Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Demolizione Z

Mostra fotografica di Pablo Volta



Sabato 13 dicembre 2008 alle ore 18 si inaugura nelle sale del Castello Siviller di Villasor Demolizione Z, mostra fotografica di Pablo Volta organizzata dalla compagnia teatrale Fueddu e Gestu di Villasor in collaborazione con Su Palatu e il Comune di Villasor.

L’esposizione presenta quaranta immagini digitali a colori; quaranta scatti insoliti nel percorso di un fotografo che, come Pablo Volta, si è mosso nel mondo del fotoreportage restando fedele alla pellicola; quaranta fotografie che rivelano un percorso che fa sconfinare la fotografia in territori espressivi limitrofi.


Come evidenzia il curatore Salvatore Ligios nel testo del catalogo «le immagini sembrano il risultato di una performance. Uno scambio continuo tra realtà ed emozione. Documento e sentimento insieme». 


L’inaugurazione sarà preceduta dagli interventi del sindaco di Villasor Walter Marongiu, dell’assessore alla cultura Concetta Sangermano, del regista teatrale Giampietro Orrù, del curatore Salvatore Ligios e del fotografo Pablo Volta. 


 La mostra rimarrà aperta sino all’11 gennaio 2008 e potrà essere visitata tutti i giorni dalle ore 16:00 alle 20:00 (lunedì chiuso).


L’ingresso è gratuito.


Catalogo in mostra a cura della Soter editrice


 L’esposizione è organizzata in collaborazione con il Comune di Villasor, la Regione Autonoma della Sardegna, la Provincia di Cagliari, la compagnia teatrale Fueddu e Gestu, Fratelli Baraldi spa, Su Palatu-spazio culturale per la fotografia.


Pablo Volta è nato a Buenos Aires da padre italiano e madre argentina nel 1926. La famiglia si trasferisce in Italia nel 1932 . Dopo la guerra si trasferisce a Berlino insieme al padre, corrispondente del Corriere della Sera. Per un po’ oscilla tra l’attività di cronista e fotoreporter e non disdegna il mondo del cinema: è assistente operatore in "Lo Sceicco Bianco" di Fellini. Sul set incontra Franco Pinna con cui fonda la Fotografi Associati, la prima cooperativa di fotografi professionisti in Italia. Nel 1954 arriva per la prima volta in Sardegna per curare i reportage sui paesi del malessere. Nel 1957 si trasferisce a Parigi dove ritrae le personalità culturali più influenti del XX secolo. Da vent’anni ha scelto la Sardegna come sua seconda patria.


Per informazioni: tel. 070 9648584 / cell. 3287934658 / e-mail: teatru@tiscali.it




02-01-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=1764