Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    24 ottobre 2020
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > performance > Il fascino del lontano
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

Il fascino del lontano


Autore: alessandro muroni

Regia: alessandro muroni

Protagonisti

Alessandro Muroni – piano, voce Antonella Deliperi – violoncello Salvatore Delogu – batteria Nicola Argiento – fisarmonica Marco Noce – chitarre Antonio Prost – voce recitante + tre attrici e tre attori ( fra cui Roberto Murru )

Scene: antonella deliperi

Costumi: maria renata solinas

Nota Artistica

Alessandro Muroni – piano, voce Antonella Deliperi – violoncello Salvatore Delogu – batteria Nicola Argiento – fisarmonica Marco Noce – chitarre Antonio Prost – voce recitante Scenografia – Antonella Deliperi Costumi – Renata Solinas Fonico – Giovanni Carlini Assistente di palcoscenico – Stefano Calabrese Luci e proiezioni – Valerio Contini Alessandro Muroni é nato a Sassari il 10.12.1973. Si avvicina alla musica post punk per poi creare un suo gruppo nel 1990-91(CHANCE, dal 1995 come CURTAINS DOLL) che lo vede impegnato come cantante e tastierista. Seguiranno collaborazioni con musicisti locali, alcuni dei quali li accompagnerà come batterista (ATRO). Nel 2000 fonda il gruppo teatrale-musicale “Perne Mero”e porta in scena come regista, musicista e cantante lo spettacolo “Canzoni d’amore-d’autore” con la collaborazione di 13 musicisti, fra i quali Gavinuccio Canu, Sebastiano e Giovanni Pala (ATRO), Fabio Manconi (CHICHIMECA, TAZENDA), Alessandro Carta (NASODOBLE), Matteo Anelli (OZELO,UMILIATI E OFFESI, SEVEN MILES) e 4 attori, fra cui Luana Mulas e Alessandro Doro (MERIDIANO ZERO). Lo spettacolo verte sui temi romantici ottocenteschi (infinito, amore, viaggio, nostalgia) narrati tramite le poesie di autori quali Keats, Foscolo, Novalis, Lamartine, Leopardi, Ruckert, Muller coniugati con il verbo e le musiche di autori contemporanei, quali L.Cohen, J.Brel, N. Cave , T. Waits , N. Drake , P. Ciampi e viene presentato con successo anche alle scuole sassaresi interessate, grazie al contestuale interesse didattico suscitato. Ora vive e lavora a Cagliari. Antonio Prost Nato a Cagliari il 13.06.1938, professore ordinario di filosofia nei Licei, in pensione dal 01.09.1999, attore e regista, già giornalista pubblicista. Alla fine degli Anni ’60 è tra i fondatori del Sindacato Scuola CGIL di cui è stato a lungo dirigente nazionale. Fra il 1976 e il 1990 membro, per due “tornate” successive, del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione e membro, nello stesso periodo, sempre per due “tornate” successive, del consiglio direttivo dell’ IRRSAE/Sardegna, di cui è stato per qualche anno vicepresidente. Attualmente è nel Consiglio direttivo dell’Istituto Gramsci della Sardegna. Negli Anni ’80 è consigliere d’amministrazione e, anche, presidente della Cooperativa Alfa Edificatrice in Cagliari.. Nei primissimi anni ’60 tra i fondatori del Centro Universitario Teatrale in Cagliari, di cui è stato anche presidente. Dal 1962, in qualità di annunciatore attore e regista, collabora con la RAI e più tardi anche con l’emittenza privata. Ha collaborato e collabora con diversi gruppi teatrali, soprattutto negli anni ’80, con la Cooperativa Teatro di Sardegna, fi è stato anche il presidente. Negli Anni 80 e 90, per due “tornate” membro del C. d. A. dell’Ente lirico di Cagliari, di cui è stato anche vicepresidente. Già vicepresidente negli anni ’90 della Civica Scuola di Arte drammatica di Cagliari, ha insegnato e insegna in numerosi corsi per attori e cantanti. In qualità di giornalista ha diretto negli Anni ’80 la testata giornalistica di Radio Flash in Cagliari, ha pubblicato inoltre diversi scritti su questioni di cultura scolastica e teatrale.E’ fra gli Autori della Casa Editrice “La Nuova Italia” di Firenze con un volume sul sistema di reclutamento degli insegnanti. E’ stato direttore responsabile del Bollettino Filosofico Sardo. Negli ultimi anni ha diretto le attività teatrali di diverse Scuole di Cagliari.

