Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    5 giugno 2020
Home > Cartellone >
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Albertazzi e Brignano arrivano a Cagliari



Mercoledì 30 luglio arriva all’Anfiteatro romano di Cagliari (inizio ore 21,00) l’anteprima nazionale dell’esilarante spettacolo teatrale “Il diavolo e l’acquasanta”, con due grandi protagonisti italiani del teatro e della televisione: Giorgio Albertazzi e Enrico Brignano.



Il giorno dopo sarà replicato all’Anfiteatro M. Pia di Alghero (inizio ore 21,00 – biglietti per entrambe le serate: da 25 a 38€). Uno spettacolo esclusivo che sceglie la Sardegna per il suo debutto italiano organizzato a Cagliari e ad Alghero da La Via del Collegio, e per il quale sono ancora disponibili i biglietti presso il Box Office di Viale Regina Margherita 43, Cagliari - Tel. 070/657428 info@boxofficesardegna.it  



Giorgio Albertazzi, l’autore, l’attore, il maestro, e Enrico Brignano, attore, cabarettista, conduttore. Due grandi personaggi del teatro e della televisione formano una strana coppia il cui incontro è forse: <<frutto di una volontà superiore, o sotteriore, dipende dalla volontà del burattinaio>>, come raccontano scherzosamente i due protagonisti.





IL DIAVOLO E L’ACQUASANTA



Il diavolo e l’acqua santa: Giorgio Albertazzi, tra i più grandi attori viventi nel panorama teatrale nazionale e non solo, personalità eclettica e dalle mille sfaccettature, architetto, attore, regista, autore ed anche fotografo e dal 2002 direttore del Teatro di Roma, ed Enrico Brignano, attore e comico dalla simpatia irresistibile. Due entità legate indissolubilmente. Ma chi è il diavolo fra i due? E di che diavolo si tratta? Uno spettacolo tragicomico in cui gli opposti si incontrano appunto, e alternativamente diventano diavolo e acqua santa. Si scontrano, duellano, non solo generazionalmente. Un duello all’ultima parola, all’ultima frase, all’ultimo verso. <<Il diavolo e l’acquasanta” – spiega l’attore e regista toscano - mi è venuta per scherzo, una di quelle frasi che si dicono tanto per cominciare come “Bianco e Nero”, “Mattino e Sera”, “Pane e Cioccolata”, uno di quei pensieri che trasformi in parole per caso – ma ormai ci siamo: proviamo a dargli un senso.

Il nostro incontro è il frutto di una volontà superiore – o sotteriore, dipende dalla volontà del burattinaio.

Il diavolo e l’acquasanta. Ma chi è il diavolo fra i due? E di che diavolo si tratta?

Gli opposti si toccano – nel nostro caso si incontrano, si scontrano – duellano, non solo generazionalmente.

Un duello all’ultima parola, all’ultima frase, all’ultimo verso. Alternativamente siamo di volta in volta diavolo e acquasanta. Ma l’acquasanta è un privilegio o un castigo? E’ un’acqua cheta oppure una bella corrente di fiume che anela al mare? E poi, fra Romeo e Giulietta chi è il Diavolo? E soprattutto, chi è Giulietta?

Le fiamme dell’Inferno saranno spente da un nuovo diluvio universale, in cui milioni, miliardi di acquasantiere svuotano il loro contenuto benedetto… Il diavolo e l’acquasanta. Noi due. Due entità legate indissolubilmente. Come un cieco col bastone, come l’ombra e il sole, come il lampo e il tuono… come il teatro e la parola>>.




Per ulteriori informazioni: Associazione Culturale “LA VIA DEL COLLEGIO” - Via del Collegio 4, Cagliari - tel. 070 3110127 – e-mail: la.viadelcollegio@libero.it 






29-07-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
05-06-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1388