Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    25 ottobre 2020
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > performance > La Compagnia del tuo Pensiero
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

La Compagnia del tuo Pensiero

incontro fra romanzi, suoni e poesia

Autore: alessandro muroni

Regia: alessandro muroni

Protagonisti

Antonella Deliperi,Nicola Argiento, Marco Noce,Salvatore Delogu e Alessandro Muroni,Antonio Prost,Roberto Murru.

Scene: antonella deliperi e alessandro muroni

Nota Artistica

Antonella Deliperi - violoncello, Nicola Argiento - fisarmonica e cori, Marco Noce - chitarra e cori, Salvatore Delogu - percussioni e cori e Alessandro Muroni - piano e voce. La narrazione è condotta da Antonio Prost, e, per le parti estrapolate da L’odore, da Roberto Murru. Alessandro Muroni é nato a Sassari il 10.12.1973. Si avvicina alla musica post punk per poi creare un suo gruppo nel 1990-91(CHANCE, dal 1995 come CURTAINS DOLL) che lo vede impegnato come cantante e tastierista. Seguiranno collaborazioni con musicisti locali, alcuni dei quali li accompagnerà come batterista (ATRO). Nel 2000 fonda il gruppo teatrale-musicale “Perne Mero”e porta in scena come regista, musicista e cantante lo spettacolo “Canzoni d’amore-d’autore” con la collaborazione di 13 musicisti, fra i quali Gavinuccio Canu, Sebastiano e Giovanni Pala (ATRO), Fabio Manconi (CHICHIMECA, TAZENDA), Alessandro Carta (NASODOBLE), Matteo Anelli (OZELO,UMILIATI E OFFESI, SEVEN MILES) e 4 attori, fra cui Luana Mulas e Alessandro Doro (MERIDIANO ZERO). Lo spettacolo verte sui temi romantici ottocenteschi (infinito, amore, viaggio, nostalgia) narrati tramite le poesie di autori quali Keats, Foscolo, Novalis, Lamartine, Leopardi, Ruckert, Muller coniugati con il verbo e le musiche di autori contemporanei, quali L.Cohen, J.Brel, N. Cave , T. Waits , N. Drake , P. Ciampi e viene presentato con successo anche alle scuole sassaresi interessate, grazie al contestuale interesse didattico suscitato. Ora vive e lavora a Cagliari. Antonio Prost Nato a Cagliari il 13.06.1938, professore ordinario di filosofia nei Licei, in pensione dal 01.09.1999, attore e regista, già giornalista pubblicista. Alla fine degli Anni ’60 è tra i fondatori del Sindacato Scuola CGIL di cui è stato a lungo dirigente nazionale. Fra il 1976 e il 1990 membro, per due “tornate” successive, del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione e membro, nello stesso periodo, sempre per due “tornate” successive, del consiglio direttivo dell’ IRRSAE/Sardegna, di cui è stato per qualche anno vicepresidente. Attualmente è nel Consiglio direttivo dell’Istituto Gramsci della Sardegna. Negli Anni ’80 è consigliere d’amministrazione e, anche, presidente della Cooperativa Alfa Edificatrice in Cagliari.. Nei primissimi anni ’60 tra i fondatori del Centro Universitario Teatrale in Cagliari, di cui è stato anche presidente. Dal 1962, in qualità di annunciatore attore e regista, collabora con la RAI e più tardi anche con l’emittenza privata. Ha collaborato e collabora con diversi gruppi teatrali, soprattutto negli anni ’80, con la Cooperativa Teatro di Sardegna, fi è stato anche il presidente. Negli Anni 80 e 90, per due “tornate” membro del C. d. A. dell’Ente lirico di Cagliari, di cui è stato anche vicepresidente. Già vicepresidente negli anni ’90 della Civica Scuola di Arte drammatica di Cagliari, ha insegnato e insegna in numerosi corsi per attori e cantanti. In qualità di giornalista ha diretto negli Anni ’80 la testata giornalistica di Radio Flash in Cagliari, ha pubblicato inoltre diversi scritti su questioni di cultura scolastica e teatrale.E’ fra gli Autori della Casa Editrice “La Nuova Italia” di Firenze con un volume sul sistema di reclutamento degli insegnanti. E’ stato direttore responsabile del Bollettino Filosofico Sardo. Negli ultimi anni ha diretto le attività teatrali di diverse Scuole di Cagliari.

