Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    27 ottobre 2020
Home > Cartellone > Compagni di Banco: generazioni presenti
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Compagni di Banco: generazioni presenti

mostra di fotografia e installazione di Gianni Polinas



Dal 20 dicembre 2008 al 30 maggio 2009 il Museo MEOC di Aggius ospita la mpostra "Compagni di Banco: generazioni presenti", mostra di fotografia e installazione di Gianni Polinas.

Curatore: Giangavino Pazzola. Con il contributo della Provincia Olbia-Tempio, Assessorato alla Cultura. Con il patrocinio del Comune di Aggius. In collaborazione con: Associazione Culturale Museo di Aggius nell’ambito del progetto: “le chiavi di Ichnos”.

Inaugurazione: sabato 20 dicembre ore 17:30

Interverranno: Francesco Giovanni Muntoni, Sindaco di Aggius, l’attrice Nerina Nieddu.



"I bambini - "le generazioni future", dal punto di vista degli adulti - sono in realtà qualcosa di diverso. Sono la soglia fragile e sensibile fra la lunga durata e l'immediato futuro della collettività. I loro ricordi sono freschi, il loro sguardo sul passato è un misto di rispetto e giocosità, la loro memoria è tutta tesa verso il presente e sull'incombenza di ciò che avviene. Sono generazioni presenti." (dal testo in mostra di Franciscu Sedda, docente di semiotica all'Università “La Sapienza” di Roma)



"Una vecchia lavagna, davanti alla quale tanti bambini hanno tremato, scritto e disegnato, può evocare tanti ricordi. Inserirne una al Museo MEOC, non come reperto, ma come invito per quanti vorranno sporcarsi le mani con gessi e cimosa, è l’ultimo anello di un’immaginaria catena.

Al MEOC sono custoditi ed esposti oggetti che testimoniano la vita e gli antichi mestieri degli abitanti di Aggius, tra cui pregevoli telai. Cosa inusuale, è che questi ultimi, seppur “pezzi da museo”, non hanno mai smesso di produrre grazie alle donne del paese che, con i loro gesti quotidiani, alimentano le tradizioni, come fossero anelli di una catena partita da un tempo lontano.

Seguendo questa ipotesi, ho ritratto gli scolari della scuola elementare, due alla volta, nel gesto di ascoltare e parlare con il proprio compagno/a di banco, riportando la confidenza ad altro bambino nello scatto successivo. Le immagini, realizzate sullo sfondo di una vecchia lavagna, stampate su supporti rigidi, sono state inserite sempre al Museo, tra pezzi antichi e vecchie foto: una catena fragile, come le storie e le tradizioni tramandate oralmente da una generazione all’altra, della quale i bambini, simbolicamente, rappresentano gli ultimi anelli." (Gianni Polinas)



Orari mostra: 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:00 (lunedì chiuso)

Ingresso: gratuito mostra; museo biglietto



07-01-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
27-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1787