Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Due artisti sardi a New York e Dubai

Le opere presentate in anteprima all’Exmà di Cagliari

Sono state presentate in anteprima a Cagliari, all’Exmà, le opere di Rosanna Ferrau e di Giosuè Marongiu, due artisti sardi, rispettivamente di Villacidro e Maracalagonis, che rappresenteranno la Sardegna e l’Italia alla terza edizione della Biennale d’arte che si terrà dal 1 ottobre al 30 novembre 2015 a New York e nell’agosto del 2016 a Dubai, entrambe con la direzione artistica di Pietro Franesi.

Il progetto cagliaritano prevede anche due mostre nelle sale del centro d’arte e cultura di via San Lucifero: fino al 14 dicembre Luce su Fibonacci e la cultura nuragica, della Ferrau, e dal 19 dicembre all’11 gennaio Le forme della Quarta dimensione, con le opere di Marongiu.

L’artista villacidrese è anche soffiatrice del vetro, e utilizza il neon per le sue creazioni. Nell’esposizione cagliaritana il tentativo è quello di fondere concettualmente le sue opere con il codice Fibonacci, grande matematico del Medioevo italiano. Marongiu opera invece su spazi virtuali, attraverso la computer art, indagando oggi le “forme della quarta dimensione”.

Le Biennali di New York e Dubai non hanno una sede fissa. “A New York la Biennale si tiene nelle strade, nei parchi, nelle stazioni della metropolitana, nei centri commerciali. A Dubai questo è impossibile e abbiamo affittato  uno spazio espositivo”, ha spiegato il direttore e organizzatore Pietro Franesi. “Selezioniamo gli artisti – ha aggiunto - solo dopo averli visitati nel loro studio o dove vivono, per conoscere la persona e verificare la qualità del lavoro. La nostra filosofia è mettere al centro il singolo artista, dando una carattere di unicità all’evento artistico”. “Il criterio che seguiamo per selezionarli – ha concluso il “talent scout” - è molto semplice: un'identità riconoscibile, una tecnica unica, un linguaggio universale”.




06-12-2014
 

Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=3215