Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    16 settembre 2019
Home > Cartellone > WaV- Women against Violence
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



WaV- Women against Violence

Mercoledì 25 novembre al Teatro La Vetreria di Pirri appuntamento con “WaV- Women against Violence” uno spettacolo per ricordare la Giornata Mondiale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne e il 30° anniversario della approvazione da parte delle Nazioni Unite della CEDAW (Convenzione per l’Eliminazione di ogni forma di Discriminazione contro le Donne). Sul palco Ornella D’Agostino, Elena Ledda e Simonetta Soro, Lucidosottile Compagnia, Rossella Faa, Elena Pau e Gisella Vacca. Organizzano i Gruppi di Cagliari di ActionAid e Amnesty International. Inizio alle 20.30.



Otto artiste sarde insieme, mercoledì 25 novembre, sul palco del Teatro La Vetreria, in via Italia a Pirri, per ricordare la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999. Le hanno riunite i gruppi di Cagliari di ActionAid e Amnesty International per uno spettacolo di sensibilizzazione sul tema, che sarà anche l’occasione per una raccolta fondi a sostegno delle due associazioni.

Ornella D’Agostino, Elena Ledda e Simonetta Soro, Lucidosottile Compagnia, Rossella Faa (con Giacomo Deiana alla chitarra e Nicola Cossu al contrabasso), Elena Pau (accompagnata al pianoforte da Corrado Aragoni), e Gisella Vacca (accompagnata alla chitarra da Marco Lutzu) saranno per l’occasione WaV - Women against Violence, in uno spettacolo corale tra musica e teatro, condotto da Paola Pilia, giornalista di Radio Press. Si comincia alle 20.30.

Il Gruppo di Cagliari per ActionAid destinerà i proventi alle vittime della violenza sessuale durante la recente guerra in Congo. Lo stupro sistematico di donne e bambini rimane, nella quasi totalità dei casi, impunito, tanto da essere diventato una delle armi principali contro la popolazione. Nel solo 2008, sono stati quasi 20.000 gli stupri, il 30% dei quali a danno dei bambini. Con i fondi raccolti durante la serata si finanzieranno i progetti volti ad assicurare supporto sanitario e psicosociale alle donne e ai bambini che hanno subito violenza, a dare assistenza ai bambini che hanno perso i genitori, distribuire materiali di supporto e contribuire allo sviluppo di attività agricole.

Il Gruppo di Amnesty International destinerà i fondi alle sue campagne “Mai più violenza sulle donne” con la quale affronta diverse violazioni dei diritti delle donne: la violenza domestica, la tratta, gli stupri durante i conflitti e le mutilazioni genitali, e “Io pretendo Dignità”, nata nel maggio 2009, che si occupa di mortalità materna: ogni anno, più di mezzo milione di donne muore per complicanze legate alla gravidanza e al parto, una al minuto.








07-04-2011
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
16-09-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=2286