Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    21 agosto 2019
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > prosa > Gli esami di Arlecchino
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

Gli esami di Arlecchino

Commedia per bambini

Autore: Gianni Rodari

Regia: Tino Belloni

Protagonisti

Carlo Paletta, Pietrina Siotto, e i bambini Massimo Carotti, Daniela Zoncheddu e Gioele Zoncheddu

Nota Artistica

In questa allegra commedia di Gianni Rodari, Arlecchino, insieme a Pulcinella e Colombina, vestono i panni di tre ingenui scolari che, avendo alquanto trascurato lo studio, vengono inevitabilmente bocciati agli esami da un intransigente Professor Balanzone (per l’occasione trasformato in Professor Balanzorro!). I tre finiscono poi tra le grinfie del Dottor Dulcamara, un venditore di intrugli, che, con la complicità del povero e disoccupato Stenterello, li convince a barattare i loro libri in cambio della polverina “Sottuttomè”, con la quale gli sprovveduti scolari, convinti di essere ormai divenuti sapienti, corrono dal Professor Balanzorro per rivendicare il diritto a poter rifare gli esami. Il catastrofico e prevedibile esito della bizzarra richiesta diventa una scusa per suggerire ai bambini, con il gioco esilarante della finzione e dell’immaginazione teatrale, l’importanza dello studio e il valore del sapere.
Come si può intuire, la commedia, rivista e riadattata dal regista dello spettacolo Tino Belloni, presenta alcuni personaggi classici della Commedia dell’Arte in un contesto sincronico, in cui il moderno e il contemporaneo si mescolano gustosamente al classico e all’antico, col risultato di una divertente ed esilarante rappresentazione, giocata con il linguaggio semplice e carico di immediatezza tipico di Rodari e finalizzata alla comunicazione di un importante messaggio rivolto ai bambini.
Dopo Sergio Tofano e le sue esilaranti commedie sul personaggio di Bonaventura, la Compagnia teatrale I Barbariciridicoli rivolge dunque la sua attenzione alla scuola artistica e creativa di un altro grandissimo autore italiano del ‘900 quale Gianni Rodari, uomo colto e raffinato, infaticabile promotore del valore della fantasia, che ha rinnovato radicalmente la letteratura per l’infanzia e ha dedicato tutta la sua vita alla letteratura per ragazzi, conseguendo il massimo riconoscimento proprio nell’ambito di questo settore (Premio Andersen nel 1970).
Lo spettacolo, che si colloca sulla linea dei precedenti successi conseguiti nella produzione per ragazzi, ha, da un punto di vista stilistico, un carattere innovativo e sperimentale, in quanto alcune scene saranno interpretate dagli attori secondo gli stili del teatro di figura (gli attori cioè reciteranno come se fossero dei burattini) e segna contemporaneamente una nuova importante scommessa dei Barbariciridicoli: per la prima volta infatti la Compagnia si avvarrà dell’apporto dei bambini stessi nell’interpretazione dello spettacolo, che prevede il coinvolgimento tra i protagonisti di tre piccoli attori (i “Barbariciricoccoli”) accanto ai collaudati giovani attori della Compagnia.
Lo spettacolo è maggiormente indicato per i bambini della Scuola elementare, ma può essere apprezzato anche dai bambini più piccoli e da quelli più grandi fino ai cento anni!


Durata: 60 min. circa


Ultimo aggiornamento: 02/05/2008

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2019 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
21-08-2019
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&id=150&categoria=1&sottocategoria=1