Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    21 settembre 2020
Home > Primo piano: Teatro >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO TEATRO

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Il Grande Teatro dei Piccoli

Stagione di Teatro Ragazzi



Il 18 ottobre prenderà il via all’Auditorium Comunale in piazza Dettori a Cagliari la nona edizione de “Il Grande Teatro dei Piccoli”. Anche quest’anno il cartellone della stagione della Compagnia Is Mascareddas è ricco di prime visioni per il pubblico sardo (sei titoli per diciotto recite distribuite nell’arco di tre mesi fino al 22 dicembre) e porterà sul palcoscenico del Piccolo Auditorium nomi che hanno fatto la storia del teatro ragazzi in Italia, insieme ad una compagnia che arriva da Vienna.

 

La stagione, organizzata con il contributo fondamentale dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e della Fondazione Banco di Sardegna, è inserita anche quest’anno nell’ambito de “La Città dei Bambini”, progetto curato dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cagliari grazie al finanziamento statale della legge 285 del 1997. Gli altri sponsor istituzionali della manifestazione sono la Regione Autonoma della Sardegna e il MIbac.

 

“il Grande Teatro dei Piccoli” 2008 inizierà sabato 18 e domenica 19 ottobre alle ore 18 e lunedì 20 ottobre alle ore 10.30 (matinée scuole) con Stilema – unoteatro. La compagnia torinese porterà in scena Storia di un palloncino (teatro d’attore con oggetti). Lo spettacolo, scritto e interpretato da Silvano Antonelli, ha vinto il Biglietto d’oro per il Teatro AGIS – ETI 2007/2008 Teatro Infanzia e Gioventù. Il riconoscimento, assegnato in base al numero dei biglietti venduti (nel caso di Palloncini 20.648), è organizzato su impulso del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dall'Agis e dall'Eti, in collaborazione con Spoleto 51 Festival dei Due Mondi.

Antonelli ha fondato nel 1983 Stilema, ma le origini della sua carriera artistica risalgono alla metà degli anni ’70, un periodo fondamentale per la nascita e lo sviluppo del teatro ragazzi in Italia. L’attore e autore di Torino è stato uno dei primi a orientare la sua ricerca drammaturgica verso il pubblico dei bambini.

 

Dalle narrazioni di Antonelli si passerà, sabato 25 e domenica 26 ottobre- alle ore 18 e lunedì 27 ottobre alle ore 10.30 (matinée scuole), al teatro di burattini rappresentato, da Peter Ivan Chelu. L’animatore rumeno, creatore della Compagnia Fabularia & Peregrini, porterà in scena Come Kasper diventò re.

Il protagonista della piéce è una maschera tradizionale austriaca, una sorta di Pulcinella viennese, dotato per l’occasione di una macchina rossa marca “Oltimer” e di un grande spirito d’avventura, che lo porta a cadere come l’Alice di Lewis Carroll dentro un buco. Qui trova il regno del mesto re Ildebrando di Tristiglia, l’immancabile drago e la principessa Colombina da liberare.

 

Sabato 8 e domenica 9 novembre alle ore 18 e lunedì 10 novembre alle ore 10.30 (matinée scuole) ritornerà La Botte e il Cilindro. Il teatro d’innovazione per l’infanzia  debutterà a Cagliari con  Don Chisciotte e Sancio Panza.

Nel nuovo lavoro della compagnia sassarese sono messe a confronto le due figure del cavaliere colto, ma folle e sprovveduto e del servitore ignorante, ma dotato di intelligenza pratica e di scaltrezza. Il grande rapporto d’amicizia tra il padrone e il suo scudiero è al centro dello spettacolo adattato da Nadia Imperio, diretto daPier Paolo Conconi e interpretato da Stefano Chessa, Luisella Conti, Nadia Imperio, Antonella Masala e Maurizio Giordo.

 

 

Sabato 22 e domenica 23 novembre alle ore 18 e lunedì 24 novembre alle ore 10.30 (matinée scuole) sarà la volta di Serra Teatro.

La compagnia di Rimini approderà per la prima volta in Sardegna portando in scena storia del Gallo Sebastiano. Lo spettacolo di prosa, basato sull’omonimo racconto di Ada Prospero Gobetti, è un titolo molto apprezzato dalla critica di settore.

Tra i riconoscimenti attribuiti alla coproduzione 2004 Serra Teatro e l’arboreto – Mondaino si può citare il Premio Eolo Awards Manuela Fralleone: migliore novità 2005.

Storia del Gallo Sebastiano parla di diversità, o meglio, dell’affermazione della diversità sulla normalità. Come il Palloncino protagonista della piéce di Antonelli non riesce mai a stare con la testa per terra perché tende a volare su nel cielo e a perdersi nei suoi sogni, il Gallo Sebastiano è un piccolo pennuto nato tredicesimo in un mondo dove si conta sempre e solo fino a dodici. Lo spettacolo di Serra Teatro è scritto e diretto da Marcello Chiarenza e interpretato da Paola Baldarelli, Pier Paolo Paolizzi e Lucia Püchler.

 

 

Sabato 13 e domenica 14 dicembre alle ore 18 e lunedì 15 dicembre alle ore 10.30 (matinée scuole) tornerà in Sardegna il Teatro Laboratorio di Brescia, già ospite di Is Mascareddas

a Teulada nella prima edizione del Festival Animar. Per l’occasione l’attore e animatore   Abderrahim El Hadiripresenterà Heina e Il Ghul. La storia si basa su una fiaba tradizionale araba e la narrazione avviene in lingua originale.

Nello spettacolo diretto da Mario Gumina El Hadiri mostra tutta la potenzialità musicale ed evocativa dell’arabo, affiancando alla narrazione una forte gestualità. La formula drammaturgica di Heina e Il Ghul è davvero capace di superare la barriera della diversità linguistica tra lo spettatore e il narratore, “trasportando la lingua dell’attore nel corpo”.

 

Chiuderà la nona edizione de Il Grande Teatro dei Piccoli sabato 20 e domenica 21 dicembre alle ore 18 e lunedì 22 dicembre alle ore 10.30 (matinée scuole) lacompagnia Drammatico Vegetale con lo spettacolo di animazione a vista di pupazzi e videoproiezioni Mignolina e lo spirito del fiore.

Basato sulla fiaba omonima di Andersen Mignolina è il titolo più “estetico” della stagione. La ricerca di un equilibrio formale tra l’interpretazione attoriale, l’animazione a vista di pupazzi che diventano un tutt’uno con il manipolatore e le musiche originali, è un carattere peculiare della ricerca drammaturgia sviluppata lungo più di trent’anni di carriera della compagnia di Ravenna.

 

 

 

 

Biglietti

 

Bambini: 4 euro

Adulti: 5 euro

Matinée scuole: 3 euro

 

Abbonamenti recite serali: 6 spettacoli ottobre dicembre 22 euro + 2 euro di prevendita*

                    

                    *Prevendita presso BOXOFFICE SARDEGNA TICKET

                    viale Regina Margherita 43 – Cagliari

                    Info. www.boxofficesardegna.it -  070 657428

 

 

Abbonamenti matinée - scuole: 6 spettacoli ottobre dicembre 15 euro

                                             Info. ismascareddas@tiscali.it - 070 883644

 

 

Il Grande Teatro dei Piccoli è sostenuto dagli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Sociali del Comune di Cagliari, dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Autonoma della Sardegna, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo e dalla Fondazione Banco di Sardegna.

 




21-11-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
21-09-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=2&id=1547&invio_mail=1