Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Primo piano: Arte >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO ARTE

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Dodicesima edizione di Cagliari Monumenti Aperti

La due giorni sarà inaugurata sabato 3 maggio alle ore 10.30 nella Galleria del Bastione dello Sperone (Passeggiata Coperta del Bastione di Saint Remy), con ingresso al lato della Porta dei Leoni, per chiudersi domenica 4 maggio quando, a partire dalle ore 21, nell’Auditorium del Conservatorio di Musica “G. Pierluigi da Palestrina”, Syusy Blady autrice e conduttrice di fortunate trasmissioni televisive, terrà un incontro dal titolo Anche un sasso ci racconta il mondo nel quale condividerà col pubblico quanto sia importante e avventurosa la conoscenza del nostro passato, nel mondo e sotto casa nostra.

 

Cagliari Monumenti Aperti è un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e dalla associazione Imago Mundi, in qualità di coordinatore della rete di Monumenti Aperti. È supervisionata da un Comitato Tecnico ed animata da oltre 2000 volontari, espressione di ben centoottanta tra gruppi, associazioni enti e scuole, che accolgono i visitatori guidandoli alla scoperta di beni archeologici, storico-artistici e ambientali della città.

 

La promozione, la comunicazione e la didattica sono realizzate in collaborazione con il Consorzio Camù.

 

La manifestazione, promossa dal Comune di Cagliari, dal 1997 favorisce la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del capoluogo sardo e costituisce un’occasione consolidata di fruizione culturale e turistica che anima e rende protagonista la città. Un appuntamento con l’arte e con il territorio che da otto anni si è esteso anche a numerosi comuni da nord a sud dell’Isola.

 

L’EDIZIONE 2008

 

Novantacinquei monumenti che saranno aperti al pubblico sabato dalle 16 alle 20 e domenica, con orario continuato, dalle 9 alle 20.

 

Le date cagliaritane come in tutte le altre edizioni, saranno condivise da Capoterra che aprirà al pubblico: la Chiesa di Santa Barbara, la Chiesa di San Giacomo, la Torre Costiera di Su Loi, la Chiesa Parrocchiale di Sant’Efisio, la Chiesetta Stazionale a Su Loi, la Chiesa Parrocchiale di Poggio dei Pini.

Nella stessa occasione anche Settimo San Pietro, che partecipa per la prima volta alla manifestazione, aprirà l’Arca del Tempo, nel Parco archeologico di Cuccuru Nuraxi, collegata a Cagliari con un bus navetta gratuito da Piazza Costituzione.

 

Quella cagliaritana è anche la prima data della VIII edizione Regionale di Monumenti Aperti sostenuta dalla Provincia di Cagliari e congiuntamente dagli Assessorati del Turismo e dei Beni Culturali della Regione Autonoma della Sardegna.

 

Anche in questa edizione 2008, si è ripetuta la collaborazione con l’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea del CNR che ha dato vita a La storia si racconta, un ciclo di lezioni per ripercorrere le tappe più importanti della storia del capoluogo sardo. Nelle due giornate di Monumenti Aperti la collaborazione proseguirà con 10 incontri che i ricercatori del CNR terranno in 7 dei monumenti aperti. (informazioni dettagliate nella scheda allegata)

 

SPONSOR

 

La Manifestazione si avvale da quest’anno della collaborazione di tre nuovi sponsor privati: Tiscali,  Videolina e Recapiti Più, che contribuiranno a fornire un supporto promozionale e logistico di grande importanza e qualità.

 

LE NOVITA'


Sono sette le novità di rilievo e di grande interesse per questa edizione 2008.

 

Il Sottopiano del Palazzo Civico, un’area scandita da arcate in mattoni a vista, che ospiterà uffici, in prossimità dell’accesso sul Largo, mentre la restante zona verrà destinata all’archiviazione e esposizione dei documenti storici che riguardano la città, alla consultazione ed a locali tecnici.

 

La Galleria del bastione dello Sperone (Passeggiata Coperta del Bastione di Saint Remy) alla quale siaccede dall’ingresso di fianco alla Porta dei Leoni in Via Università. Si potranno visitare il percorso archeologico messo in luce dai lavori di risanamento, la cannoniera e il complesso dei cunicoli storici di origine militare, oltre ad un altro ambiente piccolo, ma molto alto che si trova a ridosso delle mura spagnole del Castello.

 

Altra importante novità, per Monumenti Aperti, è Villa Pollini chesorge ai piedi del colle di San Michele e prende il nome dal conte Gaetano Pollini, che la fece edificare nel 1812 con una struttura di gusto rococò. Ora è la sede operativa della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Cagliari e Oristano.

