Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    20 ottobre 2017
Home > Primo piano: Musica >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO MUSICA

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Da Mozart a Schumann...

La stagione sinfonica al Lirico di Cagliari

Hansjörg Albrecht, Gérard Korsten, Donato Renzetti, Vadim Repin, Misha Maisky, Alpesh Chauhan, Silvia Careddu, Alessandro Lucchetti, Roberto Abbado, Belcea Quartet, Sabine Meyer, Novafonic Quartet, Duo Perfetto, Antonio Ballista, Fazil Say, Ksenija Sidorova, Sara Mingardo: questi alcuni dei protagonisti della Stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari. Una Stagione chevede in primo piano l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari diretto da Gaetano Mastroiaco.
Ognuno degli undici programmi musicali proposti è eseguito due volte in abbonamento ed è presentato in “anteprima”, la mattina alle 11, per i giovani delle scuole. Il complesso corale è impegnato in cinque programmi, in ruoli di assoluta rilevanza, fra cui spicca il Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart del concerto inaugurale. Solisti, pianisti e violinisti arricchiscono il cartellone con una significativa rassegna da camera della letteratura concertistica classica e moderna.

Entrando nel dettaglio dei singoli programmi musicali, è possibile individuare nella compagine dei direttori protagonisti della Stagione alcuni nomi di solida fama internazionale, affiancati da altri giovani, italiani e non, che vantano già ampi successi di pubblico e critica. Un mix fra esperienza e gioventù di talento che può garantire la buona riuscita del cartellone proprosto dal Lirico.

Ad Hansjörg Albrecht, direttore d’orchestra, organista, clavicembalista e direttore artistico del Münchner-Bach Chor Orchester che ritorna a Cagliari dopo i concerti dello scorso febbraio, spetta il compito, nelle serate inaugurali in abbonamento del 13-14 gennaio, di guidare l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico in un programma interamente dedicato al genio creativo di Wolfgang Amadeus Mozart, di cui verranno eseguiti il sontuoso Kyrie in re minore, la Sinfonia n. 25 e il celeberrimo Requiem in re minore.

Seguono due  serate di ottima musica da camera con due vere stelle che ritornano a Cagliari dopo diversi anni di assenza: il virtuosistico violinista Vadim Repin, accompagnato dalla pianista Svetlana Smolina (19 gennaio), e il violoncellista lettone, tra i più grandi del mondo, Mischa Maisky che affascinerà il pubblico con la sua interpretazione delle Suite di Johann Sebastian bach (18 febbraio).

Ritornano entrambi i complessi stabili cagliaritani il 24-25 febbraio, diretti dall’ottantatreenne Elio Boncompagni, «il direttore d’orchestra più vecchio insieme e più giovane che io conosca» come lo ha definito il critico musicale Paolo Isotta. Il romanticismo di Schumann e Brahms per un concerto che vede la presenza anche del contralto veneziano Sara Mingardo, forte di una carriera internazionale che la vede protagonista sia in concerti che in opere liriche.

Il 3-4 marzo, Marco Guidarini, apprezzata presenza nelle stagioni cagliaritane, dirige l’Orchestra del Teatro Lirico in un insolito programma musicale che prevede Wolfgang Amadeus Mozart giustamente abbinato a Josef Mysliveček (1737-1781), prolifico compositore ceco, soprattutto in Italia.

Ancora due serate cameristiche: il 25 marzo con l’interessante recital di pianoforte del compositore ed artista turco Fazil Say, la cui ultima esibizione a Cagliari risale al dicembre 2009 e il 28 marzo con l’altrettanto interessante recital ispirato alla Carmen di Bizet dell’ensemble di Ksenija Sidorova, giovane e talentuosa suonatrice di fisarmonica, nata a Riga nel 1988 ma già famosa in tutto il mondo.

