Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    23 aprile 2018
Home > Primo piano: Teatro >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO TEATRO

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Capitani coraggiosi

La stagione di teatro per ragazzi di Cada Die

Al via domenica 7 gennaio la stagione di teatro dedicata ai ragazzi organizzata dal Cada Die teatro (con il sostegno del Comune di Cagliari, della Regione Sardegna, del Mibact e il patrocinio della Municipalità di Pirri). In cartellone, a La Vetreria fino a domenica 4 marzo, spettacoli, laboratori, merende, giochi, musica e danza. Un calendario ricco di appuntamenti: 13 spettacoli rivolti ai bambini e alle famiglie, 16 matinée per le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado e alcune tappe negli ospedali pediatrici dedicate ai piccoli pazienti.
Tre compagnie della scena nazionale, quattro sarde, due spettacoli del Cada Die teatro in programma e altri due titoli dei padroni di casa per i matinée dedicati alle scuole.

Tutte le domeniche piccoli e grandi spettatori potranno incontrarsi e condividere esperienze dal pomeriggio fino a sera, grazie alla collaborazione tra il cada die teatro e diverse associazioni che operano nel territorio:
da tanti anni i C.E.M.E.A Sardegna - centri di esercitazione ai metodi dell’educazione attiva, animano i laboratori della rassegna. Carta, cartone, forbici, colle, materiali da riciclo, tanta fantasia e un grande saperesono gli ingredienti che faranno vivere ai bambiniin una bellissima esperienza. Gambe lunghe, Suoni nascosti, Segni e parole, Avere stoffa e carta in regola sono alcuni dei titoli delle attività di quest’anno.
Costruiamo bambole di pezza è il titolo del laboratorio che sarà tenuto da Teresa Todde una delle fondatrici dell’Associazione donne e mestieri di Santa Teresa, un’associazione molto attiva a Pirri. Porterà la sua grande esperienza nel campo della sartoria e aiuterà i bambini a costruire una bambola di pezza.
Isole remote è laboratorio curato di Alessandro Carboni e Chiara Castaldini (7 gennaio), Francesca Pani e Lara Farci proporranno La città nelle mani e Gli abitanti di una casa infinita(18 febbraio e 4 marzo), Donatella Cabras e Francesca Romana Motzo Gesti sonori riciclati(4 febbraio).
Anche i genitori potranno partecipare con i loro figli a: Kaaifeec afro, un laboratorio di danze africane tenuto da La Carovana- centro di quartiere e Giorgio Del Rio (25 febbraio); Danzare insieme a cura di Donatella Martina Cabras (14 gennaio) e Nella pancia del teatro, un viaggio tra illuminotecnica e scenotecnica in compagnia di Giovanni Schirru del Cada Die Teatro (18 febbraio) e condividere insieme La quarta notte, esito scenico del al laboratorio permanente di danza contemporanea a cura di Donatella Martina Cabras e Francesca Massa  - Spaziodanza (21 gennaio).
Anche quest’anno gli Amici della bicicletta Cagliari ritornano alla Vetreria con il laboratorio Giochiamo con trasporto per insegnare ai più piccoli a pedalare e ai più grandi le regole della strada (7 gennaio e 4 marzo).
Per la prima volta quest’anno anche un laboratorio alla scoperta delle sonorità delle Launeddas, dalla raccolta delle canne alla composizione delle musiche di uno strumento antichissimo, con il Maestro Luciano Montixi (25 febbraio).
Durante la manifestazione grazie alla collaborazione con la MEM e il sistema bibliotecario del Comune di Cagliari, che si rinnova anno dopo anno sarà presente il BiblioBus- biblioteca itinerante allestita su un camper appositamente attrezzato, che ospita libri per bambini, giovani e adulti, cd musicali, film, audiolibri e postazioni internet.

Dopo i laboratori i bambini potranno fare merenda. Si rinnova poi l’iniziativa Colora il tuo spettacolo, i piccoli spettatori potranno realizzare dei disegni ispirandosi agli spettacoli visti la domenica, che verranno raccolti e a fine rassegna esposti in una mostra; per i più fantasiosi in palio biglietti omaggio e la possibilità che il loro disegno possa diventare il manifesto della prossima edizione.
Per tutta la durata della manifestazione sarà aperto il Cafè ludico, uno spazio in cui conoscere e sperimentare giochi in scatola e giochi di società presentati e proposti da esperti C.E.M.E.A.

