Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    30 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Mostra: Il paesaggio normalizzato

Cagliari, il territorio e suoi margini








 

 

Venerdi 18 luglio alle ore 19.00 sarà inaugurata dall’Assessore alla Cultura del Comune di Cagliari Giorgio Pellegrini, la mostra Il paesaggio normalizzato - Cagliari, il territorio e suoi margini.

 

La città di Cagliari fa da sfondo alla collettiva dei fotografi: Mimmo Caruso, Nino Corona, Massimo Drago e Antonio Loi.

 

""


Esposte 92 foto a colori e in bianco e nero che analizzano il capoluogo sardo come fosse un organismo vivente, soprattutto nel rapporto centro- periferia, rimarcando lo sguardo su quest’ultima che spesso troviamo compressa all’interno dell’abitato.

 

I quattro autori propongono dei percorsi che si intersecano, nel senso che hanno concepito lo sviluppo del tema come un intervento, sì soggettivo, ma anche collettivo; quindi non per blocchi individuali, bensì confondendosi volutamente gli uni con gli altri, non in maniera formale, piuttosto in modo prettamente concettuale.

 

Tale contenuto viene espresso anche nel fatto che, senza averlo stabilito, in molti casi, essi hanno ripreso lo stesso soggetto con occhio diverso, giocando quindi con le similitudini e le differenze dei propri punti di vista.

 

Ogni realtà urbana ha una propria storia e Cagliari la mantiene pur nella sua evoluzione; compressa, tra il mare e l’hinterland, essa non viene stravolta dai fotografi, bensì trasfigurata dai loro punti di vista.

Ciò che lo sguardo analizza (e ricrea) è, principalmente, la trasformazione che Cagliari vive nel paesaggio tra passato e futuro.

Tra vestigia arcaiche e area metropolitana.

Si tratta di ricreare lo sguardo sulla città, per mostrare agli abitanti un luogo come non lo avevano mai percepito attraverso l’occhio del fotografo.

 

La mostra, le cui immagini sono raccolte in un catalogo con un testo critico di Massimo Sanna, sarà visitabile sino al 30 agosto.

 


 



18-07-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
30-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=1309