Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    24 novembre 2017
Home > Primo piano: Musica >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO MUSICA

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Culturefestival

X edizione

Giunto ormai alla X edizione, torna il  Culturefestival, battezzato da Sir Colin Davis, presidente della London Symphony Orchestra sino al 2013, anno in cui il grande maestro è mancato, e che vanta la presidenza onoraria del premio Oscar Ennio Morricone. L’appuntamento, che si svolgerà a Mogoro tra il 13 e il 19 novembre, ha la direzione artistica di Simone Pittau, violinista e fondatore dell’Orchestra da Camera della Sardegna, che ha debuttato come direttore d’orchestra con la London Symphony Orchestra. Il Culturefestival, che per l’edizione 2017 propone un percorso ricco, ampio e variegato quest’anno contempla un percorso multidisciplinare, spaziando dalla musica al teatro, dalle arti figurative alla letteratura. Si parte il 13 novembre al Teatro comunale di Mogoro con il “Tribute to Al Jarreau”, un concerto gospel/soul dei Take 6, gruppo dell’Alabama attivo dal 1987 e vincitore di dieci Grammy (soprattutto nelle categorie gospel, jazz e R&B) e dieci GMA Dove Award. Anche quest’anno il
festival riserva uno spazio speciale alle attività didattiche che si svolgeranno il 16 e 17 novembre sempre a Mogoro al Teatro Comunale. Le International master class di Jazz, si svolgeranno con la presenza degli studenti e dei professori delle classi di Jazz del Conservatorio di Musica “G. P. da Palestrina” di Cagliari. Tra i docenti ricordiamo la presenza di prestigiose firme come quella del jazzista newyorkese Joe Locke al vibrafono e Neil Percy principal percussion della London Symphony Orchestra, alle percussioni.

Il progetto dal titolo Educational Project “culturefestival per le Scuole” contempla degli incontri didattici in cui avviene un approccio di vero e proprio scambio attivo tra musicisti professionisti e alunni. Gli incontri prevedono l'alternanza di brevi presentazioni relative agli strumenti musicali impiegati, al significato degli spartiti, alle performance musicali e cenni sul genere dei brani. L'intento è quello di offrire ai più giovani un osservatorio musicale privilegiato, che offra nuove opportunità agli studenti. La giornata del 17 novembre si conclude nel Teatro Comunale di Mogoro con un Concerto Jazz alle ore 21 che vede protagonisti gli studenti del Conservatorio di Cagliari che, guidati da Joe Locke eseguiranno i brani elaborati durante la master class. Nella seconda parte gli interpreti saranno i docenti di
Jazz del Conservatorio, sotto la guida di Joe Locke al vibrafono.

Il 18 novembre alle 21 nel Teatro comunale di Mogoro è in programma il concerto jazz con i solisti Joe Locke, Neil Percy, Daniele Di Bonaventura e l’Orchestra da Camera della Sardegna, sotto la direzione di Simone Pittau. Il giorno dopo nello stesso palco ci sarà l’attesissimo concerto jazz/fusion del gruppo statunitense Yellow Jackets. L’esibizione di Russel Ferrante al pianoforte/tastiere, di Will Kennedy alla batteria, di Bob Mintzer al sax e Dane Alderson al basso, inizierà alle ore 21.

A corollario del festival ci saranno una serie di attività culturali di ampio respiro con mostre e reading. Al Centro Fiera di Mogoro, da domenica 12 novembre, con inaugurazione alle 18, e sino a lunedì 11 dicembre, Fernanda Sanna, responsabile delle arti visive del Culturefestival, coordinerà la mostra contemporanea “Il terzo suono”, curata da Efisio Carbone e Roberta Vanali, con le opere di alcuni tra i più importanti artisti sardi contemporanei (Pinuccio Sciola, Maria Lai, Rosanna Rossi, Primo Pantoli, Antonio Atza, Gaetano Brundu, Tonino Casula, Zaza Calzia). Il 21 novembre al Centro Fiera di Mogoro alle 18 verrà presentato il libro di Ottavio Olita, “L’oltraggio della sposa” con la partecipazione di Andrea Frailis come moderatore e una performance musicale tenuta da Marco Meloni alla chitarra e Simone Pittau al violino. Il 22 novembre, stessa location, ore 18 sarà la volta del libro di Vittorio Sanna, edito da Grafiche Ghiani “Leggende rossoblù”. Memorie di un cronista smemorato, modera Sandro Angioni.

Fondato da Simone Pittau, il Culturefestival ha la residenza a Sanluri presso il Castello Giudicale “E. D’Arborea” ed è organizzato dall’Associazione Culturale “Sardinia Pro Arte”, in collaborazione con la Regione Sardegna, la Fondazione di Sardegna, diversi Comuni, alcuni Enti pubblici e aziende private.




12-11-2017
 


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2017 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
24-11-2017
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&id=3664&canale=1