Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    21 agosto 2019
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > cabaret > Skabaretch
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

Skabaretch


Regia: Tino Belloni

Protagonisti

Giorgio Floris, Michael Lai, Valentina Loche, Letizia Marras, Carlo Paletta



Nota Artistica

Skabaretch è una manifestazione indirizzata specificamente all’animazione di locali serali (ristoranti, pizzerie, pub, bar, birrerie, villaggi, campeggi) e consistente in serate teatrali (singole o in rassegna), articolate in sketches e improvvisazioni a soggetto, in cui, attraverso uno spettacolo dinamico (che mira alla costruzione di un rapporto partecipativo e coinvolgente con il pubblico, in particolare quello giovane o giovanile), si mettono a frutto, in modo inedito, le abilità interpretative maturate nel campo dell’improvvisazione teatrale dai principali attori della Compagnia.

A ogni serata partecipano uno o due attori-improvvisatori che propongono in apertura uno sketch di bandiera, ovvero un brano teatrale originale, tratto da uno degli spettacoli della Compagnia o del tutto autonomo; successivamente ci sarà un intervento di animazione con il coinvolgimento diretto del pubblico in giochi teatrali a premi; nel seguito della serata gli attori, danno vita ad altri 2 o 3 sketches totalmente improvvisati, secondo la formula (collaudata in altri spettacoli della Compagnia come Improvvisa Mente o PubOscenico) dell’estrazione a sorte (a vista, davanti al pubblico) di apposite carte teatrali, contenenti le indicazioni e gli elementi (personaggi, caratteri, azioni, ambienti, oggetti, temi, etc) per la costruzione e l’interpretazione delle scene che verranno subito dopo rappresentate: questi sketches prevedono un significativo coinvolgimento del pubblico e alcuni spettatori prenderanno direttamente parte ad una o più improvvisazioni.

Ogni serata ha un titolo diverso, dipendente dagli sketches di bandiera proposti, ovvero:

LA STRAVIANATA: sketch comico interpretato da Letizia Marras, che presenta una moderna inserviente (una stravanata donna delle pulizie) la cui ambizione per la recitazione la porterà a indossare diversi buffi personaggi, mentre la sua passione per il canto lirico la vedrà impegnata in un esilarante racconto, condotto con il complice coinvolgimento del pubblico, della vicenda de La traviata.

LA GRANDE FRITTELLA SONO IO!: altro esilarante personaggio di una ragazza alquanto svaporata, la “Simo’” di Casticadasa, che con il suo forte accento sardo sogna di sfondare nel mondo televisivo, affrontando un provino in cui il pubblico (la commissione esaminatrice) è invitato a porre tutte le domande e le richieste del caso. Egregiamente interpretata e semi-improvvisata da Valentina Loche.

ERO IL PISTOL HEROS PIU’ VELOCE DEL WEST!: l’avvincente ed umoristico racconto di un faticoso viaggio tra i cactus del Far West, per scoprire che John Wayne parlava con la erre moscia e altri non era che Cahrhmine Pohrhcu de Ohrhune, menthrhe la sua Cichita era la ben nota Ciccita Rhuju de Ohrhane!

SA RANA MARTURIA: sketch in limba, interpretato dagli attori Valentina Loche e Giorgio Floris, tratto dallo spettacolo Manichinzuzù: un dialogo surreale tra un elefante svagato e una sfigatissima rana che accorpa in sé tutte le malattie del mondo e che progetta un viaggio della speranza a Lourdes…

NON TUTTI I LADRI VENGONO PER CUOCERE!: una situazione classica da cinema muto (un ladro tutt’altro che provetto che si fa distrarre dalle appetenze culinarie e gastronomiche rinvenute sul luogo del delitto!) è il pretesto per una gustosissima e originale partitura teatrale che abbiamo denominato pantomima sonora e che intende valorizzare le particolari abilità espressive maturate da due giovani attori della Compagnia: il mimo Carlo Paletta e il rumorista Michael Lai.

CENTRO DI GRAVITA’ PERMANENTE: altro esilarante sketch originale, tratto dallo spettacolo Anche gli oggetti hanno un’anima…, in cui Valentina Loche dà voce e corpo ad un oggetto molto particolare, la cui speciale identità ci è progressivamente svelata attraverso il racconto di una vita vissuta a testa in giù …


Ultimo aggiornamento: 31/07/2008

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
21-08-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&id=158&categoria=1&sottocategoria=20