Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    2 giugno 2020
Home > Cartellone > QUINTORIGO play Mingus
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



QUINTORIGO play Mingus

uno dei gruppi musicali più originali, alternativi del panorama italiano



Arriva in Sardegna
“Quintorigo”, uno dei gruppi musicali più originali, alternativi, versatili e interessanti del panorama musicale italiano. La band approderà nell’isola per due tappe esclusive organizzate da La Via del Collegio, ospite della terza edizione della rassegna "La musica che gira intorno", per portare dal vivo i brani dell’ultimo album “QUINTORIGO PLAY MINGUS”, con il quale hanno ricevuto nel 2008, attraverso il prestigioso referendum Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz, il Premio come ‘Migliore Formazione’ dell’anno.


Il 22 marzo saranno al Teatro Civico di Alghero (inizio ore 21), e martedì 24 marzo a Quartu S. Elena, presso il Teatro Club FBI, in Via Brigata Sassari (inizio ore 22). Sul palco i cinque musicisti della band: Valentino Bianchi al sax, Andrea Costa al violino, Gionata Costa al violoncello, Luisa Cottifogli alla voce, e Stefano Ricci al contrabbasso, per un live e un disco che fondono l’elemento musicale con la dimensione teatrale e documentaristica.


Con questo ultimo lavoro discografico i Quintorigo hanno ottenuto un altro importante riconoscimento al grande impegno artistico che vede nella ricerca e nella sperimentazione il loro vero marchio di fabbrica, spaziando con disinvoltura tra rock, jazz, musica classica, musica contemporanea e pop. Quintorigo play Mingus è un disco dedicato interamente alla straordinaria opera di uno dei geni più innovativi del jazz moderno: Charles Mingus, contrabbassista, pianista e compositore originario di Nogales (Arizona), padre e leggenda dell’universo musicale e jazzistico del Novecento. Il progetto nasce da un amore incondizionato del gruppo per Mingus, sia per l’aspetto artistico, che umano.I brani del CD riproposti in tournèe rileggono in chiave moderna i pezzi più celebri del grande artista statunitense, scomparso trent’anni fa. Qui sono rivisitati attraverso gli arrangiamenti in perfetto ‘sound Quintorigo’ che dichiarano: <<Noi apprezziamo tutte le espressioni musicali belle, esteticamente ed acusticamente, belle ed appaganti, quindi non ci poniamo limiti di genere musicale o di periodo...>>.


Sax, violino, violoncello, voce e contrabbasso nel disco sono affiancati da quattro ospiti molto speciali come Antonello Salis (fisarmonica); Gabriele Mirabassi (clarinetto); Christian Capiozzo (batteria); Michele Francesconi (piano). Dal vivo invece i Quintorigo sono affiancati dalle letture di alcuni passi significativi della autobiografia di Mingus e da proiezioni su maxi schermo di documentari e stralci di concerti dell’eccezionale contrabbassista che fu protagonista e testimone della prima rivoluzione bop e che nel ’45 suonava già a fianco dei mostri sacri come Parker, Gillespie, Powell e Roach.


 

I biglietti per la data di Alghero si possono acquistare al costo d 15€ presso i punti vendita di:

ALGHERO - DISCO FEVER TEL. 079/9731057; SASSARI - TICKETOK TEL 079/278275; SASSARI - MESSAGGERIE SARDE TEL 079/230028.

Per la data di Quartu S. Elena invece si possono acquistare al costo di 18 € presso il BOX OFFICE di CAGLIARI in V.LE REGINA MARGHERITA 43 – TEL. 070/657428

 

Info e biglietti: BOX OFFICE – TEL. 070/657428.

Organizzazione: Associazione Culturale “LA VIA DEL COLLEGIO”, Via del Collegio 4 - Cagliari – tel. 0703110127 - e-mail: la.viadelcollegio@libero.it

 

BIOGRAFIA QUINTORIGO

Quintorigo è senza dubbio uno dei gruppi musicali che emerge con prepotenza ed intelligenza nel panorama musicale italiano, dimostrando che non esistono barriere tra i diversi generi musicali. Mostrano rara versatilita' e straordinarie abilità strumentali e compositive. Archi che diventano chitarre elettriche, distorte e impetuose, per poi tornare alle sonorita' originarie, sassofoni frenetici ma allo stesso tempo melodici, il contrabbasso che sostiene con una ritmica decisa, e la voce che inquadra i suoni spaziando sulle più diverse timbriche. Dopo la separazione dal cantante John De Leo, violoncello, violino, sax e contrabbasso, si impreziosiscono con i virtuosismi di una delle voci femminili più interessanti del panorama musicale italiano: Luisa Cottifogli.

Nel corso degli anni i Quintorigo hanno maturato una grande esperienza live, calcando palchi in ogni angolo della penisola e ottenendo numerosi riconoscimenti importanti come il primo posto ad Arezzo Wave nel 1998; il Premio della Critica e Premio come Miglior Arrangiamento al Festival di Sanremo '99; vincitori del Premio Tenco '99 come Miglior Opera Prima; Premio come Miglior Arrangiamento al Festival di Sanremo 2001. Numerose anche le partecipazioni a festival, rassegne e manifestazioni come il Concerto del 1° Maggio in Piazza San Giovanni a Roma, Umbria Jazz, il Premio Ciampi, il Premio Recanati, L'Alterfesta di Cisterino, il Mittlefeste di Cividale del Friuli, il Premio Tenco e Musicultura a Macerata, la Fiera del Libro di Torino, solo per citarne alcuni. A queste si affiancano delle collaborazioni dagli esiti geniali con artisti come: Roberto Gatto, Franco Battiato, Enrico Rava, Antonello Salis, Carmen Consoli ed Ivano Fossati. Il tour promozionale del penultimo album "Il Cannone", oltre a portarli su alcune delle principali emittenti radiotelevisive nazionali come Radio Dee Jay e Radio Rai Uno, li ha visti esibirsi in ben quarantacinque concerti live nelle principali città italiane. I Quintorigo hanno inoltre contribuito alla causa sostenuta da AMREF e da Greenpeace, effettuando diversi concerti in cui si sono raccolti fondi e si è divulgata l'attività delle due organizzazioni. La vasta discografia dei Quintorigo dal 1999 al 2008 comprende cinque album: Rospo (1999), Grigio (2000), In Cattività (2003), Il Cannone (2006), Quinto (2006), e Quintorigo Play Mingus (2008).

Anche la scenografia è particolarmente curata per incorniciare la band in un ambiente suggestivo di luci, oggetti e costumi che fondono vintage, postmoderno, tecnologia, old-fashion e cool. L’atmosfera perfetta per creare un coinvolgente e poetico dialogo tra Quintorigo e Mingus, tra jazz e contaminazioni, passato e contemporaneità. Non un tributo, ma una lettura speciale di uno spaccato della società americana prima e dopo la guerra, con riferimento alle tematiche razziali, politiche e di costume, ma soprattutto musicali, viste attraverso il percorso che portò Mingus dai primi passi jazz al leggendario “Ah Uhm” o “The Black Saint And The Sinner Lady”. Musica che i Quintorigo ripropongono in una chiave molto personale, quale cronaca del soffio rivoluzionario socio-politico che affliggeva l’America degli anni ’40 e ’60, in cui la musica jazz dell’epoca fu sostituita dai grandi miti innovatori in una musica completamente nuova. Charles Mingus primo tra questi, che fece del jazz un eccezionale veicolo culturale e di emancipazione per il popolo nero.


18-03-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
02-06-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1877