Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    19 novembre 2018
Home > Banca dati: Organizzazioni > compagnie e gruppi teatrali > Fueddu e Gestu
Login
User

Password
Recupera password  REGISTRATI
 

ORGANIZZAZIONI

 
     

Fueddu e Gestu


Teatro Società Cooperativa

“Fueddu e Gestu” nasce come gruppo di ricerca e sperimentazione teatrale nel 1980; si costituisce come Cooperativa di produzione teatrale e animazione socio–culturale nel 1985.

Formata da operatori qualificati, con una precedente e significativa esperienza nel campo del teatro, delle arti visive e dell’animazione socio-culturale, la Cooperativa Teatro “Fueddu e Gestu” persegue dalla sua fondazione l’obiettivo della produzione di un teatro sardo, di una drammaturgia e di una messa in scena moderne

Un teatro chiaramente radicato nel contesto di una realtà socio-culturale particolare, in cui l’operazione di recupero e ricerca delle valenze peculiari di lingua e cultura della Sardegna (memoria storica, leggende, miti, riti, poesia e racconto popolare) interagiscono con la realtà sarda contemporanea: il dato di cronaca, l’immaginario popolare, la dimensione del sogno, la contaminazione culturale e l’atto creativo.

Segni e temi che vengono rielaborati e riproposti nella messa in scena, attraverso una visione nuova del teatro che si innesta in modo comunque originale nel contesto più ampio del teatro contemporaneo internazionale.


Esperienze

1980
viene prodotto lo spettacolo LA BAMBOLA ABBANDONATA, libero adattamento de HISTORIA DE UNA MUNECA ABANDONADA di Alfonso Sastre .

1981
messa in scena de SU CARRUCOCCIU di Giampietro Orrù, in cui si fondono racconto popolare e microstoria locale. Viene presentato tra gli altri a Cagliari nel contesto della Rassegna Internazionale di Teatro "Confronti Teatrali", organizzata da "Domus de Janas".

1982
Fueddu e Gestu continua la sua ricerca su tradizione e cultura sarda e mette in scena PISTIRRINCHINU personaggio fantastico e surreale dei racconti popolari.
Il gruppo arricchisce il suo bagaglio di esperienze collaborando con il gruppo Domus de Janas diretto da Pierfranco Zappareddu, frequenta i suoi laboratori e quelli del Teatro Laboratorio di Grotowskj e dell'Odin Teatret.

1983
II gruppo sviluppa, attraverso seminari e corsi, le tecniche dell'arte dell'attore, inizia a lavorare per conto di Scuole e Comuni con l'animazione teatrale.

1984
Viene approfondita la ricerca drammaturgica con laboratori su autori sardi: Grazia Deledda, Salvatore Cambosu, Giuseppe Dessì, Francesco Masala. Di Francesco Masala viene allestita con successo un'azione teatrale dal titolo EHI BONA GENTI tratta da POESIAS IN DUAS LIMBAS, presentato alla Prima Rassegna del Teatro Sardo, città di Quartu Sant'Elena.

1985
Fueddu e Gestu dopo un lungo periodo dedicato alla Formazione Professionale in ambito teatrale, si costituisce come Cooperativa ed inizia a lavorare professionalmente nel campo della produzione teatrale e dell'animazione. Viene allestito lo spettacolo di strada DEDALUS.

1986
Prosegue per due anni la Formazione Professionale inerente l’ambito della Animazione Socio-Culturale.
Con OGGETTI SMARRITI tratto dall'opera dell'autore tedesco Karl Valentin, partecipa alla Rassegna "Teatro Insieme" de "Il Crogiuolo" di M. Faticoni ed alla Rassegna "II Teatro della Repubblica di Weimar" organizzata dal Centro Universitario Teatrale.

1987
Allestimento dello spettacolo in lingua sarda PEGU DE BANGU di Giampietro Orrù.

1988
Lo spettacolo "Pegu de bangu" vince il Primo premio nella Terza Rassegna del Teatro in lingua Sarda "Canonico L. Matta" di Gergei (NU). Con lo stesso spettacolo, vince il Primo premio al "Dicembre Teatrale Guspinese" per il testo, la regia e il miglior attore protagonista.

