Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    5 dicembre 2020
Home > Cartellone > Actores Alidos ad Alghero e Venezia
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Actores Alidos ad Alghero e Venezia

Ancora una volta la Compagnia Teatro Actores Alidos, diretta da Gianfranco Angei,  sarà ospite di due importanti manifestazioni con lo spettacolo-concerto “Canti delle donne Sarde” interpretato da Valeria Pilia, Manuela Sanna, Valeria Parisi, Elisa Marongiu e Michela Atzeni, e con l’accompagnamento del polistrumentista Orlando Mascia (launeddas, organetto, sulitu).



Venerdì 04 Luglio alle ore 21.30 in Piazza Santa Croce ad Alghero in occasione dell’evento culturale “Itinerari della memoria nel cuore del Mediterraneo”, che concluderà il Congresso del progetto interregionale Lab.net organizzato dalla Regione Sardegna - Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica e della Vigilanza Edilizia, gli Actores Alidos si esibiranno insieme all’artista corsa Anghjula Potentini e all’artista toscana Giuditta Scorcelletti, come rappresentanti culturali delle rispettive Regioni inserite nel progetto.




L’obiettivo generale del progetto Lab.net è stato quello di valorizzare, il patrimonio architettonico storico presente nei centri storici urbani delle zone transfrontaliere della Sardegna, Toscana e Corsica e, con questo evento, desidera focalizzare la sua attenzione sul “patrimonio immateriale” strettamente connesso al territorio e al paesaggio, tutelando e valorizzando tutte le manifestazioni della creatività umana che riflettono le radici della terra e perpetuano le diversità culturali, come a suggerire che, aldilà della specificità dell’architettura tradizionale, la ricchezza di un territorio è insita nell’infinita varietà dei colori e degli odori dei suoi paesaggi, è il fascino delle voci delle lingue e dei racconti dei suoi abitanti, è il mistero dei suoi riti e delle feste religiose, è il richiamo irresistibile dei suoni, dei canti, della musica e dei balli tradizionali, è la cultura materiale nella sua più ampia accezione.

 

L’indomani, il giorno 05 Luglio  gli Actores Alidos voleranno a Venezia, ospiti del Venice Med(f)est, Festival delle Culture del Mediterraneo e dell’Est Europa, all’interno della manifestazione "Voci delle donne", curata dal Centro Donna Multiculturale di Villa Franchin con la collaborazione di diverse associazioni di Venezia e Mestre, presso il Parco Piraghetto di Mestre alle ore 21.00 (http://www.culturaspettacolovenezia.it/venicemedfest2008).

.IlVenice Med(f)est  si propone come laboratorio per il dialogo tra i popoli e le culture dello spazio Euro-Mediterraneo e dell'Est Europa attraverso la promozione e la rappresentazione delle contaminazioni tra le discipline artistiche e le ricche e diverse tradizioni musicali che abitano un'area geografica così vasta e articolata.

 L'obiettivo che sta alla base di questo nuovo e ambizioso progetto dell'Assessorato alla Produzione Culturale del Comune di Venezia, è quello di contribuire, attraverso le arti performative alla creazione di un'identità Euro-mediterranea come risultato di un processo di interazione, conoscenza e scambio.  Lo spirito che anima la manifestazione è la convinzione che Venezia debba rappresentare un crocevia delle culture e tradizioni fra l'Europa e il Mediterraneo come le si addice per ragioni storiche, economiche, geografiche e culturali.




Lo spettacolo “Canti delle Donne Sarde” è un concerto ispirato alla millenaria cultura sarda, dove vengono esplorate le sonorità femminili, a partire dai canti monodici fino ad elaborazioni più complesse come i canti polifonici.

I canti, i cui testi sono tradizionali e alcuni del poeta Paolo Pillonca, sono affidati alla calda voce di Valeria Pilia e alle quattro interpreti (Manuela Sanna, Valeria Parisi, Michela Atzeni ed Elisa Marongiu), che conducono lo spettatore in un viaggio fra antiche sonorità perdute, rievocando la quotidianità della vita: così, ai canti d’amore si alternano quelli di preghiera, alle ninnananne seguono versi scherzosi, ai canti di lutto fanno eco quelli delle danze.

Il concerto, da circa tre anni è diventato un CD prodotto da una delle case discografiche più importanti di musica popolare in Italia, la Finisterre.

Questo primo lavoro discografico della Compagnia ha suscitato nelle riviste specialistiche europee attenzione e critiche lusinghiere: la rivista inglese Folk Roots (la più autorevole del settore) ha inserito il CD “Canti delle Donne Sarde” nella “Top Ten”di Maggio 2005, la rivista francese Focus Magazine gli ha conferito “5 Etoiles”, la FB- Folk Bulletin gli ha conferito il bollino “Fbis” per “la qualità e l’originalità del prodotto”.




Un successo continuo quello del concerto degli Actores Alidos che gli ha consentito di essere selezionato per la prestigiosa partecipazione all’edizione del 2005 del WOMEX, così come la vincita del Primo Premio al Festival FOLK HERBST Malzhaus di Plauen (Germania) e, ultimo in ordine di tempo, il Premio Maria Carta 2007.



03-07-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
05-12-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1263