Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    12 luglio 2020
Home > Cartellone > Animar
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Animar



Trentun spettacoli
in otto giorni di programmazione, con la presenza di sedici compagnie di burattinai, marionettisti, narratori di storie millenarie, abili costruttori d’immagini attraverso il teatro d’ombre e la manipolazione di pupazzi e oggetti provenienti da sette nazioni, riuniti tutti insieme nella suggestiva cornice della seicentesca Casa Baronale a Teulada.

Questa è la formula della quarta edizione di “Animar - Festival Internazionale del Teatro d’Animazione sul Mediterraneo”. La manifestazione organizzata dalla Compagnia Is Mascareddas nel piccolo centro del Basso Sulcis prenderà il via sabato 25 luglio e ospiterà dai tre ai cinque spettacoli a serata fino a domenica 2 agosto.

 

Nato col contributo fondamentale dell’assessorato regionale al Turismo, Commercio e Artigianato come manifestazione pubblica di grande interesse turistico (e quest’anno programmato con l’incognita di un budget al momento non definito), il festival arriva al quarto anno di vita grazie ad una solida intesa tra la Compagnia Is Mascareddas e l’Amministrazione Comunale di Teulada, che continua ad investire in un’operazione culturale in crescita come una delle più grandi vetrine internazionali di teatro d’animazione organizzate attualmente in Italia. In aggiunta al forte rapporto di collaborazione con il Comune di Teulada, la quarta edizione di “Animar” si avvale del sostegno promozionale del Consorzio Costiera Sulcitana per valorizzare la sua funzione di attrazione turistica per i visitatori della costa teuladina.

 

Come nelle precedenti edizioni che hanno ospitato una media di trecento spettatori a serata, la manifestazione sarà concentrata tra la Casa Baronale e i giardini del Municipio. Al ricco cartellone di spettacoli si affiancheranno quattro eventi collaterali. La Casa Baronale ospiterà per tutta la durata del festival due mostre, “Téâtre de papier”, una collezione pregiata di 45 teatrini di carta del XIX secolo curata dal presidente dell’Association Nationale des théâtres de Marionnettes et des Arts Associés di Parigi Alain Lecucq, e una selezione di libri curata dal Centro Regionale Biblioteche Ragazzi della Provincia di Cagliari.

Le altre due iniziative a corollario di “Animar 2009”, in programma nelle scuole di via Brigata Sassari dal 28 luglio al 1° agosto, saranno lo stage di danza contemporanea curato dalla coreografa Enrica Spada “Animardanza”, quest’anno rivolto anche agli adulti e “Giochi e giocattoli del sud del mondo di Augustine Okubo, operatore didattico keniota specializzato nella divulgazione del concetto di “interculturalità” (per informazioni e iscrizioni 070 5839742 o ismascareddas@tiscali.it).

 

Il programma di spettacoli si snoderà su quattro spazi ed è diviso in tre sezioni.

Alle ore 21 delle performance brevi di microteatro messe in scena sotto i Portici della Casa Baronale daranno il benvenuto agli spettatori.  

Alle 21.30 il palco grande montato nei giardini della Casa Baronale ospiterà gli spettacoli in prima serata dedicati a tutto il pubblico, bambini e adulti. Alle 22.30 il festival proseguirà con due spettacoli in contemporanea, questa volta rivolti al solo pubblico adulto, uno all’interno della Casa Baronale, il secondo nel giardino del Municipio. I biglietti per gli spettacoli delle 21.30 e delle 22.30 costeranno la simbolica cifra di 1 euro.

 

“Animar 2009” ospiterà cinque compagnie provenienti da diversi paesi europei – Germania, Francia, Ungheria e Spagna -, un gruppo dalla Turchia e dieci compagnie provenienti da tutta Italia. Come nelle precedenti edizioni, la linea artistica del festival s’indirizza verso le forme tradizionali del teatro di figura come verso gli esiti contemporanei di questo genere estremamente versatile, capace di rappresentare storie popolari, di generare puro divertimento, come di rappresentare poetiche, stati d’animo, concetti ed idee attraverso il semplice movimento di oggetti.

 

Il teatro di burattini sarà rappresentato dalla compagnia di Jesi Teatro Pirata, che aprirà il festival in prima serata il 25 luglio con “Cinderella Vampirella”, ovvero le avventure di una Cenerentola vampira protagonista una favola moderna scritta e diretta da Silvano Fiordelmondo, Francesco Mattioni e Diego Pasquinelli e portata in scena, dietro la baracca, da Francesco Mattioni e Marina Sparapani.

