Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    2 dicembre 2020
Home > Cartellone > Le salon de musique
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Le salon de musique


Contatta


Nome*

Email*

Codice*

Messaggio*






Appuntamento costante da ormai otto anni, ritorna a Cagliari il festival Le Salon de Musique, il ciclo di eventi culturali organizzato da “Suoni & Pause” grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna, che vede protagonisti professionisti e interpreti della musica, del cinema, dell’ arte e della letteratura sarda e italiana.





Dopo una prima parte svoltasi in agosto e dedicata prevalentemente alle arti visive, il 25 settembre il festival inaugura la sua seconda parte dedicata in modo particolare alla musica sopratutto classica, ma anche contemporanea, jazz e folkloristica. Tra i protagonisti di questa seconda parte l’attrice Lia Careddu, il regista Giovanni Coda e la pianista Irma Toudjian che aprono il festival il 25 settembre alle 20,30 presso il Ghetto degli Ebrei con “Nulla”, un concerto per pianoforte, voce e immagini, tratto dall’omonimo libro di Marcello Fois e prodotto da Suoni & Pause.





Nei giorni successivi fino al 5 dicembre si alterneranno sul palco del festival giovani talenti, vincitori delle numerose edizioni del Concorso internazionale “Premio Gramsci “ di pianoforte e importanti nomi della musica sarda e internazionale.



I musicisti che si esibiranno in questa edizione sono: il chitarrista e il contrabbassista jazz Giorgio Murtas e Nicola Muresu (il 27 settembre al Ghetto), la pianista armena Diana Gabrielyan, (il 1 ottobre al Ghetto) il chitarrista Simone Schirru (al Ghetto il 6 ottobre da solo e l’11 in formazione con Massimo Tore e Roberto Pellegrini), il clavicembalista Paolo Zanzu (il 13 ottobre alla Fondazione Siotto), il Trio Brumel formato da Riccardo Leone al pianoforte, Fabio Mureddu al violoncello e Federico Bresciani al violino (il 20 ottobre alla Fondazione Siotto), il pianista armeno Ruben Melkisetian (il 24 ottobre alla Fondazione Siotto), il pianista Martino Mureddu (il 27 ottobre alla Fondazione Siotto) il percussionista Ivan Mancinelli con il Sassari Percussion Ensemble (il 5 novembre al Ghetto degli Ebrei), il celebre suonatore di launeddas Luigi Lai (il 10 novembre al Ghetto degli Ebrei) e il pianista Mario Ganau (il 15 novembre alla Fondazione Siotto).



L’inizio di tutti i concerti è previsto per le ore 20,30.



Biglietti: Intero: 10 euro / Ridotto: 7 euro







Presso la galleria d’arte contemporanea di Suoni & Pause, l’Espace S&P in Via Savoia, 19, si alterneranno durante festival tre mostre personali: “Officina Salitrera Humberstone / Pampa del Tamarugal, Chile” del fotografo Antonio Ulzega (dal 10 al 18 ottobre), “Plasfena o dell’Isola meravigliosa” della pittrice Rossana Corti (dal 23 ottobre al 7 novembre) e “Baixamar - un’altra mirada” della fotografa Nuria Gras (dal 20 novembre al 5 dicembre).



Vernissage delle mostre alle ore 19. Apertura delle mostre dal martedì alla domenica dalle 19 alle 21. Ingresso gratuito.



02-10-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
02-12-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=2206&invio_mail=1