Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    15 novembre 2019
Home > Cartellone > Prosegue la rassegna '20 anni in scena'
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Prosegue la rassegna '20 anni in scena'




L’associazione Culturale Bocheteatro di Nuoro festeggia con una Rassegna Estiva dal titolo 20 ANNinSCENA, i suoi 20 anni di attività. Sul palco numerose Compagnie di amici e collaboratori che nella giornata inaugurale hanno voluto essere presenti.



Il 7 Luglio il Parco S. Onofrio di Nuoro (adiacente il Museo Etnografico) ha ospitato, dalle 18.00 in poi, brevi performance di attori e musicisti, per "festeggiare" un ventennio di attività della Compagnia. IL TEATRO. Dal 1988 Bocheteatro ha curato e organizzato centinaia di manifestazioni di spettacolo: dal teatro in limba al teatro sperimentale, dal teatro- danza al teatro per i ragazzi, fino alla Rassegna LA SARDEGNA DEI TEATRI (quest’anno alla settima edizione) con le più grandi Compagnie italiane, ospitando attori riconosciuti a livello nazionale.



Ha organizzato per anni la rassegna regionale Note a Margine con le compagnie isolane. Organizza tutti gli anni la rassegna ","Teatro Anch’io" e "Arteteatro, vivere la scuola", rivolta ai bambini . A tutto questo si aggiunge la fervida attività di formazione su tutto il territorio regionale , con all’attivo più di 130 laboratori di teatro, rivolti in particolare alla popolazione scolastica. E ancora gli stage di perfezionamento per insegnanti , educatori, assitenti sociali, operatori culturali ecc, Nonostante le enormi difficoltà ad operare in un territorio privo da sempre di tradizione teatrale, il teatro sopravvive grazie all’interesse crescente da parte dei giovani e all’affetto ed alla stima dimostrata in tutti questi anni dal pubblico che ci segue numeroso, con la competenza, la curiosità vivace e l’interesse tipico dei Barbaricini. Due decenni di attività, dunque, in cui la compagnia ha cercato di costruire proprie metodologie e tecniche espressive, precisando la propria vocazione a un teatro di testimonianza, a un teatro poetico e politico contemporaneo.



Di Bocheteatro ricordiamo alcuni degli spettacoli più rappresentativi: da Nazim Hikmet al Condannato a morte di J Genet per la regia di Marco Gagliardo con Giovanni Carroni; da Cristolu, coprodotto con i Cada Die Teatro di Cagliari, ad Udienza di Vaclav Havel , Il Muro incinto, da Memorie di Orani di Costantino Nivola, prodotto dall’Ente Musicale di Nuoro, Emigranti per la regia di Maria Maglietta fino ad arrivare alle produzioni recenti: Bachisio Spanu- epopea di un contadino alla grande guerra per la regia di Marco Parodi, Mialinu ‘e crapinu tratto da Sos Sinnos di Michelangelo Pira e infine le numerose produzioni per i bambini Il pianeta fai da te e Sorichitta, che aprono un nuovo filone di ricerca e scrittura teatrale originale. Gli spettacoli hanno trattato, fin dai primi anni, temi di impegno civile e politico: la guerra, il carcere, il terrorismo, il disagio sociale, l’emarginazione, i problemi dell’immigrazione ecc E poi la Sardegna, con la sua storia e le sue storie, la sua lingua, una lingua sarda alla quale dobbiamo attribuire a teatro dignità di lingua d’uso contemporaneo, capace di esprimere pensieri ed emozioni che vanno di là dalle immagini evocate e del facile folclorismo, e diventano veramente universali, GLI OSPITI


 


 


""


 





06-08-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
15-11-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1313