Domenica 7 gennaio, alle 17.30, si parte con Chisciotte fenicottero, oramai un classico del repertorio cada die teatro, uno spettacolo divertente e coinvolgente. Una vera e propria istigazione alla lettura, un duello all’ultimo libro tra Chisciotte fenicottero e i terribili militi del fuoco.
Avanzano, pedalando su strane macchine a tre ruote due figuri in divisa scura: sono i Militi del Fuoco, Capitano Beatty e Milite Montag. I due sono sulle tracce di un pazzo pericoloso, cui i libri hanno fatto perdere la testa. Qualcuno l’ha visto? Il ribelle Chisciotte-Fenicottero, sempre accompagnato dal fedele Sancho, non può passare inosservato: ha due gambe lunghissime e un’aria stralunata, ma è lucido e assennato quando c’è da combattere la prepotenza e l’ignoranza di Re Toto e dei suoi Militi del Fuoco!
In scena Alessandro Mascia, Mauro Mou, Silvestro Ziccardi e Giorgio Del Rio. La regia è di Pierpaolo Piludu. Suono Matteo Sanna, disegno luci Giovanni Schirru. Lo spettacolo è stato scritto da Bruno Tognolini.

Il 14 gennaio il ritorno, dopo molti anni, in Sardegna, per la compagnia Teatro Gioco Vita di Piacenza. Storica compagnia della scena nazionale, Gioco Vita ha incontrato il teatro d’ombre alla fine degli anni ’70 e ha maturato un’esperienza unica nel suo genere che gli è valsa riconoscimenti e prestigiose collaborazioni in ogni parte del mondo e che ha portato i suoi spettacoli ad essere rappresentati, oltre che in Europa, negli Stati Uniti, in Brasile, Messico, Canada, Giappone, Cina e in altri paesi ancora. A Cagliari la compagnia presenterà Piccolo Asmodeo.
Sotto sotto, nelle viscere della terra, dove la luce del sole non arriva mai e dove i merli non cantano sugli alberi, abita Piccolo Asmodeo. Asmodeo è buono, troppo buono per poter vivere tranquillamente nel mondo dei Fuochi e dei Sospiri. Essere cattivo proprio non gli riesce e nemmeno gli interessa e questo, per la sua famiglia, è un grande problema. Così Asmodeo viene sottoposto ad una vera prova e mandato nel mondo della Luce e della Terra con una missione: “Dovrai convincere, entro questa sera, almeno una persona a darmi la sua anima!” gli dice il padre “Solo così dimostrerai di essere mio figlio”.
Così comincia l’avventura di Piccolo Asmodeo tratto da Lilla Asmodeus di Ulf Stark con Tiziano Ferrari; adattamento teatrale Nicola Lusuardi, Fabrizio Montecchi, regia e scene Fabrizio Montecchi;disegni Nicoletta Garioni.

Domenica 21 gennaio ancora un’ospite della scena nazionale, Claudio Milani, della compagnia MOMON, presenterà Racconto alla rovescia, una fiaba contemporanea che racconta l’incontro tra un bambino di nome Arturo e la morte. Uno degli spettacoli più apprezzati del 2017 dal pubblico e dalla critica.
Nel giorno del suo compleanno la morte porta ad Arturo 7 regali. Non sono giocattoli o caramelle, ma sentimenti e opportunità, per scoprire tutte le meraviglie che nella vita di ognuno di noi servono per crescere e diventare ciò che siamo.
Arturo incontra la Morte. E la Morte gli consegna 7 doni. Per ogni dono c'è un conto alla rovescia. In ogni conto alla rovescia c'è qualcosa da imparare per diventare più grandi. E Arturo lo sa. Per questo apre tutti i doni: per scoprire tutte le meraviglie che nella sua vita sono state frutto di una attesa e per arrivare a contare, alla fine, non più alla rovescia.

Domenica 28 gennaio Donatella Martina Cabras e Francesca Romana Motzo presenteranno Gavotta e Sarabanda. Uno spettacolo di musica e danza in cui il linguaggio del corpo è saldamente connesso a quello sonoro e musicale in un'alternanza di continui equilibri e disequilibri che non smettono di produrre un intreccio, più o meno esplicito, di gesti sonori.
Gavotta e Sarabanda vivono nel loro personale mondo immaginifico. Gavotta, esplora voracemente il suo mondo SONORO. Sarabanda, volteggia e piroetta nello spazioso mondo DANZANTE. Un giorno, ad una bizzarra festa, si incontrano ed oltre ogni possibile timidezza, scoprono di appartenere entrambe a due universi paralleli dove le parole hanno davvero poca importanza. Incuriosite e desiderose di conoscersi iniziano un dialogo esilarante usando ciò che secondo loro, può meglio farle incontrare: gesti sonori e movimenti melodiosi.

Domenica 4 febbraio i piccoli attori della Scuola di arti sceniche La Vetreria diretti da Silvestri Ziccardi presenteranno Non raccontateci favole. I bambini non vedranno soltanto uno spettacolo con i suoi contenuti ma coglieranno il complesso lavoro fatto dai piccoli attori, l’unione per raggiungere l’obiettivo, il loro piacere nel raccontare. E gli attori comprenderanno ancora più profondamente che il teatro non è solo esibizione delle proprie abilità ma soprattutto condivisione di una storia che in fondo sarà sempre la loro storia.
Lo scompartimento di un treno in un pomeriggio d'estate. Tre ragazzini irrequieti rivolgono mille perché a una zia incapace di dare risposte...Un racconto sull'arte di raccontare ai ragazzi, contro i luoghi comuni e le convenzioni dei "grandi". Dall'ironia spietata di Saki - definito da Graham Greene "il miglior umorista inglese del secolo XX" - un apologo sull'arte di farsi ascoltare, che è innanzi tutto saper ascoltare gli altri.
In scena Veronica Armeni, Angelica Fadda, Elena Falco, Francesca Murru, Silvia Murru, Sara Naciri, Giulia Velati