 

Nella Sede dell’Unione Italia Cechi e degli Ipovedenti, in via del Platano n°27, sarà invece possibile visitare la Mostra Permanente di Manufatti “ Pietro Casula”, che è composta da 60 copie di siti e reperti archeologici disponibili alla esplorazione tattile; cataloghi illustrativi in braille e in nero e didascalie in braille e in nero di tutte le opere esposte; la Biblioteca Multimediale; e la mappa del quartiere “Castello” di Cagliari che consente di visitare il quartiere cagliaritano visivamente o tattilmente.

 

Il Monumento a Carlo Felice fu realizzato dallo scultore sassarese Andrea Galassi nel 1829 al termine dei lavori stradali della Statale Cagliari - Sassari (1821-1829). Fu collocato in Piazza Yenne solo nel 1860 con l'intenzione di indicare, col braccio proteso, l'inizio della nuova strada Regia, nonostante a causa di un errore nel montaggio questa indichi nella direzione opposta.

 

Nell’area del Consiglio Regionale della Sardegna, oltre al percorso che illustra le 8 monumentali sculture di Costantino Nivola e i graffiti disegnati da Salvatore Fancello, si potrà visitare l’Area Archeologica sita al di sotto di uno dei parcheggi interrati del Palazzo, in particolare, pozzi, cisterne, vasche e canalizzazioni per la conservazione dell’acqua.

 

Una novità ancheper il Parco di Molentargius e la Città del Sale il cui percorso si arricchisce con la possibilità di visitare diversi manufatti appartenenti alle fortificazioni e ai sistemi difensivi di interesse storico-artistico del Fronte a terra di Cagliari relative al periodo bellico 1940-1943 tra cui il Caposaldo XV costituito da un fortino mimetizzato da torre o serbatoio e il Caposaldo XVI “Augusta” mimetizzata da costruzione.

 

Inoltre, dopo qualche anno di assenza, riaprono al pubblico, restaurati o con delle novità all’interno del percorso, alcuni siti di grande importanza per la storia cittadina: la Chiesa della Speranza, la Chiesetta Aragonese, la di Chiesa Sant’ Antonio Abate,la Basilica di San Saturnino, la Basilica di Santa Croce, la Biblioteca Comunale e l’Archivio Storico.

 

UN EURO PER LA CULTURA

Come nelle precedenti edizioni grazie ad Un Euro per la Cultura, tutti i partecipanti potranno sostenere la realizzazione della dodicesima edizione di Cagliari Monumenti Aperti.

La guida completa al programma della Manifestazione, a fronte di un contributo minimo di un euro, sarà disponibile nei seguenti siti: Anfiteatro romano Auditorium Comunale, Basilica Santa Croce, Biblioteca Universitaria, Casa Massonica, Castello di San Michele, Centro della Cultura Contadina, Chiesa Aragonese, Chiesa della Speranza, Chiesa di Santa Maria del Monte, Chiesa S. Agostino, Exma’, Galleria Comunale, Info point di Piazza Indipendenza, Sede Associazione Itzokor in via Lamarmora 123, Lazzaretto, Monumento Piazza Martiri, Monumento Piazza Yenne, Museo Archeologico, Ospedale S. Giorgio, Palazzo Civico al Sottopiano con entrata nel Largo Carlo Felice, Palazzo Floris-Thorel, Passeggiata Coperta, Teatro Civico, Teatro Lirico,Torre Elefante, Torre San Pancrazio, Tribunale Militare, Vetreria e Villa Pollini.

 

S-GUARDA LA CITTÀ!

Anche per l'edizione del 2008 Cagliari Monumenti Aperti propone, per il quarto anno consecutivo, una serie di attività riservate ai bambini dai tre ai dieci anni. Un divertente e creativo viaggio alla ricerca delle facciate dei monumenti che disegnano il volto della nostra città e nascondono tesori, personaggi e storie da scoprire. Quest'anno  si propone ai bambini di andare alla scoperta di: Galleria Comunale d'Arte (Giardini Pubblici), Oratorio del SS. Crocifisso (Piazza S. Giacomo), Bastione di Saint-Remy (Piazza Costituzione), Piccolo Auditorium  (Piazza Dettori). Lungo il percorso gli animatori consegneranno ai bambini un pass speciale e quanto serve per giocare a S-guarda la Città!; l'ultima tappa sarà l'Exma' dove i bambini parteciperanno alla realizzazione di una curiosa e coloratissima città e potranno ritirare un simpatico ricordo di queste giornate a spasso per i monumenti di Cagliari.

