Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    24 settembre 2020
Home > Primo piano: Teatro >
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRIMO PIANO TEATRO

 
Cinema Musica Teatro Danza Arte


Ritorna Jacopo Cullin a Cagliari con il nuovo esilarante spettacolo

Ritorna Jacopo Cullin a Cagliari con il nuovo esilarante spettacolo "Non ricordo nulla". Il fenomeno sardo della risata sarà all'Anfiteatro romano il prossimo 3 settembre, ospite della rassegna "La musica che gira intorno" organizzata dalla Via del Collegio.



Dopo un anno dall'ultima tournèe nell'isola che lo ha visto registrare nelle venti tappe il tutto esaurito e in chiusura un pubblico di oltre diecimila persone accorse da tutti gli angoli della Sardegna per vederlo nelle vesti dei suoi irresistibili e spassosi personaggi, l'autentico mattatore cagliaritano direttamente dalla capitale, dove attualmente sta studiando presso l'Actor's Center diretto da uno dei più grandi maestri di recitazione d'Europa, Michael Margotta, sbarca nel capoluogo sardo per l'unica tappa nell'isola dell'inedito show teatrale, per la quale è già partita la prevendita dei biglietti (Prezzi: platea:20€; 1° e 2° anello:15€, 3° anello: 10€) presso il BOX OFFICE di V.le Regina Margherita n° 43 Cagliari - tel. 070/657428.



Un incredibile show in compagnia del simpaticissimo Iacopo nel quale ci sarà spazio per nuove gags e nuovi strani "soggetti", oltre ai già noti mitici eroi della quotidianità popolare sarda usciti dal suo genio comico, compreso il divertente pensionato diventato celebre per il tormentone "...ooooooh Roberto!".



Protagonista principale, Jacopo Cullin, nel ruolo di otto tipi piuttosto bizzarri che messi a nudo dalla bravura eccezionale dell'attore sardo, mettono in mostra le peculiarità umoristiche della cagliaritanità e dei sardi, esasperate in scena dalla sua comicità irrefrenabile: un pensionato, un gaggio, un uomo delle pulizie, un uomo riccio, un uomo dalle mille risorse con il suo inseparabile "dainese", il pensionato di Guasila, e ancora altri, a sorpresa. Otto macchiette si alterneranno dunque sul palcoscenico della suggestiva arena romana.



In "Non ricordo nulla" Jacopo, in preda ad una amnesia temporanea, e il suo "vecchio" amico, Gabriele, interpretato dal comico sardo Gabriele Cossu, si danno appuntamento in un bar per cercare il modo di risolvere questa fastidiosa perdita della memoria. Iacopo uscirà di scena alla ricerca della memoria perduta e di volta in volta Gabriele verrà avvicinato da imprevedibili e stravaganti personaggi come "Salvatore Pilloni", il giovane selargino dalle mille risorse, o "Mario", l'uomo delle pulizie con problemi di meteorismo assunto da poco nel bar, o il mitico "Signor Tonino", papà di un 44enne che risponde al nome di Roberto. Ma ci saranno anche due nuovi personaggi come "Angioletto Biddi' e Proccu", il pensionato di Guasila in grado di affrontare qualsiasi argomento e addirittura di suggerire a Gorge W. Bush un modo per "fregare" Bin Laden. In scena anche un musicista di strada, che oltre ad eseguire dal vivo la "colonna sonora", sarà ripetutamente chiamato in causa a chiudere il cerchio delle divertenti scenette dall'umorismo inarrestabile. Alcuni spettatori, estratti a caso, se consenzienti, avranno la possibilità di godersi lo spettacolo, comodamente seduti nel tavolino in scena, come dei veri clienti del bar allestito sul palco.



La regia, la scenografia, le musiche inedite e i costumi dello spettacolo portano anche in questo spettacolo la firma di Jacopo Cullin.



Una ricetta esplosiva di ilarità e ironia scritta appositamente dall'attore-cabarettista cagliaritano per dedicarla alla sua terra, dalla quale manca ormai da due anni. Nel 2005 infatti è entrato a far parte dell'Actor's Center di Roma, una delle migliori scuole di recitazione italiane, superandone brillantemente le selezioni. Da allora Jacopo segue regolarmente i corsi, diventando solo dopo sei mesi membro "ad honorem" della scuola prestigiosa al fianco del maestro Michael Margotta, uno dei più stretti discepoli di Lee Strasberg e membro dell'Actor's Studio di New York e Los Angeles. Margotta di recente ha deciso di tornare sul palcoscenico con uno spettacolo su August Strindberg con quattro personaggi. Uno di questi sarà interpretato da Jacopo Cullin con un testo rigorosamente in inglese. Una grande soddisfazione per il giovane attore che però non intacca minimamente la sua grande modestia e semplicità e che, malgrado stia assaporando il piacere di lavorare con uno dei più grandi maestri di recitazione, non dimentica la sua città sempre presente nel cuore e la sua adorata isola, dalla quale, spiega Iacopo: <>.



Non solo gags ma una vera e propria pièce teatrale con finale a sorpresa, condotta abilmente dalla bravura straordinaria di Jacopo Cullin grazie al quale, battute e risate travolgenti, non mancheranno.




12-08-2007
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
24-09-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=news&canale=2&id=120