Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    20 ottobre 2020
Home > Cartellone > Morsi Personali
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Morsi Personali

mostra di Gianni Atzeni

Il mese di maggio inaugurerà la nuova "galleria della città" con l'artista cagliaritano Gianni Atzeni. Curatori della mostra: Claudia Loi, Desiree Spadafora, Alberto Severino.



Il percorso di Gianni Atzeni nel campo delle arti visive ha inizio intorno agli anni ‘70 con l’approfondimento dei vari aspetti della pratica pittorica e calcografica. Nel 1986 apre il “PoliArtStudio" e qualche anno dopo il “Centro di Sperimentazione Grafica” con annessa stamperia e spazio espositivo nel quale organizza corsi di tecniche calcografiche e di incisione, tradizionali e sperimentali.

Incisore atipico, di ispirazione informalista con fasi di ricerca che lo avvicinano al lirismo neofigurativo, utilizza svariate gamme di materiali, assembla carte stampate e matrici metalliche, contempla nel suo fare artistico espressioni di tipo performativo ed installazioni di grandi dimensioni.



Gli esordi di Gianni Atzeni si legano, a una delle esperienze più significative che la Sardegna abbia conosciuto tra le figure dello scorso decennio, sul piano culturale in senso lato e delle arti figurative. Ci riferiamo all'esperienza intorno alla rivista "Thélema" e al suo ideatore, Luigi Mazzarelli, personalità, anche sul piano critico e teorico. Un periodo probabilmente decisivo per Atzeni, le tecniche sperimentali, con le quali si è misurato dagli anni settanta ad oggi, spaziano dalla pittura alla scultura fino ad arrivare all’installazione, attraverso le quali ha sostenuto tematiche sature della più incontaminata spiritualità che trovano la loro migliore espressione nella ricerca polimaterica; ciò nonostante l’ambito prediletto dall’artista è indubbiamente quello della sperimentazione calcografica.

L'arte di Gianni Atzeni si presenta come una poesia non scritta con le lettere, ma attraverso una scrittura dell'anima.

Svolge seminari di tecniche incisorie presso l'università di Cagliari.



Morsi d'Arte invita a cercare nei locali di Lola Mundo, C&D, Luky Bar, The Sun, F64, Pinna Mobili, Bar del Tribunale, Latte e Miele e EPT di Oristano la poesia dell'anima di Gianni Atzeni dal 1° al 31 maggio ad Oristano.



01-05-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
20-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1947