Quest'anno per Cagliari Monumenti Aperti il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze adotterà alcune importanti piazze della città e racconterà a grandi e piccini la storia di: Piazza del Carmine, Piazza Giovanni XXIII, Piazza Repubblica, Piazza San Cosimo e Piazzale De Pinedo (fronte Lazzaretto). Orari: sabato dalle 17.00-19.00, domenica 10.00-13.00.

S-guarda la Città! viene realizzato nell’ambito del progetto “La Città dei Bambini”, promosso dall’Assessorato delle Politiche Sociali del Comune di Cagliari. Il progetto è finanziato dalla legge 285/97.

 

CULTURA SENZA BARRIERE

Monumenti Aperti a Tutti. Questo lo slogan con il quale ritorna, ampliata nelle collaborazioni, l’iniziativa che si pone come obiettivo l’accessibilità a tutti i cittadini, soprattutto a chi si trova in condizioni di svantaggio e disabilità temporanea o permanente, ai monumenti della città di Cagliari. Si rinnovano e si potenziano quest’anno le collaborazioni con CTM, CO.A.DI (Consulta Associazioni Disabili del Comune di Cagliari), U.I.C.I (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), ENS (Ente Nazionale Sordi) che forniranno numerosi servizi in diversi siti. Una collaborazione che a partire da Monumenti Aperti si estende anche alle attività espositive dei Centri Comunali d’Arte e Cultura cittadini.

Mentre due novità assolute sono rappresentate quest’anno sia dalle visite guidate in lingua straniera (spagnolo, senegalese, inglese, brasiliano, portoghese, cinese, arabo, spagnolo, francese, ucraino, polacco, rumeno e tedesco), che verranno proposte in numerosi siti dalle associazioni che raggruppano le diverse etnie presenti in città, che da due brevi documentari video che saranno visibili all’ingresso della Torre di San Pancrazio e della Cripta di Santa Restituta, per consentire la “visita” a quanti non possono accedere ai due monumenti (informazioni dettagliate nella scheda allegata).

 

GUSTA LA CITTÀ

Per il quinto anno si rinnova, visto il grande successo, la collaborazione con la Confesercenti provinciale e con Confcommercio Cagliari che si fanno promotrici di un interessante connubio tra cultura e gastronomia.

Le due Confederazioni hanno invitato gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande a loro associati ad aprire la loro attività nelle giornate di Cagliari Monumenti Aperti affinché la manifestazione abbia un maggior successo e possa contribuire a far diventare Cagliari una vetrina interessante per il turismo e per il rilancio del commercio cittadino. I bar, ristoranti, trattorie, pizzerie offriranno anche quest’anno un menù dedicato alla manifestazione.

 

 

SYUSY BLADY

I biglietti per assistere alla serata con Syusy Blady sono in vendita nel Centro Comunale d’Arte e Cultura Exma’ di Cagliari (070 666399 - 655625) tutti i giorni inclusa la domenica (lunedì chiuso), dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

 

INFORMAZIONI

Monumenti Aperti ha sede a Cagliari presso l’Exma’, Via San Lucifero 71, telefono 070/6402115, dove è possibile rivolgersi per informazioni relative alla promozione ed organizzazione della manifestazione ed alla visita ai Beni Culturali della città. Un servizio informativo sarà disponibile presso gli Uffici dell’Assessorato alla Cultura di Cagliari ai seguenti numeri: 070/6776470 e 070/6776471 e nei seguenti orari: sabato dalle 16.00 alle 20.00 e la domenica dalle 9.00 alle 20.00.

INFO POINT.

Piazza Indipendenza: nel chiosco davanti alla Torre di San Pancrazio sarà possibile avere informazioni e materiali sulla manifestazione anche in lingua straniera. Grazie alla collaborazione dell’Università di Cagliari - Progetto ERASMUS.

BES.

Prosegue anche per questa edizione 2008 la collaborazione con il Contact Center BES, Best Events Sardinia, (Numero Verde 800 88 11 88), che fornisce informazioni in cinque lingue (italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo) attraverso più canali (telefono, mail, sms) su programmi, eventi, località, possibilità di alloggio e ristoro. E’ possibile telefonare dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19 e il Sabato e la Domenica dalle 10 alle 13.

Per qualsiasi informazione si può anche scrivere all’indirizzo mail: eventi@regione.sardegna.it

 

Il programma dettagliato di tutte le iniziative legate a Cagliari Monumenti aperti è disponibile all’interno della Guida. Il programma potrebbe subire variazioni. Informazioni aggiornate nel sito www.monumentiaperti.com



29-04-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=4&id=1003