Nota di Stampa

Il Fascino del Lontano Da un verso del poeta romantico Hordelin prende vita uno spettacolo che verte su un percorso musicale e teatrale che convoglia nella ricerca di tutti quei “ lontani” passati, presenti e futuri che ci accompagnano lungo il corso della vita e che ci fanno guardare avanti. Nella ricerca di tutto ciò che non ci appartiene materialmente, di tutto ciò che potremo afferrare ma non riusciamo, come la nostalgia, gli arrivi e le partenze, gli sguardi, le linee dell’ orizzonte, i sogni. Un viaggio, quindi, che parte dalle sensazioni di ognuno di noi per arrivare a sfiorare almeno l’impercettibilità dell’ inconoscibile, di quel mondo che è l’ “altro da sé” ma che ci appartiene e che è il mondo del “lontano”. Ce lo raccontano tre attrici attraverso la “prosa in versi” del testo teatrale “ Il Marinaio “ di Fernando Pessoa, dove tre fanciulle che vegliano un’ amica morta, vivono quella sola notte - timorose delle prime luci dell’ alba che le dissolverà. E quella notte, per potersi credere reali, dovranno parlare, e raccontarsi i propri sogni. Ce lo racconta Antonio Prost, voce storica del Teatro in Radio Rai, attraverso le poesie di Eluard, Garcia Lorca, Neruda e,Dylan Thomas e alcune riflessioni ( Muroni - Deliperi ) che fanno anche da sfondo sonoro a dei filmati i cui protagonisti (tre attori) si trovano alle prese con l’ immedesimazione mimica delle parole recitate. Rappresentazione scenica, invece, per le “trasparenze”, simbolo di ogni “andare oltre”, fra veli, ipotetici quadri, angeli metropolitani di wendersiana memoria e bolle di sapone. Le musiche ( alcune delle canzoni qui proposte fanno parte del cd degli Charme de Caroline “From this World” pubblicato nel 2005 ) sono una produzione Charme de Caroline per “ Il Fascino del Lontano ” e sono state scritte da Alessandro Muroni e arrangiate dall’ intero gruppo che vede Antonella Deliperi al violoncello, Salvatore Delogu alla batteria, Nicola Argiento alla fisarmonica e Marco Noce alla chitarre. Lo spettacolo “ Il Fascino del Lontano ” è stato rappresentato il 27 Novembre 2005 all’ Auditorium Comunale di Cagliari. Musica. Esibizione e disco autoprodotto dell’ensemble isolano. I LUNARI CHARME DE CAROLINE POP RAFFINATO FRA CANZONI E POESIA Lunari, malinconici, autunnali, romantici nel senso proprio, niente a che vedere con smancerie da romanzo rosa: sono gli Charme de Caroline, ensemble musicale nato a Cagliari ma costituito da tre musicisti sassaresi e uno napoletano. Per presentarsi al pubblico hanno scelto un doppio debutto: dal vivo (al Piccolo Auditorium di Cagliari) e su cd (From this world, autoprodotto, registrato al LIVE STUDIO, dieci tracce). La loro musica è un pop raffinato e sublimato, di chiara matrice anglosassone, a metà strada fra canzone e poesia, votato alla melodia e all’intensità espressiva: pianoforte (Alessandro Muroni, già attivo negli anni novanta in alcuni gruppi dell’underground sassarese e anima, alcuni anni fa, dell’interessante progetto Canzoni d’amore d’autore), violoncello (Antonella Deliperi, strumentista di solida formazione classica), fisarmonica (Nicola Argento, musicista napoletano arrivato di recente in Sardegna con un bagaglio folk sulle spalle), batteria (Salvatore Delogu, originale compositore e valente polistrumentista, da vent’anni al centro di intriganti ed eccentriche avventure musicali)e una voce baritonale (quella di Muroni)in cui vibrano echi nobili, da David Sylvian a Stephen Patrick Morrissey, da Nick Cave a Robert Smith. Non un semplice concerto, quello dell’Auditorium, ma un ibrido musicale – teatrale: l’esecuzione dei brani del cd, intensa e convincente, intervallata a poesie di Rilke, Lorca, Eluard e Dylan Thomas, alternate a frammenti dei testi delle canzoni tradotti dall’originale inglese all’italiano e rielaborati per l’occasione, protagonista la voce eloquente di Antonio Prost (voce storica del teatro radio RAI ). I testi firmati dal pianista cantante Alessandro Muroni, in qualche caso a quattro mani con la violoncellista Antonella Deliperi, costituiscono sicuramente un punto di forza della proposta artistica degli Charme de Caroline. Alcuni versi sono decisamente di ottima fattura letteraria, e in generale è evidente una compattezza tematica non facilmente reperibile fra gli autori sardi. L’altro punto di forza consiste nella raffinatezza degli arrangiamenti, che valorizzano una concezione aurorale della composizione. Esperienza valida e meritevole di attenzione, dunque, anche al di là del ristretto mercato isolano: con l’augurio che i quattro possano incontrare presto un produttore lungimirante. Marco Noce Unione Sarda del 30.12.2005

