Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    31 ottobre 2020
Home > Cartellone > Equatoria 12° Parallelo - un viaggio nel Sud Sudan
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Equatoria 12° Parallelo - un viaggio nel Sud Sudan

mostra fotografica di Roberto Salgo

Giovedì 4 dicembre, nella Sala della Terrazza del Centro Comunale d’Arte e Cultura Exmà, a Cagliari, inaugurazione (ore 18) della mostra fotografica Equatoria 12° Parallelo - un viaggio nel Sud Sudan. Le immagini. raccontano il viaggio compiuto tra il dicembre 2007 ed il gennaio 2008 dal fotografo Roberto Salgo insieme a una delegazione di “Argonauti Explorers” inviati a verificare l’andamento dei progetti umanitari in corso.

 

L’evento è stato reso possibile grazie al contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, della Provincia di Cagliari, Ufficio della Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna, in collaborazione con il Consorzio Camù.

 

La mostra rientra in un progetto editoriale più ampio intitolato Equatoria 12° parallelo- Sud Sudan tra passato e presente edito da Silvana Editoriale che racconta, attraverso le immagini di svariati fotografi professionisti e non, anni di viaggi in Sudan effettuati con lo scopo di conoscere, documentare ma soprattutto aiutare una popolazione lacerata da anni di guerre.

 

Il percorso espositivo segue quello reale che ha preso avvio da Lokichoggio, situata a nord-ovest del Kenia, centro dell’operazione ONU Lifeline Sudan. Il fotografo e il gruppo hanno passato la labile frontiera per raggiungere Kapoeta, nello Stato di East Equatoria. Qui, negli intatti villaggi Toposa, hanno assistito all’inaugurazione della prima scuola finanziata dalla ONLUS AMI di Milano e ad affascinanti cerimonie rituali. Il viaggio è proseguito poi navigando a vista nella savana fino all’isolata comunità Jie, per conoscerne la cultura e censirne le necessità sociali ed economiche. Costeggiando le verdi montagne che separano dall’Uganda, si è poi raggiunto Juba, la capitale del Sud sulle rive del Nilo. Nel tragitto la spedizione ha visitato scuole ed ospedali, ma anche incontrato il Sudan millenario: i villaggi Latoka, i campi mobili dei pastori Dinka e Mundari, le stupende donne Azande e Bari ai mercati. Rientrati in Kenya è stata fatta una tappa alla Missione Nomade Turkana di Oropoi per portarvi ulteriori aiuti.

 

Le immagini proposte mostrano quello che resta delle città di Kapoeta e Juba, quest’ultima teatro degli accesi scontri tra le milizie musulmane del governo e guerriglieri; delle tribù del Sud Sudan Toposa, Jie, Dinka, Azande, Bari e dei Turkana tribù che vivono al confine tra Kenia, Sudan e Uganda.

Una parte della mostra è dedicata alla solidarietà attraverso le immagini catturate all’interno degli ospedali vecchi e nuovi di Kapoeta e di Torit e di Associazioni quali ONU o Flyng Doctor Service che rendono possibile la sopravvivenza di queste popolazioni.

 

La scelta degli allestimenti, la cura della mostra e la grafica del libro sono stati affidati alla Subtitle di Alessia Usai e Paul Carlile mentre i contenuti del volume sono stati curati da Roberto Salgo e Roberto Pattarin. 

 

 

La mostra sarà visitabile fino a domenica 25 gennaio nei seguenti orari: dal martedì alla domenica dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. Chiuso il lunedì per riposo settimanale.

 

Per informazioni telefonare all’Exmà al numero 070 666399.

 



02-01-2009
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
31-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1728