Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Mostre visitabli a Ferragosto


Il Comune di Cagliari, in accordo con il Consorzio Camù, comunica che nella giornata di Ferragosto i Centri Comunali d’Arte Cultura Exmà, Castello San Michele, Ghetto e Lazzaretto di Cagliari saranno aperti la sera dalle 18.30 alle 24.00; la Torre dell’Elefante sarà aperta anche la mattina dalle 10.00 alle 13.00, oltre alla sera dalle 15.30 alle 19.30; la Torre di San Pancrazio aprirà solo nel pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30; SEARCH (Sottopiano del Palazzo Civico) si potrà visitare dalle 17.00 alle 20.00, e infine la Cripta di Santa Restituta osserverà il consueto orario dalle 10.00 alle 13.00.


 

Molto diversificata l’offerta per cagliaritani e turisti che vorranno trascorrere questa giornata in città con ben sette mostre che vanno dalla fotografia alla ceramica, con una attenzione particolare all’arte contemporanea.


E per quanti vogliano vivere il week-end di ferragosto all’insegna dell’arte, in tutti i Centri Comunali, oltre che negli alberghi e B&B cittadini, è possibile acquistare la Karalis Card, la carta per l’accesso gratuito ai monumenti e alla rete dei bus di Cagliari.


 

Maggiori informazioni si possono trovare sul sito www.karaliscard.it


 

All’Exmà di Via San Lucifero quattro le mostre che spaziano dalla fotografia alla ceramica.


 

Appena inaugurata, e visitabile sino al 30 agosto, nella Sala della Torretta, MY City di Alessandro Arba (Raba). Mostra di un giovane artista cagliaritano, che nell’ambito della rassegna di arte contemporanea giovane altrArte,racconta storie cittadine in cui si legge la traccia dell'uomo nelle emanazioni materiali, se ne intuisce la presenza senza però mai vederlo.


 

Nella Sala delle Volte invece è allestita Elio Pulli – Pittore ceramista: circa 80 opere realizzate in ceramica e dipinti ad olio dall’artista sassarese. Elio Pulli discende dalla tradizione delle botteghe delle arti cosiddette minori: un apprendistato particolare che lo segnerà in tutta la sua produzione e lo predisporrà al rapporto con l’arte in maniera diversa da molti pittori, scultori del periodo che precede e segue il secondo dopoguerra.


 

Visitabile sino a domenica 30 agostola mostra fotografica Tchad: visioni del cuore dell’Africa, allestita nella Sala della Terrazza. Sono esposti  40 scatti di paesaggi e scene di vita quotidiana nel cuore del Sahara effettuati da Antonio Ulzega, ordinario di Geomorfologia, durante due spedizioni scientifiche sotto la guida dell’Università di Sassari e dell’Università di N’Djamena.


 

Infine nella Sala dell’ex Biblioteca, si può visitare la mostra fotografica SUBLIME di Michael Nyman. Si tratta di una esposizione di fotografie in cui si ritrovano gesti ripetitivi, riflessi improvvisi, volti di persone, dettagli di oggetti, paesaggi notturni, vetrine di negozi.


 

Informazioni al numero 070666399

 

Il Castello di San Michele ospita la personale di Primo Pantoli, curata da Simona Campus, Pantoli – 1957 – 2009. Oltre 150 opere - dipinti, disegni, collages, sculture, manifesti e scenografie – per ripercorre l’intero itinerario artistico di Primo Pantoli, tra i massimi esponenti della contemporaneità in Sardegna, dalla fine degli anni Cinquanta del ‘900 fino a questo primo scorcio del nuovo millennio.


 

Informazioni al numero 070500656

 

Nelle sale del Ghetto: L’esploratore innamorato. Alberto Ferrero della Marmora e la sua Sardegna. La mostra è articolata in due parti: monografica e archeologica. La prima, allestita presso il Ghetto rievoca a tutto tondo la figura e l’avventura scientifica del della Marmora, con un allestimento di grande suggestione d’immagini e reperti geologici e zoologici, la seconda, presso il Museo Archeologico Nazionale offre una ricca sintesi delle indagini archeologiche di Alberto della Marmora e propone i famosi “falsi” bronzi nuragici che trassero in inganno, all’epoca, anche il nostro esploratore “innamorato”.


 

Informazioni al numero 0706670190

 

Infine al Lazzaretto prosegue sino al 25 agosto Circle , collettiva di arte contemporanea, proposta dalla Fondazione per l’arte Bartoli – Felter e curata da Alessandra Menesini E’ una mostra senza tema: un cerchio, o un anello, che tutto salda e include. Una mostra che chiede a ogni singolo artista di inserire nel suo tondo diametro un pezzo della sua ricerca, come fosse il frammento di una costellazione.


 

Informazioni al numero 0703838085


 

All’interno dei bookshop presenti in tutti i Centri Comunali è possibile trovare, oltre ai cataloghi delle mostre presenti e passate, un’ampia scelta di libri d’ arte, fotografia, turismo, poster, cartoline e gadget, con delle sezioni dedicate ai bambini e all’arte sarda.


13-08-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=2130