Dalle storie originali del Teatro Pirata ai canovacci e alle maschere della Commedia dell’Arte utilizzati da I Burattini della Commedia di Moreno Pigoni per la messa in scena de “Il Dottore Innamorato”, in programma il 26 luglio alle 21.30. I burattini della tradizione de “Il Dottore Innamorato” portano la sua firma e quella dei maestri burattinai Natale Panaro e Gigio Brunello.

Il 28 luglio il testimone passerà ad Alberto De Bastiani. Il burattinaio trevigiano, attivo in Italia e all’estero fin dal 1982, presenterà alle ore 21.30 “Santi e Briganti”. Anche in questo spettacolo i protagonisti sono le maschere della Commedia dell’Arte, in una messa in scena dotata della scrittura originale e dei burattini di Gigio Brunello.

 

Un altro filo rosso che lega alcuni dei titoli in cartellone è quello del recupero delle storie popolari e dei miti oggetto di tradizione orale.

Il 29 luglio, in prima serata, Beppe Rizzo di Oltreilponte Teatro (Torino) presenterà “Al Paese Di Pocapaglia”. Lo spettacolo di teatro di narrazione, burattini a guanto e musiche dal vivo è basato su uno studio delle “Fiabe Popolari Italiane” di Italo Calvino, che tra il 1954 e il 1956 raccolse organicamente e registrò per iscritto le ultime testimonianze dei racconti e delle fiabe che si tramandavano oralmente in tutte le regioni d’Italia.

Il 30 luglio sarà la volta della storica compagnia di Cervia Arrivano dal mare! con “Ehi tu!”.Nello spettacolo diretto da Stefano Giunchi l'animazione delle guarattelle napoletane s'incontra con il teatro d'attore. Sul palcoscenico di Animar si alterneranno Sergio Diotti nella parte del Fulesta, figura tipica del raccontatore di fole romagnole e il servo Mobarak, una sorta di Pulcinella dell'Asia Minore animato da Luca Ronga.

Il 28, 30 e 31 luglio, alle 22.30, interverrà l’attore, regista e musicista Ferruccio Filipazzi, interprete eccellente del teatro di narrazione italiano, oltre che custode della memoria della canzone sociale italiana e negli ultimi anni impegnato nell’esperienza della lettura teatrale, con bambini e adulti.

Nella cornice di Animar Filipazzi proporrà alcuni brani dei poemi omerici e il 29 luglio, sempre alle ore 22.30, si unirà a Sergio Diotti per la performance di narrazioni “Notte dei racconti”.

 

Un capitolo a parte è quello delle presenze internazionali. I Paesi e le tradizioni straniere rappresentate alla quarta edizione di Animar sono sei.

Dall’Ungheria arriveranno le minuscole marionette a filo di Mikropodium, in scena il 25 e il 26 luglio (ore 21 e ore 22.30) con “Stop” e “Con anima”, due performance senza parole accompagnate da brani musicali che evocano uno show di micromagia.

Il 25 (ore 21), 26 e 28 luglio (ore 22.30) Fundus Marionetten Dresden presenterà la performance di marionette a filo “ Circus Gockelini”. Lo spettacolo di Olaf Bernstengel è un insieme di numeri di varietà ispirati al mondo del circo ed è il risultato di uno studio trentennale sul teatro di figura tradizionale della Sassonia e della Boemia.

Negli ultimi tre giorni del festival si alterneranno due compagnie francesi, il teatro d’ombre turco e le marionette a filo catalane.

Il 29 luglio (ore 21) la Compagnie Papierthéâtre porterà in scena “Un Robinson”, spettacolo di teatro di carta realizzato da Alain Lecucq su ispirazione ai teatrini di carta del XIX secolo dedicati proprio al romanzo di Daniel Defoe.

Dal 30 luglio al 2 agosto (ore 21), con “Episode 1 Le sôt de la mort” e “Episode 2 Le saut del Amôr”, sarà la volta delle avventure della piccolissima marionetta a filo Jôjô Golendrini, l’eroe fumettistico dei francesi Teatro Golondrino, compagnia nata da un’idea di Christophe Croës e Malena Villarino con l’intento, come scrivono i suoi fondatori, “di difendere l’immaginario e la poesia”.