Il giovane direttore britannico, di origine asiatica, Alpesh Chauhan, considerato una vera rivelazione, dirige il concerto del 14-15 aprile e quello del 21-22 aprile con Michail Lifits, giovane pianista uzbeko dalla tecnica virtuosa che ritorna dopo il suo recital di piano solo nel 2016.

Pietro Rizzo, uno fra i più talentuosi giovani direttori italiani di oggi, debutta a Cagliari il 19-20 maggio con l’oboe solista della tedesca Viola Wilmsen, vincitrice dei più rinomati concorsi internazionali dello strumento a fiato.

A Gérard Korsten che ritorna ancora sul podio cagliaritano, spetta il compito, nelle serate del 26-27 maggio, di guidare l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico in un programma che spazia da Haydn, Reinecke, fino a Schumann. In particolare nel Concerto in Re maggiore di Carl Reinecke si esibisce Silvia Careddu, flautista di fama mondiale, nata a Cagliari nel 1977 e recentemente ha vinto il concorso come primo flauto dei Wiener Philharmoniker.

Il Duo Perfetto, formazione composta da Robert Witt (violoncello), primo violoncello dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, e Clorinda Perfetto (pianoforte), maestra collaboratrice del Teatro Lirico di Cagliari, che lo scorso agosto ha vinto la 17° edizione del prestigioso Concorso Tim (Torneo Internazionale di Musica) di Torino, per la disciplina della Musica da Camera, si esibisce, per la prima volta nella Stagione concertistica, il 15 giugno.

Dopo la pausa estiva, la rassegna musicale prosegue l’8 e il 9 settembre con il direttore (ma anche pianista e clavicembalista) milanese Antonio Ballista e il pianista bresciano Alessandro Lucchetti in due insolite ed interessanti serate dedicate al ricco patrimonio della canzone italiana della prima metà del Novecento, intitolate Made in Italy.

Il milanese Roberto Abbado che ritorna a Cagliari dopo diversi anni di assenza, dirige, il 6-7 ottobre, l’Orchestra in una locandina che propone, all’ascolto del pubblico, due veri e propri monumenti del repertorio sinfonico: la Quarta di Schumann e la Quarta di Mendelssohn-Bartholdy.

La Stagione concertistica offre, a questo punto, tre tipologie differenti di concerto da camera: il Belcea Quartet (12 ottobre), uno dei gruppi più interessanti dell’attuale panorama musicale per le sue interpretazioni innovative, conformi al suo motto: «superare i propri limiti e arrivare alla conoscenza attraverso la ricerca costante della verità»; il recital del ventiseienne moscovita Lukas Geniušas (9 novembre), eccellente astro del pianoforte che presenta un programma dedicato a Chopin e Liszt; il Novafonic Quartet (7 dicembre), formazione composta da quattro musicisti d’eccezione, solisti e prime parti in importanti orchestre (Gianmaria Melis è primo violino nell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari) che guarda alla contemporaneità della musica, ricercando il confronto e l’interazione tra i generi e gli stili.

Il 3-4 novembre ritorna sul podio Gérard Korsten che, insieme al limpido clarinetto di Sabine Meyer, già prima parte nei Berliner Philharmoniker ed artista di fama internazionale, presenta una prima parte dedicata al Concerto per clarinetto e orchestra di Mozart e, nella seconda parte, la nota Sinfonia n. 2 di Schumann.

A Donato Renzetti, apprezzata ed abituale presenza nelle stagioni cagliaritane, spetta il compito di dirigere, alla guida delle compagini orchestrale e corale, il concerto del 22-23 dicembre che propone, a conclusione della Stagione, le affascinanti sonorità e le preziose suggestioni della musica di Ottorino Respighi.


La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13. Rimane chiusa la domenica e i giorni festivi.


Per informazioni
: 070 4082230 – 070 4082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it. Biglietteria online: www.vivaticket.it


www.teatroliricodicagliari.it  




12-09-2017
 


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2017 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
20-10-2017
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&id=3585&canale=1