Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    20 novembre 2019
Home > Cartellone > La vecchia macchina
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



La vecchia macchina

Un avvincente e divertente viaggio alla scoperta degli oggetti e della fantasia presente in ognuno d

 

 

Domenica 06 aprile alle 18 al Teatro delle Saline – Via la Palma – Cagliari, andrà in scena la compagnia del Cocomero con lo spettacolo La vecchia macchina.

 

Riallestimento-regia di Rahul Bernardelli. Con Silvia Pintus, Daniele Pettinau, Davide D’Elia, Rahul Bernardelli.

 

L’obiettivo. Lo spettacolo nasce dalla volontà di comunicare ai bambini il valore delle cose e degli oggetti che ci circondano, non solo per il loro uso immediato e contingente, ma anche per quello sentimentale e rappresentativo. Gli oggetti rappresentano un’importante codice comunicativo e affettivo con l’adulto. Oggi l’oggetto gioco – spettacolo è diventato un bene di consumo, grazie ad una struttura produttiva che realizza miliardi. E così anche l’immagine del bambino diviene superstar, tramutato in primattore spettacolare di quiz, giochi a premio, sfilate, festival, serial, short pubblicitari. Un quadro mercificato d’infanzia fittizia, sempre più immagine, spettacolo, consumo e sempre meno presenza reale, viva e autentica nella società: occasione quotidiana d’incontro, dialogo, presenza, impegno.

 

Giocattoli e mercato. L’oggetto giocattolo è entrato da tempo nella dinamica di questo meccanismo perverso di consumo, che lo ha reso “oggetto improprio” cioè non sempre orientato ad uno scopo, ma all’essere acquistato per valori estranei a sé stesso, con aspettative tutt’altro che ludiche, ma spesso creano insoddisfazione, delusione e perfino abbandono. Il concetto di gioco, come esperienza d’adattamento al reale, si afferma nel bambino come insopprimibile strumento di mediazione e di comunicazione tra il soggetto e l’ambiente.

 

La vecchia macchina. Ed è per questo che nello spettacolo “La Vecchia Macchina” si ripercorrono esperienze proprie della costruzione del gioco, dove si recupera il rapporto emotivo con il “vecchio oggetto”, creando una volontà di conservazione e insostituibilità. La costruzione del testo e delle canzoni, si poggia sulle tecniche propriamente conosciute della musica, dove la storia e la musica si fondono in un unico e armonico linguaggio espressivo, che conserva da un lato il gioco e dall’altro l’intelligibilità del messaggio teatrale.



04-04-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
20-11-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=906