Il 31 luglio, alle ore 21.30, il Teatro d’ombre turco di Cengiz Özek presenterà “Büyülü Ağaç – L’albero magico”. Lo spettacolo è basato sulla tradizione orale millenaria che ha come protagonista la maschera di Karagoz. Lo spettatore vedrà un teatro a colori e a due dimensioni, quello delle sagome in pelle di vitello mosse dall’animatore con delle sottilissime bacchette.

Il 1° agosto (ore 21.30) si passerà all’altro capo del Mediterraneo con il Teatre Tradicional De Marionetes di Toni Zafra, nome di spicco della marionettistica catalana, nello spettacolo “Món nan”: da un teatrino tradizionale di marionette prenderanno vita dei personaggi nati tra il XVIII e il XIX secolo come Silvestre, che realizza numeri di equilibrio acrobatico con un bilancere, Los Moreno, altra creatura di saltimbanco circense e il fotografo Señor Gratacós, che invita il pubblico a partecipare ad una divertente foto di gruppo.

 

In questo articolato programma si segnala, inoltre, la presenza di Is Mascareddas con Le Mosche, in scena il 1° agosto alle ore 22.30 all’interno della Casa Baronale. Il nuovo spettacolo ideato da Donatella Pau e Cristiano Bandini, su ispirazione al capolavoro di William Golding “Il Signore Delle Mosche”, ha la regia di Francesco Origo ed è interpretato da Tonino Murru e Marco Bisi.

Sempre nella fascia degli spettacoli in seconda serata si collocano altri quattro titoli, portati in scena da due giovani compagnie italiane di teatro d’animazione.  

il 26 e 29 luglio la Piccola Compagnia Manintasca presenterà “Favola Raminga”, uno “spettacolo da valigia” con teatro di narrazione, pupazzi e oggetti animati a vista e musica dal vivo. Tra il 28, 30 e 31 luglio il napoletano Gianluca di Matteo porterà in scena ben tre titoli: il primo sarà “85. Le Anime Del Purgatorio”, spettacolo di burattini, aperto ai nuovi linguaggi, con una drammaturgia onirica che prende le mosse dalla vastissima iconografia su Pulcinella. Di seguito, il 30 luglio, “L’uomo Che Viveva Nell’armadio”, spettacolo di ombromania (le ombre fatte con le mani d’invenzione cinese) e il giorno dopo la messa in scena de “Le Guarattelle Di Pulcinella”, con i tradizionali dei burattini napoletani che si esprimono ritmicamente col suono della “pivetta”.

 

Infine, a chiusura del festival, il 2 agosto alle 21.30, “Animar 2009” ospiterà un pezzo da novanta del teatro d’animazione di livello internazionale, Claudio Cinelli.

Il poliedrico artista fiorentino, con la sua compagnia Porte Girevoli, presenterà “Heartbeat”, un varietà musicale di trasformismo dove pupazzi, maschere e il corpo stesso degli attori sono utilizzati per materializzare incredibili figure animate.

 

Animar è sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo, dalla Regione Autonoma Della Sardegna, Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio e Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, dalla Provincia di Cagliari, Presidenza e Assessorato Cultura e Identità, Sport, Spettacolo, dal Comune di Teulada , Assessorati alla Cultura e ai Servizi Sociali, dalla Fondazione Banco di Sardegna, da Imesa group e winex .

 

 

Con preghiera di pubblicazione eo di diffusione radio televisiva

 

Is Mascareddas

Teatro e Laboratorio

via 31 Marzo 1943 n.20

09042 - Monserrato (CA)

 Telefono: 0039 (0)70 5839742

0039 (0)70 5779143

Fax: 0039 (0)70 5830137

Posta elettronica: ismascareddas@tiscali.it


UfficioStampa: Maria Carrozza

340 5656891


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Animar – quarta edizione

Festival Internazionale del Teatro d’animazione sul Mediterraneo

 

Teulada – 25 luglio / agosto 2009

 

CALENDARIO

 

 

Sabato 25 luglio

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Mikropodium (Ungheria)

Stop (microteatro - marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Teatro Pirata (Jesi – Italia)

Cinderella Vampirella (burattini a guanto)

Ore 22.30 – Giardino del Municipio: Fundus Marionetten Dresden (Germania)

Circus Gockelini (marionette a filo)

Ore 22.30 – Salone Casa Baronale: Mikropodium (Ungheria)

Con anima (microteatro - marionette a filo)

 

Domenica 26 luglio

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Fundus Marionetten Dresden (Germania)

Circus Gockelini (marionette a filo)

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Mikropodium (Ungheria)

Stop (microteatro - marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: I Burattini della Commedia di Moreno Pigoni:

Il dottore innamorato (burattini a guanto)