Durata: 90 minuti

Esigenze Sceniche

Scheda Tecnica Charme de Caroline Technical info Giovanni Carlini cell: 348-65.17.982 e-mail: carlini@livestudio.it House System: Impianto audio adeguato a coprire le dimensioni della sala di buona qualità minimo 4 Kw. 1X Mixer professionale digitale Yamaha 01V96 o superiori. 1 Eq. Grafico Stereo 31 bande 1/3 di buona qualità. In caso di mixer analogico: 1 Mixer professionale 24 ch mono con direct out + 6 Aux pre/post selezionabile. 1 Eq. Grafico Stereo 31 bande 1/3 8 Ch. di compressione tipo dbx 160A /equivalenti/buona qualità 1 Lexicon Pcm 91/90/70 1 Yamaha Spx 990 Monitor System: 5 Wedges Monitor identici. 1 Ear-Monitor stereo Shure. Varie: 1 Tappeto 3 x 2 ( percussioni ) 10 Aste microfoniche grandi,di buona qualità. 05 Aste microfoniche piccole,di buona qualità. 01 Set di microfoni sotto elencati. 01 Set di cavi di buona qualità. Lettore CD Impianto luci adeguato allo spazio concerto (par e pc) Scheda tecnica “Il fascino del lontano” - banco luci DMX computerizzato tipo SPARK 4D o simili con la possibilità di almeno 24 submaster o memorie - n° 30 canali dimmer 2,5KW - n° 6 Par 64 lampada CP60 - n° 6 Par 64 lampada CP61 - n° 4 Par 64 lampada CP62 - n° 12 PC 1000 W completi di portafiltro, catena di sicurezza e bandiera - n° 7 basi per proiettori a terra - n° 3 Sagomatori ETC 50° - n° 7 Sagomatori ETC 36° - n° 3 Video proiettore min. 2500 Ansi/Lumen - n° 3 DVD player completi di cavi tipo PIN JACK di almeno 30 mt ciascuno - cavi necessari per il cablaggio - fondale tipo Tulle colore nero - fondale nero - mazzi di corde Lo spazio scenico deve essere assolutamente sgombro di quinte laterali e deve disporre di una scala a norma per poter effettuare i puntamenti dei proiettori. Si richiede un’ aiuto elettricista a disposizione della compagnia per la durata di tutto l’allestimento e per le prove luci dello spettacolo. Per poter eventualmente adattare l’allestimento allo spazio scenico è richiesta una pianta in scala del teatro. Per informazioni: Valerio Contini Responsabile Tecnico Charme de Caroline Email: continivaler@tiscali.it Cell.334.8612960

Info

Lo spettacolo è adattabile secondo le caratteristiche del luogo nel quale si propone la rappresentazione.


Ultimo aggiornamento: 27/09/2007

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
24-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&sottocategoria=5&categoria=1&id=39