Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    30 settembre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Pellegrinaggio in controtempo

organizzato da Carovana

Nell’ambito del programma pluriennale Mare di Danza. Itinerari d’arte e ambiente per il dialogo tra le culture Carovana SMI avvia un Pellegrinaggio in controtempo, attraverso terra, mare e miniere.

Il progetto che si svilupperà in tre anni parte dai luoghi per arrivare alla specificità delle arti sceniche contemporanee, ristabilendo ponti di comunicazione tra artisti e pubblico, mettendo a confronto differenze a volte incommensurabili.

È un viaggio attraverso l’esperienza della danza, del video, della musica, ma anche dei laboratori del gusto e della sensorialità, attraverso produzioni artistiche, attività di formazione e divulgazione, incontri e itinerAzioni sulla eco-sostenibilità e il dialogo interculturale.

È un gioco performativo e degustativo che, nell’attraversare da occidente a oriente l’isola, utilizza l’angolo visuale del processo creativo coinvolgendo i produttori agroalimentari per presentare e sostenere le loro produzioni di qualità.

È un’occasione per indagare le possibilità di sviluppo culturale ed ambientale di un territorio in cui tradizione e contemporaneità si coniugano nel tentativo di mantenere vivo il prezioso patrimonio della nostra storia.

Saranno presentati progetti in divenire, proposte innovative presenti nel territorio o rivenienti da altri luoghi, “scavati in miniera o transumanti, pescati in mare o lavorati in campagna”. 

Nel 2008 il viaggio si svolge nella suggestiva cornice dei siti minerari di Su Suergiu a Villasalto e di Monteponi ad Iglesias e del Parco di Molentargius a Cagliari.

 




Programma


Villasalto


sabato, 29 novembre 2008


ExMiniere di Su Suergiu


ore 17 spettacolo(nuova produzione)

Il dio Minato. Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo

regia Ornella D'Agostino, direzione musicale Luca Nulchis, elaborazione banda sonora Corrado Loi e Maurizio Favarolo narrazione Carlo A. Borghi,

drammaturgia degli spazi Anusc Castiglioni, Giulia Bonaldi in collaborazioneconGianni Melis, video Raul Anderson

con Egidiana Carta(canto), Franco Casu e Ornella D'Agostino(danza), Luca Nulchis(pianoforte), Massimo Deidda (rap)

in collaborazione con i partecipanti ai laboratori e con LAORE SARDEGNA per i laboratori del gusto


domenica 30 novembre 2008


ExMiniere di Su Suergiu

ore 12 spettacolo (nuova produzione)

Il dio Minato. Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo


ore 13 e 30 pranzo e laboratori del gusto a cura del LAORE SARDEGNA e dei produttori e ristoratori del territorio di Villasalto

15 e 30 spettacolo

Food Sound System!

di e con Don Pasta selecterin collaborazione con Carovana S.M.I, i produttori e ristoratori del territorio di Villasalto

17 -19 e 30 incontro

Arte, cibo e ambiente verso nuove estetiche dell'abitare.

Roger Sell (direttore relazioni internazionali dell'Università Inglese del Dartington College of Art e Master MACAPD), Elio Satti (Dirigente Pubblica Istruzione e alta formazione della Regione Toscana), Daniele de Michele (DonPasta) (economista dell'arte esperto di sviluppo sostenibile tra arte e ambiente), altre partecipazioni in via di definizione.



Cagliari



lunedì 1 dicembre 2008


Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, Edificio Sali Scelti

10-13 / 16 -20 incontro

Arte, cibo e ambiente verso nuove estetiche dell'abitare.

Roger Sell (direttore relazioni internazionali dell'Università Inglese del Dartington College of Art e Master MACAPD), Elio Satti (Dirigente Pubblica Istruzione e alta formazione della Regione Toscana), Daniele de Michele (DonPasta) (economista dell'arte esperto di sviluppo sostenibile tra arte e ambiente), altre partecipazioni in via di definizione.