1989
Con lo spettacolo EHI BONA GENTI tratto da un testo di Francesco Masala, regia di Giampietro Orrù, Fueddu e Gestu ottiene il Primo Premio per la Migliore Regia alla Rassegna Teatrale “Su Magasinu de su Monti”, ad Uras (OR). Sempre con EHI BONA GENTI, ottiene il Primo Premio nella Quarta Rassegna del Teatro in Lingua sarda “Canonico L.Matta” di Gergei. Viene allestito in collaborazione con i musicisti del gruppo “Laborintus” di Sassari L’HISTOIRE DU SOLDAT di I. Strawinskj.

1990
Allestimento dello spettacolo FRORES con testi di Paolo Pillonca e regia di Giampietro Orrù.

1991
Vengono prodotti gli spettacoli STREMUS COMICUS e DUENDAS di Giampietro Orrù. DUENDAS viene presentato a Cagliari alla Prima Rassegna del “Teatro Etnico” nel Piccolo Auditorium di Piazza Dettori.
Fueddu e Gestu insieme ad altri cinque gruppi di Teatro Sardo, costituisce A.R.T.E. (ASSOCIAZIONE REGIONALE TEATRO ETNICO), promuovendo il Primo Circuito Regionale del Teatro Etnico.

1992
Viene allestito lo spettacolo PRENDAS di Giampietro Orrù, adattamento di due atti unici di A. Cechov, che ottiene il Primo Premio alla Settima Rassegna del Teatro in Lingua sarda “Canonico L. Matta” di Gergei.
Si continuano a proporre anche gli altri spettacoli in repertorio in numerosi centri della Sardegna.

1993
Allestimento di SU STRANGIU tratto dal Ruzante, per adattamento di Giampietro Orrù.

1994
Allestimento dello spettacolo CONAS E MAJAS con testi di Adele Loriga, Gian Mario Demartis, Tonino Rubattu, interpretazione di Nerina Nieddu, scene e regia di Giampietro Orrù, musiche di Enzo Favata.

1995
Allestimento dello spettacolo OJOS su testi di Paolo Pillonca, scene e regia di Giampietro Orrù.
Con OJOS Fueddu e Gestu ottiene il Primo Premio alla Decima Rassegna Regionale di Teatro in Lingua Sarda “Canonico L. Matta” di Gergei.

1996
Viene allestito lo spettacolo CONDAGHES - CONTOS SARDOS DE S’ANNU MILLI, lavorando sul testo di Ignazio Delogu, regia di Giampietro Orrù. CONDAGHES viene presentato alla Prima Rassegna Teatrale Oristanese dedicata allo scrittore Antonio Garau.
Lo spettacolo OJOS viene presentato al Festival Nazionale di Teatro “ANGELI A SUD” a Sorrento.

1997
Viene allestito lo spettacolo S’ISCRAVAMENTU tratto dalla Sacra Rappresentazione di Antonio Maria da Esterzili (XVII secolo), in lingua sarda–campidanese. Realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari– Istituto di Storia del Teatro, su progetto del Prof. Sergio Bullegas per la regia di Giampietro Orrù.

Fueddu e Gestu realizza a Sassari il progetto I VOLI DI ICARO, in collaborazione con l’Ensemble “Laborintus” e con la compagnia di danza “Tersicore”. Le installazioni sono di Maria lai, Pinuccio Sciola, Danilo Sini e Giampietro Orrù. Nell’ambito della manifestazione la Cooperativa presenta la performance LABYRINTHOS, testo di Ignazio Delogu, regia di Giampietro Orrù.


Nel mese di ottobre la Cooperativa Teatro Fueddu e Gestu e Maria Lai danno vita a “ARTEINSIEME”. L’incontro con l’opera dell’artista, gli interventi teatrali degli attori e animatori di Fueddu e Gestu nel paese di Siliqua portano ad un evento di Arte, Teatro e Poesia intitolato L’ALBERO DEL MIELE AMARO.

1998
Per la Pasqua Fueddu e Gestu mette in scena SU SONNIU DE MARIA, testo di Gian Mario Demartis, regia di Giampietro Orrù e installazioni di Maria Lai; SU SONNIU DE MARIA viene proposto a Sassari come evento teatrale dell’anno, riscuotendo un notevole successo di pubblico e critica.

A dicembre viene presentato lo spettacolo CARENAS, testo di Paolo Pillonca, scene e regia di Giampietro Orrù.




