Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    21 agosto 2019
Home > Cartellone > La città infinita
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



La città infinita

Quando la periferia diventa il centro


Contatta


Nome*

Email*

Codice*

Messaggio*




Max Pisu a fare da ospite d’eccezione con il suo ultimo spettacolo, alcune fra le proposte più originali della scena nazionale, incontri, reading e buffet enogastronomico-teatrali. Questo il ricco menù delle due intense giornate che saranno ospitate al Teatro Massimo di Cagliari, sabato 30 e domenica 31 maggio, atto conclusivo del progetto “La città infinita – Quando la periferia diventa il centro”, organizzato e promosso dall’associazione Anfiteatro Sud, sotto la direzione artistica di Susanna Mameli.

IL PROGETTO. Anfiteatro Sud è l’unica realtà sarda, e del Centro-Sud d’Italia, ad avere beneficiato per le annualità 2014/2015 di un contributo nell’ambito del progetto Funder35, il fondo per l’impresa culturale giovanile creato da 10 fondazioni bancarie, tra cui la Fondazione Banco di Sardegna. Il progetto premiato, “La città infinita – Quando la periferia diventa il centro”, ha preso il via nello scorso settembre, inserito nella Settimana Europea della Mobilità Sostenibile e realizzato a Cagliari sugli autobus delle principali linee urbane del CTM. Anfiteatro Sud ha poi organizzato a Capoterra, al PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI (lo spazio che gestisce), quattro residenze che hanno coinvolto artisti di provenienza regionale, nazionale e internazionale, ora ospiti della fase finale del progetto. L’evento è finanziato da Funder35, Fondazione Banco di Sardegna e Comune di Capoterra, con la collaborazione del Comune di Cagliari e di Sardegna Teatro.

IL PROGRAMMA. Si parte sabato 30 maggio, alle 18.30, nella Sala M2, con lo spettacolo PER UNA BIOGRAFIA DELLA FAME, messo in scena da “Le brugole & co”, compagnia che ha fatto parte della fucina di “Zelig Off” e ha partecipato al programma “Bambine cattive” di Comedy Central.La pièce, un monologo di e con Annagaia Marchioro (collaborazione alla drammaturgia Chiara Boscaro, disegno animato dal vivo Anna Resmini, la regia è di Alessia Gennari), è tratta da Biografia della fame”, eccentrico romanzo autobiografico di Amélie Nothomb.

Alle 20 la Sala M3 ospita due videoinstallazioni. In REAL BEAUTY, di Camera Nera (uno studio cinematografico indipendente fondato nel 2012 da Valeria Cocco e Lukasz Ċšródka)e YOU – DOCUFCTION TEATRALE PER UN PIANETA ALTRO, della compagnia Manimotò.

Sempre sabato, dalle 21, LA CULTURA SI MANGIA, reading e buffet, azioni teatrali e storie narrate con musica dal vivo nella Terrazza del Massimo. ConCristina Fonnesu, che propone “Cecenia” di Anna Politkovskaja e “La concessione del telefono” di Andrea Camilleri; Marta Proietti Orzella, che offre i monologhi “Un pesciolino” di Pier Paolo Pasolini e “La sessuologa” di Anna Marchesini; dalla cantante e attrice Annalisa Mameli, con “Edith Piaf, la voce dell'anima” e “Chavela Vargas, l'ultima sciamana”. A curare l’accompagnamento musicale Corrado Aragoni (pianoforte) e Gianluca Pauselli (chitarra).

A seguire, arriva nella Sala M2 Max Pisu, attore comico e cabarettista conosciuto al grande pubblico, dalla lunga gavetta, fra tv (Zelig), cinema e teatro. In scena il suo ultimo spettacolo AMNESIE, scritto insieme a Riccardo Piferi, che cura anche la regia (produzione Mat&Teo).Monologhi (Pisu in scena è solo), personaggi divertenti, quotidiani e bizzarri allo stesso tempo, una sorta di campionario umano. C’è un entusiasta che deve organizzare una festa; uno curioso, un po' invadente, in attesa dal dentista; un “bamboccione”, un uomo di sinistra, un neonato, e tanti altri personaggi, che danno la misura di quanto possa essere “surreale” la realtà e di come sia straordinario il quotidiano.

Domenica 31 maggio, la seconda giornata de “La città infinita”. Si comincia alle 19.30 (Terrazza del Massimo) con LA CULTURA SI MANGIA. Questo il menù festivo, ancora fra reading e buffet: “La concessione del telefono” di Andrea Camilleri, cucinato e servito da Cristina Fonnesu; “La sessuologa” di Anna Marchesini, proposto da Marta Proietti Orzella e “Chavela Vargas, l'ultima sciamana”, di Annalisa Mameli. Nella Sala M3 saranno di nuovo allestite le videoinstallazioni REAL BEAUTY e YOU – DOCUFICTION TEATRALE PER UN PIANETA ALTRO.

Alle 21 nella Sala M2 va in scena A QUEL PAESE, spettacolo di Francesco Civile, con la collaborazione di Daniel Dwerryhouse. SPETTACOLO COMICO CONTRO L’ABUSO DI ROUTINE!, il sottotitolo. In una grande e caotica città vive Bruno, un uomo schivo, riservato e abitudinario. Un giorno, durante la sua classica coda settimanale all'ufficio postale, incontra un uomo: Felice Speranza, un nome, un programma… Testo e regia di Civile, anche interprete con Dwerryhouse.

 

Il programma completo

 

 

Per informazioni e prenotazioni:

070 2353454

 334 3808977 - 333 5757486 

 




01-06-2015
 

Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
21-08-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=3320&invio_mail=1