Durante l'incontro

Atti artistici per visioni in progress. ItinerAzioni d'arte e ambiente

a cura degli artisti e partecipanti dei laboratori e di Carovana S.M.I.


martedì 2 e mercoledì 3 dicembre 2008


Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline

ore 15, Atti artistici per visioni in progress. ItinerAzioni d'arte e ambiente

a cura degli artisti e partecipanti dei laboratori


mercoledì 3 dicembre 2008


Magazzino Elettrico, ex Saline di Stato

ore 19 e ore 21 spettacolo(nuova produzione)

Il dio Minato. Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo


Iglesias


venerdì 5 dicembre 2008


sito Minerario di Monteponi

ore 20, spettacolo (nuova produzione)

Il dio Minato. Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo

ore 21, Atti artistici per visioni in progress. ItinerAzioni d'arte e ambiente

a cura degli artisti e partecipanti dei laboratori


sabato 6 dicembre


sito Minerario di Monteponi

ore 16, incontro e laboratori del gusto

Arte, cibo e ambiente verso nuove estetiche dell'abitare. (elenco partecipanti in via di definizione)

in collaborazione con ilLAORE SARDEGNA,la Società di Mutuo Soccorso Operaia Industriale e il GAS (gruppo d'acquisto solidale) di Iglesias e Domus Amigas (Centro Sperimentazione Autosviluppo)


ore 20, spettacolo

Il dio Minato. Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo

ore 21, Atti artistici per visioni in progress. ItinerAzioni d'arte e ambiente

a cura degli artisti e partecipanti dei laboratori





 

Il dio minato. Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo.

Il dio Minato Nutrimento per un pellegrinaggio in controtempo è una nuova produzione Carovana S.M.I. che, attraverso terra, mare e miniere mette in scena i luoghi, i suoi abitanti e le loro dimenticanze traslando storie locali in drammaturgie simboliche che travalicano i particolarismi.

Nel dio Minato luoghi immaginari arrivano in un contesto specifico teatro degli eventi, attraverso il nomadismo di artisti portatori di visioni individuali e collettive in continua trasformazione.

Il dio Minato racconta il luogo in cui si trova ma è anche teatro di accoglienza di altri luoghi trapiantati attraverso il gioco della danza, della musica, delle arti visuali e le nuove tecnologie: sincretismi espressivi che ricompongono, nell’immaginario, le culture di minatori, gente di mare, contadini e pastori in una libera ma sensibile mescolanza delle mappe tracciate nei diversi luoghi.  

 

Il corpo danza il suo ambiente,

metabolizza il cibo di cui si nutre

che restituisce anche se non lo assapora.

Quel cibo ci impregna senza desiderio.

La danza che non muta il corpo, l’ambiente, il cibo, l’ arte, 

è dinamica insostenibile.

Siamo digiuni a tavola con un dio esploso.

Lasciamo parlare storie senza capo ne coda, attraversando i luoghi,

pellegrinando verso mete che sfumano ad ogni piè sospeso.

Rimbalziamo nel controtempo di una danza che celebra l’oblio e l’assenza del corpo,

come se, mare, miniera e monte sprofondassero l’uno nell’altro

annullando i confini della percezione.

Ornella D’Agostino

 

Il dio Minato è:

regia e coreografia: Ornella D’Agostino

narrazione: Carlo A. Borghi

direzione e composizione musica originale: Luca Nulchis 

drammaturgia degli spazi: Anusc Castiglioni e Giulia Bonaldi in collaborazione con Gianni Melis

video Raul Anderson

elaborazione banda sonora: Corrado Loi e Maurizio Favarolo

testi e musica rap: Massimo Deidda

Brani musicali dal repertorio di Andhira, Luca nulchis e Sergio Pira

 

canto Egidiana Carta

danza: Franco Casu, Ornella D’Agostino

pianoforte e voce: Luca Nulchis

teatro: Raul Anderson

Ricerca: Alessandro Melis

Le comunità di Villasalto, Iglesias, Siddi (portatrici di sapere)

 

Food Sound System!

Food Sound System è il progetto multimediale del dj salentino Donpasta.selecter, dove si combinano la passione per la cucina del Salento, elucubrazioni musicali e riflessioni culturali, attraverso reading poetico-musicali, eventi gastronomici, istallazioni, mostre.

In Food Sound System le modalità di preparazione di un piatto risultano lo strumento per intraprendere un discorso più esteso sul mangiare, dove per mangiare si intende l’origine, il territorio, un ricordo, una musica, il consumo critico e poco frettoloso dei beni della terra.

Il connubio di questi ingredienti si compie tra righe ricche di suggestioni personali e musicali che si portano appresso le esperienze date dal percorso ormai decennale come dj, in giro per l’Europa, tra Salento, Roma, Parigi e Spagna.

FOOD SOUND SYSTEM non ha come obiettivo quello di educare al gusto o all’ascolto, ma piuttosto quello di riconoscere un certo modo di godere dei piaceri e dell’arte del mangiare, del sentire musica, del viaggiare.