1999
Viene allestito e presentato per la prima volta ad Alghero CARRABUFAS, testo di Antoni Arca, scene e regia di Giampietro Orrù. Nel contesto di un Laboratorio di Animazione Socio-Culturale, viene messo in scena con il coinvolgimento della comunità di Villanovatulo, PO CANTU BIDDANOA di Benvenuto Lobina, con la regia di Giancarlo Monticelli e la direzione artistica di Giampietro Orrù. Viene presentato in Prima Nazionale a Sassari lo Spettacolo NUR, testo di Leonardo Sole, scene e regia di Giampietro Orrù.

2000
Viene allestito lo spettacolo teatrale LE NOTTI DI NURAI, adattamento di un radiodramma di Michelangelo Pira con un contributo alla ristesura teatrale di Paolo Pillonca per la regia di Giampietro Orrù.

Di Gian Mario Demartis viene messo in scena il testo MARIA CHIGINERA - CINIXADA (Cenerentola), per la regia, scene e costumi di Giampietro Orrù.

2001
Viene allestita la pièce comica STREMUS che ricostruisce le burrascose e divertenti vicende di una “bardana” ai danni di una ricca possidente del campidano negli anni ’30.
La Cooperativa collabora all’allestimento delle performances di Nerina Nieddu con testi di Gian Mario Demartis: MEDEA TORRAT e SOS FIORES DE ADELASIA di cui Giampietro Orrù cura la regia.

2002
Si lavora all’allestimento dello spettacolo MIELE AMARO da Salvatore Cambosu, con il contributo dei poeti Paolo Pillonca e Anna Cristina Serra; le musiche originali scritte ed eseguite da Veronica Maccioni e Ottavio Farci; scrittura scenica e regia di Giampietro Orrù.
Allestimento della piéce comica BISURAS, tipi-personaggi-maschere nostrani per la regia di Giampietro Orrù, musiche composte ed eseguite da Ottavio Farci e Veronica Maccioni.
Allestimento e messa in scena dello spettacolo NASCHIMENTA, Natale 2002.

2003
Allestimento di FERAS, spettacolo contro la guerra di Giampietro Orrù con ballate di Anna Cristina Serra.
Realizzazione delle performance MAMAS DE RES e NUES E ATARZU, testi di Gian Mario Demartis, regia di Giampietro Orrù.
Allestimento dello spettacolo ARISTAS.
Nel giugno 2003 ARISTAS rappresenta la Sardegna al Festival Internazionale IN-VIAGGIO di Fossombrone, dedicato alle isole. Nello stesso anno a dicembre NASCHIMENTA viene presentato con successo a Roma, come evento d’arte, teatro e musica..

2004
Si allestisce “Alientu” scrittura scenica e regia di Giampietro Orrù e testi poetici di Anna Cristina Serra, messa in scena originale per il sito archeologico “Pranu Muttedu “ di Goni.
Presentato in occasione di una serie di Conferenze sul megalitismo, con il patrocinio della 21°Comunità Montana Sarrabus Gerrei Villasalto in accordo con la Soprintendenza ai beni culturali e paesaggistici.

Nel progetto vengono coinvolti gli allievi della Scuola di teatro dell’Identità che Fueddu e Gestu porta avanti da alcuni anni ad Oristano.
Alientu viene presentato a San Sperate nel Museo del Crudo interagendo con gli spazi del cortile interno e inglobando nell’azione scenica gli elementi strutturali della casa campidanese.
Lo spettacolo viene replicato in altre occasioni sempre con questa capacità di interazione con i siti di particolare importanza archeologica e ambientale.

Viene allestito “Rayas”, da Miele Amaro di S.Cambosu, scrittura scenica e regia di Giampietro Orrù. Un teatro concerto che raccoglie i momenti più significativi della attività teatrale e musicale di “fueddu e gestu” e “sonus e sinnus”.
Dello spettacolo viene realizzato un CD audio prodotto con l’obiettivo di ricordare i vent’anni di attività della cooperativa “Fueddu e Gestu”.

