Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    24 ottobre 2020
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > prosa > ALICE Incorporated
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

ALICE Incorporated

nel paese delle meraviglie

Autore: Emanuele Floris

Regia: Tiziano Polese

Protagonisti

CARLA ORRU' Alice
TIZIANO POLESE Cappellaio matto
LAURA ORTU e CLAUDIA ZUDDAS conigliette-cassiere

Nota Artistica

In Alice Incorporated si racconta lo smarrimento di una donna all’interno delle molte facciate che formano una struttura a noi familiare un Mega Market. In questa metropoli del prodotto, luogo teatrale per eccellenza, vediamo una scenografia
mutante capace di adattarsi al desiderio in continua trasformazione del cliente. In particolare qualsiasi grande centro commerciale riesce a fornire tutti gli elementi utili a costruire una messinscena talmente sublimata della vita da renderla simile a un sogno. O a un’allucinazione. La nostra Alice narra e vive il suo calvario all’interno del mega market, una via crucis vissuta “stazione per stazione” (dal reparto salumeria a quello delle tv al plasma), in solitudine nonostante la ressa degli altri avventori e alla ricerca di merci che si dimostreranno, appena focalizzate, assurdamente diverse da quelle che desiderava. Lungo il suo cammino incontra alcuni personaggi di Alice nel paese delle meraviglie e Al di là dello specchio di Lewis Carroll come il Cappellaio matto e il coniglio bianco rappresentato da due splendide conigliette -cassiere, tutti un po’ imbonitori, un po’ infere e allettanti incarnazioni, tutte alludenti a un Magazzino, che si può visitare soltanto a patto di non avere credito, alla condizione di essere scaduti. Lì Alice, in un deposito di mercanzie alquanto degenerate, perderà se stessa, anch’essa deprezzata e svalutata tanto da non risultare neppure più una donna. Almeno fino alla giornata successiva quando ricomincerà a vagare per le corsie di Città Mercato come se fosse la prima volta, confortata dalla concretezza di carte di credito e bancomat, scordando l’accaduto come fosse, appunto, un sogno.


Dimensioni Palco: min 6 x5

Potenza Elettrica: 8 kw

Ore Montaggio: 1

Ore Smontaggio: 1/2

Durata: 20'

Esigenze Sceniche

Video proiettore + schermo


Info

Manuela Orlando
347 8928141
mail aabaco@gmail.com
www.abacoteatro.it
Facebook Abaco Teatro


Ultimo aggiornamento: 09/05/2011

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
24-10-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&sottocategoria=1&categoria=1&id=267