Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    2 dicembre 2020
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > prosa > MORIRE DI MAGGIO
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

MORIRE DI MAGGIO

Omaggio alla figura umana ed artistica di Fabrizio De Andrè

Autore: FABRIZIO DE ANDRE\'- E.L.MASTERS- TESTIMONIANZE

Regia: ANDREA MELONI

Musiche: Marinuzzi, Fossati, Dead can dance, Djivan Gasparyan,Philip Glass,L. Minassian e A.Amar

Protagonisti

FRANCESCA ORECCHIONI
FULVIA POLIDORO
TIZIANA USAI
MARTA GABRIEL
SILVIA FIASCHI

Scene: ANTONELLA VERO

Costumi: MARIA MADDALENA MANNU, MARIA VIOLA OGGIANO

Nota Artistica

“Morire di maggio”, spettacolo teatrale dedicato alla figura di Fabrizio De Andrè affronta con le parole del cantante e poeta genovese i temi portanti della sua poetica e del suo pensiero, come il nomadismo, la diversità, l’amore, la condizione della donna e la fondamentale triade tematica, travaglio della nascita/ consapevolezza della morte/ ricerca della solitudine. “Morire di Maggio” si propone come spettacolo popolare e poetico. Un flusso della “coscienza De Andrè” interpretato da un coro di donne che incarna ed esprime la condizione del nomadismo, il vagare dei pensieri e la continua trasformazione degli stati interiori. Le interpreti, come il vento del deserto o del mare, sono portatrici di parole, quelle di De Andrè, soffiate senza enfasi dalle loro voci, incarnate nei loro gesti e movimenti. Il contributo di immagini proiettate sugli edifici urbani assume il ruolo di “linea del tempo” che racconta eventi storici e fatti di cronaca, abbracciando l’intera vita di De Andrè, che va dal 1940 al 1999. Durante lo spettacolo le canzoni, le immagini e la voce di De Andrè saranno praticamente assenti; una scelta registica che in questo modo vuole esprimere il sentimento della mancanza, rinforzandone indirettamente la presenza.
Il regista
Andrea Meloni

Info

Maldimarem soc.coop. a r.l.
info@maldimarem.it


Ultimo aggiornamento: 11/12/2011

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
02-12-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&id=278&categoria=1&sottocategoria=1