Nota di Stampa

La Compagnia del Tuo Pensiero incontro fra romanzi, suoni e poesia John Keats, nella poesia “To my brother George”, decanta l’imminente arrivo di suo fratello George. Si bea di quest’attesa, se ne fa rapire, la trasfigura in qualcosa che lo tiene in vita e gli dà la spinta per continuare a vivere, ad affrontare il tempo che separa chi attende da chi è atteso. Da qui nasce l’idea di questo spettacolo: dalla voglia di raccontare - e/o di raccontarsi – l’attesa di qualcosa o qualcuno che stenta ad arrivare, che forse arriverà e che pertanto tiene in vita la speranza. A fare compagnia a chi attende è il pensiero dell’atteso, la sua prefigurazione, l’evocazione della sua essenza e della sua parvenza. Di questo, ad esempio, in Aspettando Godot di Samuel Beckett, vivono Vladimir ed Estragon. Di questo, a loro modo, vivono i protagonisti dei tre romanzi che fanno da sfondo narrativo a questo spettacolo: Nessuno scrive al colonnello di Gabriel Garcia Marquez, L’odore di Rocco Familiari e Il pomeriggio del signor Andesmas di Marguerite Duras. Il colonnello di Marquez - la cui vicenda viene ripercorsa nelle canzoni Hope, Morning Bright, C’mon - aspetta con ostinata fiducia l’arrivo della lettera che l’ufficio postale tarda a recapitargli: quella che dovrebbe comunicargli la concessione di una pensione cui lui ha diritto in qualità di ex combattente nella guerra civile spagnola. A condividere quest’attesa col colonnello è sua moglie, complice mesta e silenziosa, che con lui spartisce anche il dolore per la perdita dell’unico figlio, dal quale, come unica eredità, hanno ricevuto un gallo da combattimento, nemico o futuro amico del loro sostentamento. I protagonisti de L’odore sono ‘Ntoni e ‘Ndria, compagni di cella da cinque anni. I loro desideri di libertà si riassumono nel corpo della bella moglie del primo, Maria, immortalata in una foto appesa sopra il letto del marito. L’odore di Maria sarà pensiero ricorrente e ragione di vita sia per ‘Ntoni, condannato all’ergastolo per eversione politica, che, successivamente, per ‘Ndria, un semplice ladruncolo che, ottenuta la possibilità di lavorare fuori dal carcere durante il giorno, ha finalmente modo di portare in cella, ogni sera, un po’ di quell’odore. Divenuto su richiesta di ‘Ntoni il tramite della sua ossessione d’amore, finirà per restarne vittima. A questa storia si riferiscono The Taste of Love, Still Air e Take this longing. L’anziano signor Andesmas, pensionato, è invece in attesa di un certo Michael Arc che dovrà stilare un preventivo per la costruzione di una terrazza nella casa appena acquistata da Andesmas per la figlia Valery: una bella casa in cima a una collina che domina l’intero paese. Nell’attesa c’è il tempo per ripercorrere tutta la vita e per scoprire che la vita stessa, in definitiva, è l’attesa dell’ultima ora (canzoni: On a Sunday afternoon, Quand les lilas e Arc). Altre attese vengono raccontate nelle canzoni indipendenti dai testi narrativi: Parallel World descrive la necessità di creare un’altra dimensione dove sia possibile amare un amore impossibile, inesauribile, lungo una vita; Perfect Day (Lou Reed) racconta come un paradiso perduto il piacere semplice di una giornata in due; Et les lucioles continuent à bourdonner (E le lucciole continuano a ronzare) è una lettera in versi per un amore travolto dagli eventi, che si interseca nel tempo fra i meandri della ragione. Ne L’Ivrogne (Jacques Brel), l’amante disperato e abbandonato trova la sua rivincita nel bere. The Miracle Flat è, invece, ispirata al romanzo di Michele Perriera, La casa, dove un giovane commesso di un negozio di stoffe corona il sogna di comprarsi una casa e si ritrova nell’incubo di vedersela abbattuta abusivamente da esponenti della malavita locale alla ricerca di un’area su cui costruire un grattacielo. Per comprare il suo silenzio, gli offrono una meravigliosa villa al mare. Il commesso rifiuta e denuncia il sopruso, ma vista l’impossibilità di ottenere giustizia finisce per togliersi la vita, come ultimo gesto di protesta verso una società ingiusta. In suo onore, la “casa gialla” verrà fatta ricostruire e verrà regalata alla compagna e al figlio che aspettava. Le musiche e le canzoni proposte sono una produzione Charme de Caroline per La compagnia del tuo pensiero e sono state scritte da Alessandro Muroni (tranne Perfect Day scritta da Lou Reed e L’Ivrogne da Jacques Brel) e arrangiate dall’intero gruppo che vede Antonella Deliperi al violoncello, Nicola Argiento alla fisarmonica e ai cori, Marco Noce alla chitarra e ai cori, Salvatore Delogu alle percussioni e ai cori e Alessandro Muroni al piano e alla voce. La narrazione è condotta da Antonio Prost, voce storica del teatro in Sardegna per Radio Rai, coadiuvato dagli stessi musicisti e, per le parti estrapolate da L’odore, da Roberto Murru, già membro degli Charme de Caroline. Lo spettacolo “ La Compagnia del tuo Pensiero” è stato rappresentato il 29 Giugno 2007 a Cagliari al Caffè Savoia

Durata: 90 minuti

Esigenze Sceniche

service audio e luci

Info

lo spettacolo è adeguabile allo spazio proposto.


Ultimo aggiornamento: 27/09/2007

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
25-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&sottocategoria=5&categoria=1&id=40