Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Cartellone > Grande festa per i bambini
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Grande festa per i bambini

al Castello San Michele di Cagliari

Giovedì 20 dicembre con inizio alle ore 10, al Centro Comunale d'Arte e Cultura Castello San Michele di Cagliari si terrà, alla presenza di quasi quattrocento bambini, la festa di inaugurazione delle mostre che gli assessorati cittadini alla Cultura e Politiche Sociali propongono per i più piccoli fino al 17 febbraio prossimo, in collaborazione con il Consorzio Camù.

 

Le antiche sale del Castello San Michele proporranno infatti tre mostre: al piano terra troverà spazio un'esposizione dedicata ai giocattoli antichi grazie alla quale i bambini potranno viaggiare nel tempo e scoprire come i loro nonni e i loro genitori trascorrevano il momento del gioco.

I giocattoli esposti provengono tutti dalla raccolta realizzata dal collezionista Beppe Deplano in trent'anni di ricerche in tutta Europa e che conta oltre tremila pezzi.

L'arco temporale di produzione dei giocattoli parte dalla fine dell' 800 e attraversa quasi tutto il '900 sino agli anni '80. In mostra sono proposte varie tipologie di giocattoli: da quello povero, affascinante pur nella sua semplicità, a quello ricco, pregiato e sofisticato, spesso amato più dagli adulti che dai bambini.

Tra le varie sezioni, di grande interesse sono quelle dedicate al giocattolo di latta, ai modellini di automobili, ai giocattoli di legno e ai giochi da spiaggia.

 

La stessa sala ospiterà un'altra esposizione di marionette, burattini e teatri che la compagnia Is Mascareddas ha realizzato dal 1980 ad oggi: un'istantanea sul suo mondo poetico attraverso i burattini, le marionette, i pupazzi di undici spettacoli: dal racconto pirandelliano de La Giara (1985), alla storia del jazz in Una notte in Tunisia (1987), fino alla trilogia dedicata al burattino sardo Areste Paganòs.

La compagnia Is Mascareddas è stata vincitrice lo scorso anno della Marionetta d'Oro, il più importante riconoscimento nazionale per gli artisti del teatro di figura.

 

In occasione di queste due mostre gli operatori didattici del Consorzio Camù hanno ideato il laboratorio dal titolo Favole su tre dita dedicato ai bambini fra i 7 e gli 11 anni.

Dopo la scelta di una favola classica, conosciuta da tutti i bambini, si selezioneranno i personaggi principali e si realizzeranno dei burattini di cartapesta con i tratti principali e i particolari che caratterizzano ogni personaggio. Con i burattini realizzati si metterà in scena la fiaba.

 

Il primo piano del Castello sarà invece interamente dedicato a Pinocchio con una mostra laboratorio dal titolo Pinocchio secondo me... in cui anche i grandi potranno ammirare le più preziose e antiche edizioni del celebre capolavoro di Collodi. Per i più piccoli (fra i 5 e i 10 anni) la visita alla mostra sarà strutturata partendo dalla lettura animata della fiaba di Pinocchio, con una selezione da parte degli operatori dei passi più espressivi della storia. Attraverso un percorso studiato all'interno della sala, si seguirà in ordine cronologico lo svolgersi della fiaba, soffermandosi sugli episodi più significativi e sui personaggi che maggiormente incarnano i valori propugnati da Collodi.

L'attività prevede per ogni momento della vicenda preso in esame, un momento di riflessione e di maggior comprensione, tramite la realizzazione da parte di ciascun bambino del proprio libro di Pinocchio, con testi ed illustrazioni, fantasia e creatività e tanti materiali da usare con diverse tecniche da sperimentare. Ad esempio, i partecipanti costruiranno il burattino di Pinocchio, "vestiranno" la Fata Turchina, disegneranno l'orrida faccia di Mangiafuoco, scopriranno cosa c'è nella pancia del pescecane e così via. Alla fine della visita animata avranno la loro versione personale della fiaba e potranno portarla a casa. Per informazioni e prenotazioni: 070.500.656 - www.camuweb.it

 

 

Sempre dedicato ai più piccoli, ma al Lazzaretto di Sant'Elia, continua invece il laboratorio Presepe di pasta. Il laboratorio, rivolto a bambini tra i 6 e i 10 anni è stato progettato come attività educativa legata alla mostra sui presepi che, per il terzo anno consecutivo, si terrà nell'ex Lazzaretto proprio nel periodo delle feste natalizie. La proposta mira a stimolare la fantasia dei bambini attraverso un gioco divertente e creativo che possa produrre dei risultati tangibili e permanenti con l'utilizzo di materiale di uso quotidiano. E' importante che i piccoli partecipanti possano riconoscere la possibilità di "fare-giocando" e "giocare-facendo" ed il valore che acquista un regalo realizzato da chi lo dona, con la propria fantasia e con le proprie mani.

Dopo la visita alla mostra ed una breve storia del presepe, i partecipanti , accompagnati da un operatore, creeranno il proprio presepe utilizzando la pasta da cucina in vari formati per realizzare i personaggi, la capanna e l'ambientazione. Per informazioni e prenotazioni: 070.383.8085 - www.camuweb.it



04-01-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=468