La presenza del narratore è accompagnata da video “gastronomici” a cura di Mauro Rizzo e dall’organettista Totore Chessa e con la collaborazione dei cuochi e ristoratori del territorio delle Province di Cagliari e Carbonia-Iglesias.

Avvertenze: Le immagini di cucina sono veri e propri film sulla creazione di un piatto. Si consiglia vivamente di mangiare prima di vedere lo spettacolo, onde evitare svenimenti da fame o assalti inconsulti alle cucine adiacenti.

 

Arte e ambiente: verso nuove estetiche dell’abitare.

Il dio minato, metafora del lavoro di scavo a cavallo tra memoria e immaginario, è anche l’altra faccia della produzione, quel lento processo di depauperamento e consumo irresponsabile dei territori a cui apparteniamo per nascita o adozione e il Pellegrinaggio in controtempo, attraverso terra, mare e miniere affronta il problema complesso della salvaguardia ambientale e della riconversione dei luoghi creando sinergie tra gli universi dell’arte, della cultura, della ricerca scientifica, dell’economia e della produzione.

Una pausa del viaggio per un dialogo tra arte, cibo e ambiente, per trovare nuove estetiche dell’abitare, per una nuova consapevolezza sui complessi e delicati equilibri che regolano anche localmente le relazioni tra culture antropologiche e nicchie eco-sistemiche e la loro interrelazione su scala planetaria.

Arte e ambiente: verso nuove estetiche dell’abitare è luogo di riflessione sui contenuti del programma ma anche tavolo di lavoro per definire operativamente le tappe e strategie di attivazione di un centro interdisciplinare sull’alta formazione e produzione artistica, sulle nuove tecnologie e i saperi eco-bio alimentari, per farsi promotori di cambiamento delle etiche ed estetiche co-evolutive. 

 

Laboratori di itinerAzioni d’arte e ambiente

Il viaggio del Pellegrinaggio in controtempo, attraverso terra, mare e miniere coinvolge studenti dei licei artistici, alunni delle scuole elementari, artisti visivi e gruppi musicali emergenti dei territori attraversati in laboratori di itinerAzione tra arte e ambiente. Gli Atti artistici per visioni in progress prodotti dai laboratori esprimono giovani consapevolezze su uno sviluppo culturale ed ambientale in cui tradizione e contemporaneità si coniughino per mantenere vivo il prezioso patrimonio della storia.

 

Laboratori Cagliari

Atti artistici per visioni in progress.

Artisti emergenti del territorio e dei licei con Mauro Rizzo in collaborazione con Ornella D’Agostino, Anusc Castiglioni, Giulia Bonaldi.

Dal 14 novembre al 6 dicembre

 

Laboratori Iglesias

Atti artistici per visioni in progress. Miniere in rap

Gruppi musicali emergenti e alunni delle scuole elementari con Cicittu (Gana Sana).

Dal 12 novembre al 6 dicembre

 

Atti artistici per visioni in progress.

Artisti emergenti del territorio e dei licei con Pino Giampà in collaborazione con Ornella D’Agostino, Anusc Castiglioni, Giulia Bonaldi, Oscar Bello.

Spazi espositivi Monteponi

 

Miniere in album per non dimenticare

Azioni artistiche divulgative nelle scuole primarie del progetto Qui lavorava mio nonno a cura dell’Associazione Minatori Memoria.

 

Laboratori del gusto a Villasalto

Le vie del grano (panificazione)

a cura di Giorgio Melis e Stefania Olla (tecnici LAORE Sardegna) in collaborazione con la Proloco di Villasalto

Su coccoi de fracca  a cura della comunità di Villasalto

Ricetta a tema a cura di Paolo Perella

 

 

 

 

Laboratori del gusto a Iglesias

a cura di Giuseppina Mocci, Nicolino Diana, Alberto Pili (LAORE Sardegna) , i produttori locali, la Società di Mutuo Soccorso Operaia Industriale,  il GAS (gruppo d’acquisto solidale) di Iglesias e Domus Amigas (Centro Sperimentazione Autosviluppo)

·          Miele a cura dell’azienda Fulvio Perdighe

·          Erbe di campo e loro trasformazione a cura di Paola Delussu

·          Dal latte al Formaggio a cura di Nicolino Diana e produttori locali

·          Olio a cura dell’azienda agricola Vincenza Usai

·          Le vie del grano (panificazione) a cura di Umberto Delussu

 

Per informazioni: Carovana, 070/6848107, carovana@tiscali.it



05-12-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
30-09-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=1702