Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


ESTREMI: tra edonismo e nostalgia negli anni 2000

Mostra fotografica di GABRIELE MICALIZZI, ALESSANDRO SALA, GUGLIELMO TRUPIA



Come si può declinare il verbo “apparire” nel 2008?

Questa la domanda-motore propulsore della ricerca condotta da tre giovani fotoreporter italiani.

La risposta è un mix di edonismo e nostalgia, valori rispolverati e pronti all’uso da un lato e  la fede cieca nella Divina Moda dall’altro: ESTREMI, come sintetizza nel titolo della rassegna il curatore Sandro Iovine.

Gabriele Micalizzi e Guglielmo Trupia sondano l’insostenibile leggerezza dell’apparire nella mostra Metrosexual: termine nato dall’incrocio delle parole “metro” ed “eterosessuale”, “metrosexual” designa l’ultima frontiera della virilità, una nuova generazione di uomini doverosamente metropolitani (almeno nell’animo), fash! ion victim e decisamente glam! Micalizzi e Trupia ritraggono il “nuovo maschio” in pose prese in prestito dal ritratto rinascimentale, mixando l’originario taglio da fotoreporter con un gusto maggiormente modaiolo. Opposta, per stile e tematica, è Camerati, la ricerca di Alessandro Sala: confermando l’attaccamento al fotogiornalismo d’approfondimento, Sala ha operato a Predappio, indagando la realtà della nuova destra, la vita del gruppo, la condivisione dei valori, il significato della “divisa” e il tentativo di riesumare un passato dai contorni discutibili. Due ricerche apparentemente diverse ma accomunate non solo dalla formazione reportagistica dei fotografi ma anche dalla volontà di capire entro quali fronti si dibatte la società e, attraverso gli estremi, conciliarsi con il “territorio intermedio” della quotidianità.

In occasione della mostra fotografica verrà presentata EPPUR NON SI MUOVE, microrassegna di cortometraggi a cura di Sandro Iovine con video di Dodo Veneziano, Giuseppe Sinatra, Antonio Macaluso, Mario Iovino, Gabriele Micalizzi.


Alle ore 18:00 “Incontro con l’Autore”: i fotografi Alessandro Sala, Guglielmo Trupia e Gabriele Micalizzi dialogano con il pubblico. Coordina Sandro Iovine.


Alle ore 19:30 presentazione della mostra con i saluti del sindaco di Villanova Sebastiano Monti e il responsabile di SU PALATU Salvatore Ligios.


La mostra rimarrà aperta sino al 29 giugno 2008 e potrà essere visitata tutti i giorni dalle ore 16:30 alle 20:30 (lunedì chiuso).

L’ingresso è gratuito.

Catalogo in mostra a cura della Soter Editrice.

L’esposizione è organizzata in collaborazione con il Comune di Villanova Monteleone, la Regione Autonoma della Sardegna, la rivista IL FOTOGRAFO, la John Kaverdash Accademia di Fotografia, HP e CESURALAB.COM


Sandro Iovine (Roma, 1961) Dal 1999 direttore della rivista IL FOTOGRAFO, collabora con importanti testate giornalistiche nazionali.


Gabriele Micalizzi (Milano, 1984)  Si forma all’Istituto Statale d’Arte di Monza. Dopo aver lavorato per l’agenzia milanese New Press, frequenta la John Kaverdash Accademia di Fotografia e la scuola d’Arte Applicata del Castello Sforzesco.

Alessandro Sala (Milano, 1981) Dopo il diploma all’Istituto Statale d’Arte di Monza, lavora presso lo studio fotografico Controluce di Milano frequentando, contemporaneamente, la John Kaverdash Accademia di Fotografia. Nel 2006 inzia a collaborare con il fotogiornalista Alex Majoli.

Guglielmo Trupia (Vimercate, 1986) Si forma all’Istituto Statale d’Arte di Monza e alla John Kaverdash Accademia di Fotografia. Collabora come freelance con Vice Magazine e Superfly.




26-05-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=1125