Ore 22.30 – Giardino del Municipio: Piccola Compagnia Manintasca (Mantova)

Favola Raminga (teatro di narrazione, pupazzi e oggetti animati a vista e musica dal vivo)

Ore 22.30 - Salone Casa Baronale Mikropodium (Ungheria)

Con anima (microteatro - marionette a filo)

 

Martedì 28 luglio

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Fundus Marionetten Dresden (Germania)

Circuì Gockelini (marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Compagnia Alberto De Bastiani (Vittorio Veneto - Treviso)

Santi e Briganti (burattini a guanto)

Ore 22.30 – Giardino del Municipio: Ferruccio Filipazzi (Bergamo)

Dall’Odissea (narrazioni dal poema omerico)

Ore 22.30 - Salone Casa Baronale: Gianluca di Matteo (Napoli)

85. Le anime del Purgatorio (burattini a guanto)

 

 

Mercoledì 29 luglio

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Compagnie Papierthéâtre (Francia)

Un Robinson (teatro di carta)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Oltreilponte Teatro (Torino)

Al paese di Pocapaglia (teatro di narrazione e di burattini a guanto con musiche dal vivo)

Ore 22.30 - Salone Casa Baronale: Piccola Compagnia Manintasca (Mantova)

Favola Raminga (teatro di narrazione, pupazzi e oggetti animati a vista con musica dal vivo)

 Ore 22.30 – Giardino del Municipio:

Notte dei racconti – narrazioni di Sergio Diotti e Ferruccio Filippazzi

 

 

Giovedì 30 luglio

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Teatro Golondrino (Francia)

Jôjô Golendrini Episode 1 Le sôt de la mort (microteatro – marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Compagnia Arrivano dal mare! (Cervia – Ravenna)

Ehi tu! (guarattelle e teatro di narrazione)

Ore 22.30 - Salone Casa Baronale: Gianluca di Matteo (Napoli)

L’uomo che viveva nell’armadio (teatro d’ombre cinesi)

Ore 22.30 – Giardino del Municipio: Ferruccio Filippazzi (Bergamo)

Dall’Odissea (narrazioni dal poema omerico)

 

 

Venerdì 31 luglio

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Teatro Golondrino (Francia)

Jôjô Golendrini Episode 2 Le saut del Amôr (microteatro – marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Teatro d’ombre Cengiz Özek (Turchia)

Büyülü Ağaç – L’albero magico (teatro d’ombre)

Ore 22.30 - Salone Casa Baronale: Gianluca Di Matteo (Napoli)

Le guarattelle di Pulcinella (guarattelle)

Ore 22.30 – Giardino del Municipio: Ferruccio Filipazzi (Bergamo)

Dall’Odissea (narrazioni dal poema omerico)

 

 

Sabato 1° agosto

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Teatro Golondrino (Francia)

Jôjô Golendrini Episode 1 Le sôt de la mort (microteatro – marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Teatre Tradicional de Marionetes Toni Zafra (Spagna)

Món nan (marionette a filo)  

Ore 22.30 - Salone Casa Baronale: Compagnia Is Mascareddas (Cagliari)

Le Mosche (teatro d’attore e pupazzi animati a vista)

Ore 22.30 – Giardino del Municipio: Ferruccio Filipazzi (Bergamo)

Dall’Odissea (narrazioni dal poema omerico)

 

 

 

Domenica 2 agosto

Ore 21 – Portico Casa Baronale: Teatro Golondrino (Francia)

Jôjô Golendrini Episode 2 Le saut del Amôr (microteatro – marionette a filo)

Ore 21.30 – Giardino Casa Baronale: Claudio Cinelli - Compagnia Porte Girevoli (Firenze)

Heartbeat (teatro d’attore e di pupazzi animati a vista)

 

 

Eventi collaterali

 

25 luglio / 2 agosto – Casa Baronale

Téâtre de papier – mostra di teatrini di carta a cura di Alain Lecucq

Mostra bibliografica a cura del Centro Regionale Biblioteche Ragazzi della Provincia di Cagliari

 

 

28 luglio / 1° agosto – Scuole di Via Brigata Sassari

I laboratori di Animar dedicati ai bambini e adulti.

 

Animardanza a cura di Enrica Spada

 

Giochi e giocattoli del sud del mondo a cura di Augustine Namatsi Okubo

 

INFO: ismascareddas@tiscali..it – wwww.ismascareddas.it – 0039 (0)70 5839742



21-08-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
12-07-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1988