Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    24 ottobre 2020
Home > Primo piano: Teatro >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO TEATRO

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Le storie di Leo

Spettacolo di animazione con musiche dal vivo

 

Da giovedì 10 a sabato 12 aprile la Compagnia Is Mascareddas riaprirà la sua sede agli appassionati del teatro di animazione.



Vi aspettiamo alle ore 21 per un aperitivo che vi accompagnerà in una sorta di visita guidata al laboratorio. L’occasione sarà utile per conoscere “dal vivo” il mestiere dei burattinai e, in generale, il contesto in cui nascono le creazioni di Is Mascareddas.



Oltre al laboratorio potrete visionare la Biblioteca Yorick che raccoglie un grande numero di libri e documenti sul teatro di figura nel mondo e di cui potete trovare il catalogo online cliccando su: http://www.ismascareddas.it/ita/biblioteca/catalogo.htm





Le serate si concluderanno con la messa in scena dello spettacolo Le Storie di Leo.



Donatella Pau, accompagnata al clarinetto da Angelo Vargiu, vi condurrà nella multiforme realtà inventata da Leonardo Da Vinci nelle sue Favole.





Data la limitata capienza del laboratorio, l’iniziativa è aperta, solo su prenotazione, ad un massimo di 20 persone a serata.



Il costo dell’ingresso è di 3 euro.





Raggiungerci è facile. La nostra sede è una casa campidanese in via Don Minzoni 7 a Quartucciu (per chi arriva da Cagliari si consiglia di percorrere la strada che costeggia il Centro Commerciale le Vele - via Delle Serre. Alla fine di via Delle Serre svoltare a destra e parcheggiare).



Per prenotazioni: mailto:ismascareddas@tiscali.it – 070 883644.



Per altre informazioni e curiosità su di noi visita il nostro sito http://www.ismascareddas.it  

 

 

 

Lettura teatrale delle Favole di Leonardo da Vinci

di Donatella Pau

Interpretazione e animazione a vista Donatella Pau

Clarinetto Angelo Vargiu

Oggetti e animali Donatella Pau, Tonino Murru, Mimmo Ferrari

Coproduzione Is Mascareddas – Laborintus 

 

 

Un ragno trova riparo dai pericoli del mondo esterno in una serratura, ma vi trova anche la fine dei suoi giorni: il confronto con la realtà è la sfida di ogni giorno, l’isolamento non porta a nulla. Un fringuello preferisce uccidere i suoi piccoli piuttosto che saperli prigionieri per sempre: l’amore materno non sia inutile lamento per la sorte tragica dei figli, ma coerenza con un principio inviolabile come l’amore per la libertà. Nelle favole di Leonardo da Vinci entriamo fin dalle prime battute in una esperienza di scoperta straordinaria, che incarna, con immediata evidenza, l’estraneità della grande letteratura per ragazzi ai facili pedagogismi, il raggiungimento di profonde moralità attraverso il rifiuto di ogni moralismo paternalista calato dall’alto.

Un tavolino inclinato è scena essenziale e unico filtro tra spettacolo e spettatore, un tavolino che ha le fattezze di un banchetto di scuola antico, che sbuca da un passato indefinibile. Su esso appaiono, prendono la scena o trasvolano, per ritornare poi nel buio, oggetti che sembrano generati da un baule magico, e che miniaturizzano la variegata realtà inventata da Leonardo: formiche, fringuelli, chiavi, serrature, cardellini, falconi, anatre, ragni, farfalle, topi, ostriche, chicchi di grano, costruiti con una dedizione artigianale e una attenzione al dettaglio che sono un tratto costante della poetica visiva di Is Mascareddas.

Accanto, insostituibile compagno di viaggio nel coloratissimo atlante naturale e animale disegnato da Leonardo, sorride, punge, scherza senza sosta il clarinetto allegro e giocoso di Angelo Vargiu, musicista che ama la profonda leggerezza del sorriso, in un dialogo imprevedibile in cui la musica eseguita dal vivo dà guizzi alla comicità, suggerisce sviluppi curiosi ai temi affrontati, getta nuova luce nella trama dei racconti. 

 

 

Tecnica di animazione: pupazzi e oggetti animati a vista

Esigenze tecniche: adatto a rappresentazioni in spazi piccoli, raccolti e oscurabili per un pubblico di massimo 50 persone

 


 

RASSEGNA STAMPA

 

Da www.eolo-ragazzi.it – ottobre 2007

 

….Donatella Pau di “Is Mascareddas “accompagnata dal clarinetto di Angelo Vargiu mette in scena in un originale teatro da tavola alcune deliziose"crudelissime" favole di Leonardo da Vinci. La narrazione è semplice e divertita con un utilizzo di oggetti e di animali di piacevole coinvolgimento, “Le storie di Leo”è un piccola performance dotata di preziosa leggerezza ed intelligenza adatta ad un pubblico totale.

 

MARIO BIANCHI

 

 

 

 

 

Da La Nuova Sardegna - 16 giugno 2007 - Le folgoranti intuizioni di Leonardo da Vinci

 

QUARTUCCIU. (…) «Le storie di Leo». Dove Leo sta per Leonardo da Vinci. Le storie in realtà sono favole. Favolette dalla struttura talmente esile che possono passare su un piccolo tavolino di legno posto al centro di una sala piena di libri e di manifesti. Donatella Pau è da sola a muovere i suoi oggetti, i suoi animali di pezza, le sue esili creature di un mondo dominato dalla crudeltà della vita e della natura. E' questa la visione del mondo di Leonardo da Vinci? Una farfalla eterea volteggia placida sopra un lume. Sembra un'immagine poetica e rarefatta della bellezza della natura. Ma la farfalla vola troppo vicino alla fiamma e la fiamma in pochi secondi ruba il suo corpo alla vita. Morale? Non bruciatevi? State lontani dalle tentazioni? Da tutto cio' che luccica? La filosofia leonardesca si nutre di un solido pessimismo che Donatella Pau, con a fianco il clarinettista Angelo Vargiu autore di una pregevole colonna sonora, interpreta con brechtiano distacco. Sembra dire: guardate che la natura è senza pieta'! E dire che Leonardo lo diceva trecento anni prima di Leopardi, è vero quindi che aveva intuizioni fulminanti. E' infatti in questo mondo senza speranza, gli asini muoiono annegati nell'acqua gelata, le formiche schiacciate dal peso di una spiga, il ragno dalla chiave di ferro nella topa, la pulce dalle sue responsabilità.

 

ENRICO PAU

 

 

 



07-04-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
24-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=2&id=914