Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    15 novembre 2019
Home > Cartellone > "Quell'anno a balanotti, dentro i luoghi e i personaggi di Giuseppe Dessì"
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



"Quell'anno a balanotti, dentro i luoghi e i personaggi di Giuseppe Dessì"

L'attore /regista  Giovanni Carroni della compagnia Bocheteatro di Nuoro , terrà uno spettacolo /conferenza dal titolo
"QUELL'ANNO A BALANOTTI, dentro i luoghi e i personaggi di Giuseppe Dessì"

a  Magenta il 25 novembre  e a Vigevano il 16 dicembre 2007.

 

Si tratta di un omaggio allo scrittore Dessì a trent'anni dalla morte, una conferenza spettacolo con testi  tratti da Paese d'ombre , la sua opera più significativa, Il disertore,e altri racconti. 

 Paese d'Ombre fu pubblicato nel 1972 ed ebbe un grande successo di pubblico e critica; vinse anche il Premio Strega.

Questo romanzo, diviso in cinque parti, narra la storia di Angelo Uras, della sua famiglia, del suo paese, Norbio, e in fondo di tutta la Sardegna. Le vicende coprono un arco di tempo abbastanza lungo che va dagli anni immediatamente precedenti l'unita d'Italia a quelli della Prima Guerra Mondiale. Il romanzo è perfettamente inserito nel contesto stroico-sociale, c'e' per esempio una lunga parte sull'eccidio di Buggerru (1904, l'esercito spara sugli operai in sciopero uccidendone tre), episodio che, come è noto, suscitò l'indignazione di tutta l'Italia tanto che venne proclamato il primo sciopero nazionale della nostra storia. Dessì dedica parti ampie ad avvenimenti e leggi che ebbero un gran peso nella Sardegna (e non solo) di quegli anni, alcune di queste parti (comunque poche)possono risultare un pò noiose, ma sono indispensabili per comprendere meglio il racconto. Balanotti è la tanca preferita da Don Francesco Fulgheri uno dei protagonisti della prima parte del romanzo, che sarà poi la tanca che il piccolo Angelo Uras (il protagonista decenne) avrà in eredità.



20-11-2007
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
15-11-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=259