation a portare a Cagliari le due opere dal titolo “Telaio” e “Armi di Pace”, riunite nell’allestimento, così come la stessa Maria Lai aveva disposto nella sua residenza cagliaritana ed esposte alla Galleria Comunale d’Arte nella sala dedicata fino al 29 settembre.

Il Telaio firmato e datato nel 1972 unisce al legno e all'acrilico piccoli oggetti di recupero dove si alternano sottili stecche di legno, palette e bastoncini di gelato dipinti che scandiscono ritmi verticali all’opera completata da delicati petali colorati che l’artista inserisce in un lavoro che appare vivace e ironico. Le Armi di Pace si presentano come delle lunghe lance in legno con la parte terminale in terracotta. Tutti gli esemplari differiscono nella parte lignea, ma sono uguali nella parte in terracotta, che presenta una decorazione a stampo con motivo a spiga, presente in altre opere della sua produzione, come simbolo di fecondità.

A seguire, dal 12 ottobre e fino all’8 dicembre, protagonista del progetto Opera Sola sarà “Veduta di Cagliari”, un acquarello del 1952, raffigurante la città in cui Maria Lai visse, in prestito anche in quell’occasione da Magazzino Italian Art Foundation, la prestigiosa Fondazione statunitense situata nella vallata dell’Hudson ad un’ora da New York, che completa un percorso circolare che vede collaborare nel nome dell’artista sarda le istituzioni dei due continenti.
La fine della mostra coinciderà con il ritorno in Galleria Comunale d'Arte del “Telaio”, attualmente in prestito al MAXXI di Roma per l'esposizione “Tenendo per mano il Sole”.
Ogni appuntamento è accompagnato nella parte introduttiva alla sala dai video con interviste all’artista di Francesco Casu, videomaker cagliaritano che con la Lai ha costruito negli anni un importante sodalizio professionale.  


OPERA SOLA

Il concept, giunto al suo secondo anno, è il nome di una sala e di un progetto espositivo nato sulla base di una riflessione di Umberto Eco, inaugurata nel 2017 con “Cariatide” di Amedeo Modigliani, che si sposa straordinariamente col pensiero di Maria Lai riferendosi alla sua idea di stanza dell'arte, esposta dalla stessa artista in occasione della laurea Honoris causa assegnatale dall’Università di Cagliari nel 2004.
I Musei Civici di Cagliari propongono con Opera sola Maria Lai un percorso di conoscenza della grande artista che, per tutto l’anno, espone a rotazione, in ogni stagione, un'opera corredata da un ricco apparato di approfondimento, mettendo in luce aspetti meno noti o inediti dell'arte e del pensiero di Maria Lai (1919–2013) e del contesto in cui operò, attraverso una rilettura della collezione permanente della Galleria Comunale d'Arte.
Il progetto, oltre alla collaborazione con Magazzino Italian Art Foundation e all’Archivio Maria Lai, è realizzato con il sostegno della Fondazione di Sardegna.


UN'OPERA SOLA IN OGNI SCUOLA

Musei Civici di Cagliari – Istituti scolastici della Sardegna

“Ho fatto una proposta: che in ogni scuola, dall’asilo all’università, si prepari una stanza, piccola, come un tabernacolo, per accogliere un’opera d’arte alla volta per almeno quindici giorni. […] Questo è il mio capolavoro più grande, se riuscirò”. Maria Lai (2004)

A settembre, anniversario della nascita dell'artista, i Musei Civici di Cagliari vogliono realizzare uno dei desideri di Maria Lai: allestire "in ogni scuola" una sala dedicata dove i ragazzi possano accostarsi all'arte.
Sono in fase di definizione gli accordi e le modalità per il prestito delle opere alle scuole che potranno avere a disposizione una delle opere della collezione permanente dei Musei Civici di Cagliari per l'anno scolastico 2019-20 e, insieme, il supporto degli educatori dei MCC per comprendere il senso del pensiero di Maria sull'arte.
Sono già diverse le adesioni al progetto, che sta incontrando un grande favore fra docenti, studenti e il supporto del MIUR – Ufficio Scolastico Regionale.

 

Testi critici di OPERA SOLA - MARIA LAI

 

sistemamuseale.museicivicicagliari.it




24-08-2019
 


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
15-11-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&id=3762&canale=4