Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    30 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


A virtual life di Max Mazzoli

Vernissage della mostra, promossa da Move in Art

AL SOSUSHI DI SASSARI IL 5 MAGGIO MOVE IN ART PRESENTA LA VERNICE DI “A VIRTUAL LIFE” DI MAX MAZZOLI


 


Appuntamento con il vernissage della mostra, promossa dall’associazione artistica Move in Art, “A virtual life” di Max Mazzoli, mercoledì 5 maggio ore 20.00 al Sosushi Restaurant di Sassari (via Deffenu 20). Le opere resteranno esposte nelle sale della galleria Sosushi fino al 23 maggio.


 


Attimi virtuali, momenti di vita realmente vissuti, con “Virtual Life”, Max Mazzoli estrapola immagini statiche dai film o dai suoi cortometraggi, e le rielabora attraverso l’uso di olio su tavola. Dal cinema alla televisione, dalla pittura alla scultura fino alla fotografia, lo spettatore che si trova, anche solo per un istante, a fruire di questo tipo d’immaginario in modo del tutto cosciente non avrà fatto altro di appropriarsi e vivere in prima persona attimi altrui.


 


Classe 1953, Max Mazzoli frequenta, fin da giovanissimo, ambienti carichi d’ispirazioni artistiche e culturali. Dopo la Scuola d'Arte di Mario Nigro e la Libera Accademia di Voltolino Fontani e Cocchia, Mazzoli inizia a frequentare gli atelier artistici livornesi, tra cui quello dello zio Carlo Mazzoli. Si discosta fin da subito dalla pittura macchiaiola, di cui è permeato l'ambiente labronico, e dopo la sua prima personale nel 1982 dal sapore iperrealista, arriva il primo approccio alle atmosfere cinematografiche. Nell’estate del 1990 affitta un atelier a Porto Rotondo, nel cuore della Costa Smeralda. L'amore per l'isola non lo ha mai più abbandonato e da allora vive e lavora in Sardegna, dove ha il suo studio presso il centro d’arte contemporanea Kairos in via Carso 35.


 


Una stagione di successi artistici quella del Sosushi di Sassari che fino a fine giugno si trasforma in un’esclusiva galleria d’arte che, grazie alla collaborazione con l’associazione artistico culturale Move in Art, curatrice e promotrice delle esposizioni artistiche, ha visto passare  in rassegna le opere degli artisti più talentuosi del panorama contemporaneo. Scardinando i confini artistici, alla ricerca di piaceri sensoriali, estetici e culinari il ristorante Sosushi di Sassari sarà per tutta la stagione un nuovo punto d’osservazione per le arti contemporanee. 




01-05-2010
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
30-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=2458