Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    26 settembre 2020
Home > Primo piano: Teatro >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO TEATRO

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


I Pandemonium e il Gobbo delle Nostre Dame

doppio appuntamento in Sardegna



Approda in Sardegna la comicità de I Pandemonium. Dopo la fortunata serie di rappresentazioni in numerosi teatri della penisola debutta anche nell’isola con un breve tour di due date la parodia in chiave musicale “Il Gobbo delle Nostre Dame” diretta dal maestro della risata Pippo Franco.

Firmato a otto mani da Geppi di Stasio, Gianni Mauro, Gian Michele Meloni e Mariano Perrella, lo spettacolo interpretato dalla compagnia I Pandemonium va in scena mercoledì 19 agosto, alle ore 21,30 al Forte della Maddalena di Alghero.

 

Nella suggestiva cornice della fortificazione edificata nel 500 il pubblico potrà assistere a cento dieci minuti di un’esilarante rilettura in chiave umoristica e musicale, non solo della celebre storia scritta da Victor Hugo, ma del mastodontico musical ideato da David Zard e firmato da Riccardo Cocciante il “Gobbo di Notre Dame”.

 

Con la sapiente regia del mago della risata italiana Pippo Franco, in una sorta di musical, tra cambi di costumi, effetti di luci e scenici, le intense passioni e le lacrime dell’opera originaria sono trasformate in risate e ripetuti momenti di forte comicità alla maniera del famoso “Quartetto Cetra”.

Il perno attorno a cui si dipanano le battute interpretate sul palcoscenico da Mariano Perrella, Gianna Carlotta, Annarita Pirastu, Patrizia Tapparelli, Francesco Biolchini e Sandra Caruso, circondati dai ballerini e acrobati Giulia Antonimi, Loredana Luccini e Daniele Scorpati, è la gobba del povero Quasimodo, l’infelice protagonista di questo dramma comico.

 

Come in un vero thriller che si rispetti, tra testi cuciti ad arte, brani musicali e balletti, i protagonisti circondano di mistero la gobba. Quella fastidiosa deformazione che all’insaputa del malcapitato Quasimodo, in realtà nasconde un prezioso smeraldo, è l’oggetto della contesa tra il prete, l’arcidiacono Frollo che non vuole assolutamente separarsi dal suo gobbo e tre signore della borghesia francese anche loro in combutta per accaparrarsi Quasimodo.

Ma alla fine con un colpo di scena salta fuori il solito terzo incomodo e si porta via lo smeraldo.

 

Dopo la prima grande serata I Pandemonium prendono commiato dal pubblico algherese e si trasferiscono a Carbonia per il secondo appuntamento con il pubblico sardo. Nella cittadina mineraria del Sulcis la compagnia di Mariano Perrella e soci sono attesi giovedì 20 agosto, alle ore 21,30 sul palcoscenico di Piazza Roma. 

 

La data nella città catalana, inserita nel cartellone del Festivalguer e del Festival La Musica che Gira Intorno 2009, è organizzata dall’associazione culturale “La via del Collegio” con il patrocinio dell’Assessorato Turismo e Spettacolo della Città di Alghero.

 

Lo spettacolo in scena a Carbonia (ingresso gratuito) è proposto sempre dall’associazione culturale “La via del Collegio” per la nuova edizione del Festival La Musica che Gira Intorno 2009 e Carbonia Estiamoinsieme 2009.

 

Il laboratorio Pandemonium nasce nel 1976 alla RCA Italiana con l’idea di mettere insieme in una sorta di coabitazione i nuovi talenti emergenti in Italia, attori, cantanti, autori addetti delle spettacolo per creare una sorta di interazione artistica. In principio sono seguiti da famosi autori ed arrangiatori quali Piero Pintucci, coreografi quali Franco Miseria. Dopo diversi anni di ‘palestra’ alcuni elementi del laboratorio intraprendono nuove strade come Dario Farina cui si devono i più grandi successi dei Ricchi e Poveri e di altri artisti, Michele Paulicelli, autore del musical Forza Venite Gente e il cantautore Amedeo Minghi, che con il gruppo incide L'immenso, suo primo successo discografico. L’esordio sulla scena risale al 1976 quando fanno la loro comparsa in uno speciale capodanno televisivo da Campione d’Italia presentato da Pippo Baudo.

Tra il 1978 e il 1979, i Pandemonium iniziano una collaborazione con Gabriella Ferrie Gigi Proietti. L’ex laboratorio pandemonium pian piano prende i precisi connotati e di gruppo teatro-canzone. Assieme a Gabriella Ferri in quel periodo realizza lo spettacolo ‘...E adesso andiamo a incominciare’. In seguito con Gigi Proietti nasce una collaborazione discografica ed artistica che sfocia nello spettacolo scritto e diretto da Luigi Magni la ‘Commedia di Gaetanaccio’.

Nel 1979 partecipano al Festival di Sanremo con il brano dissacrante e provocatorio dal titolo ‘Tu fai schifo sempre’. In seguito a questa partecipazione alla gara canora, il gruppo ottiene una grossa popolarità e vende migliaia di dischi. Dopo aver trovato una precisa identità nel panorama artistico italiano, i Pandemonium iniziano un periodo di autogestione e affidano la leadership a Mariano PerrellaG. B. Show”, Gianna Carlotta, Gianni Mauro, Mariano Perrella, Anna Pirastu, Patrizia Tapparelli e  Gianni Mauro, autori di buona parte del repertorio proposto negli spettacoli. Tra i brani più rappresentativi del loro percorso musicale vanno ricordati “Barista", "Sexy Cola", "Fatte curà", "La colpa è di Maria" (Azzurro 1982), "Canzone scartata" (prima classificata al Festival della Canzone Comica di Viareggio, Premio Burlamacco del 1990). Alternando la propria attività tra musica e teatro, grazie alla notevole professionalità acquisita, oltre che alla loro tipica ironia, riescono a ritagliarsi una dimensione particolare nel panorama dello spettacolo italiano. Qualità queste che nel corso della lunga carriera sul palcoscenico, li ha visti spesso impegnati in importanti collaborazioni con prestigiosi artisti come Renato Rascel “In bocca al lupo”, Gino Bramieri “Pippo Franco, Oreste Lionello, Rino Gaetano, Giorgio Gaber e altri personaggi dello spettacolo di grande spessore. Nel 1998 vincono il Premio "Quartetto Cetra" per i gruppi vocali nel settore Cabaret musicale. Per la critica sono i naturali eredi del "Quartetto Cetra". Attualmente il gruppo è formato da

 

Per lo spettacolo nella cittadina catalana, il biglietto per il posto unico costa 7 euro

 

I biglietti si possono acquistare nei seguenti punti vendita:

Cagliari: Box Office, Viale Regina margherita, 43 tel. 070 657428 

Alghero: Discofever tel. 079 9731057

Sassari: Messaggerie Sarde tel. 079 230028

Sassari: Ticketok tel. 079 2822015

Macomer: Lo gozzo tel. 078 5747196

Vendite on line:




17-08-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
26-09-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=2&id=2139