Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    24 maggio 2019
Home > Cartellone > MusicInTouch quarta edizione
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



MusicInTouch quarta edizione

suoni acustici ed elettronici, musica sperimentale e visioni, installazioni e performance

Suoni acustici ed elettronici, musica sperimentale e visioni, installazioni e performance: a Cagliari ritorna MusicInTouch, il “microfestival” organizzato dall’associazione Spaziomusica Ricerca con il contributo dell'Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali della Regione Autonoma della Sardegna e dell'Assessorato alla Cultura della Provincia di Cagliari. Da domani (domenica 14) a martedì (16 dicembre), la Chiesa di Santa Maria del Monte (in via Corte D'Appello) ospita la quarta edizione della manifestazione che getta uno sguardo sulle nuove tecnologie audio video e la scena locale della ricerca musicale. 


Filo rosso e ouverture delle tre serate - inizio ore 20 -, “Ambienti sonori”, un'installazione in multidiffusione curata (in collaborazione con la classe di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio Statale di Musica di Cagliari) da Roberto Musanti, Mauro Mulas, Donald Scalas, Stefano Casta e Nicola Cogliolo, per l'allestimento visivo di Manuel Carreras e Marcello Cualbu. Una sorta di viaggio nei paesaggi interiori, nella geografia dell'anima, cui il pubblico viene invitato a immergersi.

 

Alle 21 spazio alle performance. Si comincia (domani, domenica 14) con il “Tête à tête” del percussionista Francesco Ciminiello e di Exagonal (al secolo Nicola Locci) ai dispositivi elettronici. Un percussionista acustico con i suoni generati dai suoi gesti, e un percussionista “virtuale”, ambient, drill & glitch, che costruisce i propri strumenti e il proprio suonare con gesti invisibili. I due musicisti si trovano in un “tête à tête”, appunto, a scambiarsi suoni, ritmi e gesti, frammenti sonori e sguardi, l'uno inserendosi nel suonare dell'altro fino a raggiungere un contatto sonoro ibrido, mascherato, come a mostrare che la macchina non è altro che un prolungamento del corpo o una violazione del corpo.

 

Lunedì (sempre alle 21) è invece il turno dell'Ensemble Experimento alle prese con “Aisthesis”, una performance per due arpe e un esecutore, Dario Piludu, con Mauro Mulas ai dispositivi elettronici, al moog e al theremin. Pratica e ricerca si basano in questo caso su un campionamento continuo di segmenti e fraseggi (a volte improvvisati), con un confronto sottile fra l’elettronica “classica” e quella sperimentale. Suoni che dialogano e interagiscono con le immagini di un video di Ennio Bertrand, Raffaella Rivi e Dario Neira a cura di Franco Torriani.

 

Suoni e visioni dettano la regola anche dell'ultima performance in programma, martedì (16 dicembre, ore 21): “Kaleidoscope”, interferenze audio/video di Manuel Carreras, Danilo Casti, Nicola Cogliolo, Marcello Cualbu, Enrico Sesselego e Donald Scalas. Musicisti dell’area colta e della “club culture” locale, dj e videoperformer si ritrovano qui per dare vita a una “videomusica conflittuale” utilizzando varie tecnologie, dalle più obsolete a quelle più avveniristiche, alla ricerca non di qualcosa di unitario che li leghi, li compatti, ma del plurale, del decentrato, del frammentario.



15-12-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
24-05-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1765