Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    29 novembre 2020
Home > Cartellone > Vaghe stelle dell'orsa
Login
User

Password
Recupera password 
 

CARTELLONE

 



Vaghe stelle dell'orsa

un evento dedicato al poeta Giacomo Leopardi

Venerdì 9 maggio, alle ore 19 (con replica alle 20) "La Fabbrica Illuminata" presenterà a Cagliari, nelle sale di Palazzo Boyl di proprietà della famiglia Tomassini-Barbarossa, cugini di Giacomo Leopardi, un evento dedicato al poeta di Recanati, e intitolato "VAGHE STELLE DELL'ORSA", con la partecipazione straordinaria di Pino Micol, di Elena Pau, Massimo Zordan, Tiziana Pani e di tre allieve della "Scuola per l'Arte dell'Attore" prossime al diploma di fine corso.

 

Uno spettacolo costruito sul grande fascino che ancora oggi esercita la meditazione leopardiana sulla condizione umana, sospesa tra passato e presente, sull'aspirazione di ogni uomo a una felicità che sembra raggiungibile nella prima giovinezza ma che si rivela ad ogni anno che passa sempre più un sogno impossibile; sulla "virile attesa della morte, solo rimedio all'inutile miseria della vita...", nella perenne ricerca di un'accettabile condizione di felicità.




La rappresentazione è strutturata con un'alternanza fra alcuni testi delle "Operette morali", i "Pensieri" e i "Canti". Ad un gruppo di allievi della "Scuola per l'Arte dell'Attore" è affidato il compito di fare da guida agli spettatori fra i saloni di Palazzo Boyl, recitando frammenti della "Storia del genere umano", conducendoli quasi per mano nelle varie sale in cui vengono allestiti alcuni dei famosissimi "Dialoghi": "Dialogo di Ercole e Atlante" , "Dialogo di un folletto e di uno gnomo", "Dialogo della Moda e della Morte", "Dialogo della natura e di un'anima", "Dialogo della Terra e della Luna", "Dialogo di un venditore di Almanacchi".

 

Il ruolo di Giacomo Leopardi viene assunto da Pino Micol, Spetterà a lui restituire per intero il fascino dei "Canti" del poeta di Recanati, come "Alla Primavera", "Ultimo canto di Saffo", "La sera del dì di festa", "Le ricordanze", "Canto notturno di un pastore errante dell'Asia". Sempre a lui verrà affidato il compito di chiudere la serata con un frammento - amarissimo, ma non per questo meno attuale - dei "Pensieri" di Giacomo Leopardi.



30-04-2008
 
Info

Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
29-11-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=cartellone&id=1010