Domenica 11 febbraio FESTA!, un altro appuntamento che si rinnova di anno in anno. Giochi maschere, zeppole, musica e teatro animeranno fin dal primo pomeriggio la corte del Centro  La Vetreria Come un luna park con i bellissimi giochi in legno realizzati dai C.E.M.E.A.; ospiti della festa di carnevale i Deberenis Circus, il TeatroTages  e la Banda musicale San Giuseppe.
Agostino Cacciabue e Rita Xaxa ovvero gli artisti e gli artigiani che con grande perizia e passione costruiscono e animano le marionette a filo del TeatroTages presentano Manovella Circus. 
Gli artisti di Manovella Circus sono una simpatica famiglia di scimmiette. Max l’acrobata, coinvolge il pubblico con le sue evoluzioni, Ginger una funambola che balla il charleston sulla corda e danza con pattini a rotelle, Casimiro il giocoliere si esibisce in equilibrio sul monociclo, il mago Gustavo stupisce tutti con le sue illusioni.
La più giovane delle scimmie Cico Ciaco dopo la sua prima esibizione, vuole addormentarsi con il racconto animato del topolino Judy, mentre nell'aria rimbalzano le note dell'organetto di barberia.

Tra destrezza e disastro è il titolo dello spettacolo di Deberenis Circus, una coproduzione con Teatro del Sottosuolo, di e con Pablo Velazquez e Erika Webe.
Uno spettacolo tragicomico dove si combinano l'acrobatica di suolo e aerea (con trapezio fisso e corda verticale), la giocoleria con i monocicli, la musica (clarinetto, fisarmonica e violino) e il teatro fisico, attraverso l'eccentrico quotidiano di due personaggi... Tra Destrezza e Disastro... come la vita!

Domenica 18 febbraio un’altra prima volta a Capitani coraggiosi per Alessandro Carboni (artista visivo, performer e ricercatore) e Chiara Castaldini (insegnante di danza contemporanea). Entrambi fanno parte di Formati Sensibili, una casa di produzione indipendente per la creazione, il sostegno e la distribuzione di progetti artistici e di ricerca per adulti e bambini. Per Capitani coraggiosi presenteranno L’atlante di Judith una performance da tavolo di azioni e oggetti.
Cosa ci lega a luoghi lontani che non abbiamo mai visto? Si può creare un legame tra di noi e un territorio sperduto, anche solo viaggiando con le dita sulla superficie di un mappamondo? Lo spettacolo, liberamente ispirato al libro Atlante delle Isole Remote di Judith Schalansky, è un viaggio di esplorazione tra realtà e immaginazione, che cerca di portare i bambini a scoprire e a collezionare dettagli geografici, storici e leggendari su alcune tra le isole più piccole e lontane del mondo.

Domenica 25 febbraio tornano in Sardegna i pugliesi de La Bottega degli apocrifi, che presenteranno il loro ultimo lavoro dal titolo Schiaccianoci Swing, concerto teatrale per bambini e famiglieliberamente ispirato a Hoffmann e a Tchaikovsky e al mondo dello “Schiaccianoci”.
Ci sono quelle domande che ti porti dietro da sempre. Come marcia un esercito di topi? Come si entra in un mondo magico? Come se ne esce? Come faccio a sapere quando un sogno è davvero finito? A queste domande risponderemo insieme, con la musica.
La fiaba dello Schiaccianoci si trasforma in un’opera dedicata ai più piccoli e viene custodita da musicisti  e giocattoli capaci di credere ai sogni fino a farli diventare veri.

Ultimo appuntamento domenica 4 marzo, con Giancarlo Biffi che porterà in scena una nuova avventura di Gufo Rosmarino dal titolo Rosmarino e i corvi farlocchi, una tenera storia d’amicizia e amore fraterno.
Cosa accade a Gufo Rosmarino e a suo fratello Brillo, se un giorno alla sorgente dei Pesciolini Rossi incontrano i Corvi Farlocchi? Quattro corvetti, che pur credendosi tanto furbi, in realtà non sono altro che degli sciocchi sbruffoncelli che, oltre a comportarsi sempre da prepotenti, non hanno alcun rispetto per gli altri abitanti del bosco.
Rosmarino e i corvi farlocchi è anche un libro pubblicato dalla casa editrice Segnavia e illustrato dalle tavole di Valeria Valenza.

 

INFO E PRENOTAZIONI

biglietteria@cadadieteatro.com

tel 328 2553721

070 5688072 - 565507

 

www.cadadieteatro.com 

 

 

 




30-01-2018
 


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2018 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
23-04-2018
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&id=3682&canale=2