Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    15 luglio 2019
Home > Cartellone >
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Lunedì 26 novembre uscirà “Àghera”, il primo album del quartetto sardo formato da Emanuele Contis (sax), Andrea Granitzio (pianoforte), Andrea Ruggeri (batteria e percussioni) e Pierluigi Manca (contrabbasso).



Pubblicato da Tajrà Edizioni con la produzione esecutiva di Gianni Menicucci, “Àghera” è stato registrato presso l’Auditorium del Conservatorio “Pierluigi da Palestrina” di Cagliari e il missaggio effettuato al Giraffa Studio di Cagliari. Il suono è di Marti Jane Robertson, l’editing e il mastering sono a cura di Claudio Giussani del Nautilus Studio di Milano.



L’album è costituito da dieci nuclei tematici che ribadiscono la passione per il jazz: è da lì che parte la ricerca timbrica e ritmica, le incredibili variazioni melodiche, il fraseggio. Da lì si muovono concatenate con virtuosismo strumentale le note che si distendono in nuove e sempre diverse combinazioni, attraversando con stile definito e sicuro, con suoni sinuosi e levigati, ogni dimensione espressiva del jazz, ma con una vena compositiva nuova, fresca, accattivante.







H A N N O D E T T O D I    À G H E R A



“…la prima canzone che avete suonato mi ha fatto venire voglia di inventare canzoni….” Emanuele Tocco, 11 anni, Pauli Arborei



“… suono, spazio e colore. Poesia della sottrazione….”

Paolo Fresu, 46 anni, Berchidda





Questa la track list di “Àghera” :



(1) Prima dell’alba (2) Sembrava un Tango (3) Appeso a un filo (4) Lilith Village (5) Sulla neve (6) Traveggole (7) Se così non fosse ? (8) ∞

(9) Nadir (10) Mai stato così bene



Il cofanetto contiene dieci piccole illustrazioni realizzate dall’artista Sergio Meloni con la tecnica dell’acquaforte e dell’acquatinta, e rappresentano un indizio dell’ispirazione nata dall’incontro del noto illustratore con la splendida musica degli Àghera.





Gli ÀGHERA si sono formati nel 2005. Ancora prima hanno sperimentato individualmente le più disparate situazioni artistiche. Ogni musicista, infatti, ha seguito una strada separata, formandosi con anni di lavoro serio e di studio, molte collaborazioni e apparizioni brillanti su dischi altrui, tournèe nazionali e all’estero con orchestre e artisti illustri (Royal Philarmonic Orchestra di Londra, Orchestra del Teatro Comunale di Bruxelles, Orchestra del Teatro Comunale di Cagliari, Paolo Fresu, Antonio Placet, Savina Yannatou, Haris Hambrakis, Yanis Alexxandris, Antonello Salis, Gavino Murgia, Lino Cannavacciuolo, Stefano Battaglia, Elena Ledda, Rossella Faa, Rita Marcotulli….). Le esperienze e i vari indirizzi si sono poi amalgamati e riuniti sotto il nome di Àghera, una scelta che ha permesso ai quattro musicisti di confrontarsi ampiamente e influenzarsi a vicenda, mantenendo comunque una lodevole autonomia stilistica, confermata in questo loro primo atteso album.



Gli Àghera sono:



EMANUELE CONTIS (sax) ha collaborato con il Teatro Comunale e l’Anfiteatro Romano di Cagliari, la Royal Philarmonic Orchestra di Londra, il “Palau della Musica” di Valencia, il teatro Rodahal di Kerkrade, il Teatro comunale di Bruxelles – Binche (B). Ha eseguito concerti di musica classica e da camera con varie formazioni. Nel 2005 ha partecipato alla realizzazione dal vivo delle musiche per alcuni “corti” tratti dall’Archivio storico della RAI e dall’Istituto Luce.



ANDREA GRANITZIO (pianoforte) ha studiato armonia jazz, composizione, arrangiamento, orchestrazione e pratica dell’improvvisazione strumentale pianistica con il M° Luca Mannutza e con Peter Waters presso il Conservatorio Pierluigi da Palestrina di Cagliari. In occasione del Festival jazz di Berchidda, agosto 2004, si è esibito piano solo ed in duo piano/arpa. Ha frequentato i Seminari estivi di Nuoro Jazz 2005. Sempre nel 2005 ha partecipato con Emanuele Contis alla realizzazione dal vivo delle musiche per alcuni “corti” tratti dall’Archivio storico della RAI e dall’Istituto Luce.





ANDREA RUGGERI (batteria, carramatzinas – piccole percussioni -) è docente di batteria presso la sede cagliaritana della scuola di musica di Assemini “Peter's Day”. Ha collaborato con Andrea Parodi, Franca Masu, Antonio Placer, Savina Yannatou, Yanis Alexxandris, Haris Hambrakis, Rita Marcotulli, Fausto Beccalossi, Gianluca Corona, Gemiliano Cabras, Rossella Faa, Paolo Fresu, Furio di Castri, Antonello Salis, Gavino Murgia, Armando Corsi, Lino Cannavacciuolo, Balentes. Attivo nell'ambito della musica popolare e della musica improvvisata, ha suonato anche con Francesco Ganassin, Stefano Battaglia, Andrea Lamacchia, Elena Ledda, Simonetta Soro, Marcello Peghin Emanuele Contis, Andrea Granitzio, Pierluigi Manca.



PIERLUIGI MANCA (basso e contrabbasso) svolge attività concertistica dal 1995. Ha preso parte a importanti seminari, reading teatrali ( nel 2004 al recital “Racconti in Giallo & Blues” tratto dai “Racconti con colonna sonora” dello scrittore sardo Sergio Atzeni) e rassegne jazz (Uanciùfree Jazz, Anima nera Jazz & Soul, Cala Gonone Jazz, Seminari Nuoro Jazz…). Ha suonato e collaborato con formazioni pop, funcky e jazz ( Insectet e Paolo Fresu, Brass Quintet, Johnny Crosby Trio, Orchestra etnofonica Benas e Ischelios, Kino Group, la Contrabbanda) con alcune delle quali ha inciso dei dischi.



20-11-2007
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
15-07-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=254