Fueddu e Gestu interviene con il suo apporto artistico alla presentazione di un progetto di recupero e valorizzazione dell’intera opera di Maurizio Carrus, scrittore tra il sei e settecento di San Vero Milis considerato uno dei maggiori scrittori sardi del XVIII secolo, portato avanti dal Comune di San Vero Milis e curato scientificamente dal prof. Sergio Bullegas docente di storia del Teatro e dello Spettacolo dell’Università di Cagliari. La presentazione di tale progetto si articola in due giornate, con una conferenza alternata a lettura delle opere del Carrus, e con la rappresentazione di un estratto dalla “Comedia de la sacratissima Passion de Nuestro Senor Jesu Christo” di Maurizio Carrus, tra recitazione musica e canto, a San Vero Milis nella Parrocchia di Santa Sofia V.M.

2005
Per la pasqua ripropone il testo “Desenclavamiento de la Cruz – S’Atitidu de Maria“ da Frà Antonio Maria da Esterzili (XVII sec.). Il nuovo allestimento: una lettura poetico drammatica con musica e canto corale integra la proiezione video con immagini della passione tratti dai retabli sardi coevi. Lo spettacolo viene presentato tra gli altri a Meana Sardo, Lanusei, Villasimius, Segariu

Per la sua attività didattica e artistica “fueddu e gestu” ottiene il patrocinio del Mistero per i Beni e le Attività Culturali.

E’ presente a Roma presso la sede del Ministero, il complesso monumentale del San Michele a Ripa, in occasione della VII settimana della Cultura con le sue ultime produzioni Rayas e Alientu.
Partecipa alla settimana della cultura a Cagliari,replicando gli spettacoli Rayas e Alientu.

“Fueddu e gestu” ottiene un ulteriore riconoscimento e finanziamento dall’Imaie , ente morale per i diritti degli interpreti di opere drammatiche e musicali con sede a Roma, per l’allestimento dell’inedito di Salvatore Cambosu, “Il Quaderno di Don Demetrio Gunales”.

E’ in programma la realizzazione di una performance in collaborazione con l’artista Maria Lai, per l’inaugurazione della “Stazione dell’arte” ad Ulassai.

2006
Si allestisce, in collaborazione con il gruppo flamenco “Duendas”, “La Casa di Bernarda Alba” tratto dall’omonima opera di Federico García Lorca. Scrittura scenica e regia di Giampietro Orrù. Lo spettacolo viene presentato in prima nazionale a Villasor presso il castello Aragonese, nel mese di giugno.


Con “Il Quaderno di Don Demetrio Gunales” è presente, dal 27 al 29 di giugno, al Teatro Vascello nell’ambito delle Giornate sarde a Roma.

Si allestisce lo spettacolo “Cammina Cammina… Lucertolina”, presentato in prima nazionale nel mese di agosto a Serdiana (Ca) nell’ambito del Circuito Pubblico per lo Spettacolo della Provincia di Cagliari. Scene, drammaturgia e regia sono di Giampietro Orrù su una fiaba scritta da Maria Lai e Giuseppina Cuccu.
“Cammina…Cammina…Lucertolina”, indirizzato al pubblico dei più piccoli per le forme e i contenuti espressi è godibile da tutti.
Lo spettacolo sarà proposto nelle scuole per l’anno scolastico 2006/2007

In collaborazione con il comune di Samassi e l’associazione “Salmoe”, “fueddu e gestu” presenta un primo studio per la messa in scena dell’opera “Astòre” di Lao Silesu. Opera lirica mai rappresentata nella sua completezza, su un libretto ricavato da una novella di Grazia Deledda che la scrisse appositamente per il musicista suo amico.

E’ in programma per l’autunno 2006 l’avvio della prima edizione del festival “TEATRINVERSUS”. Con l’obiettivo di riproporre tutti gli anni, attraverso il teatro, la musica e la danza, figure di artisti e autori vicini alla poetica di “fueddu e gestu”. Quest’anno la manifestazione sarà dedicata al poeta spagnolo Federico Garcia Lorca, di cui ricorre il 70° della morte.


IMMAGINI


Altre informazioni

La Cooperativa, attraverso i suoi esperti, realizza laboratori interdisciplinari e corsi di aggiornamento per insegnanti

Componenti

Responsabile Amministrativo: Giovanni Melis
Direttore Artistico: Giampietro Orrù

Ultimo aggiornamento: 27/11/2007

 
Info


Produzioni


Video



Audio


Comunicati
 
Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2018 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
19-11-2018
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=scheda_organizzazioni&id=40