Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    5 dicembre 2020
Home > Banca dati: Produzioni > Conferenze > conferenze > Perchè oggi si impone l'utilizzo del carbone sulcis
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

Perchè oggi si impone l'utilizzo del carbone sulcis

Interessante conferenza al Teatro Club, promossa dalla Kàrales...

Autore: Ing. Enzo Pruna

Nota Artistica

Una seria riflessione sulla principale fonte energetica disponibile a livello mondiale, ci ha imposto la dotta conferenza dell’Ingegnere Enzo Pruna (già Direttore Responsabile del settore miniere dell’AMMI, Amministratore Delegato della Montevecchio – Monteponi e della Carbosulcis), ad iniziare dalle riserve mondiali di carbone stimate e tali da assicurare, agli attuali consumi, circa 250 anni di produzione di energia elettrica contro i 40 anni assicurati dal petrolio ed i 60 del gas naturale;dalla qualità del carbone (alto rango e basso rango) al suo prezzo che, a parità di potere calorifico, è circa la metà di quello dell’olio combustibile e del gas.


L’Ingegner Pruna ha evidenziato come un ricorso al carbone nelle percentuali medie europee (35%), porterebbe ad una riduzione del 10% del costo dell’energia elettrica in Italia. Tradotto in cifre significa che sui circa 6.000.000 di Mwh assorbiti in Italia, il risparmio sarebbe di circa 36.000.000 euro (considerando la globalità delle utenze) ovvero circa due miliardi di euro l’anno.


Si tratta, come si vede, di cifre importanti per il sistema nazionale e per la sua capacità di stare sui mercati.


D. Assodato che l’uso del carbone deve essere usato, come la mettiamo per le sue emissioni verso l’ambiente?

R. E’ incominciata, da tempo, la ricerca delle tecnologie ad emissione zero ed oggi è partito un progetto che prevede la produzione di energia elettrica da carbone in un impianto IGCC da 300 MW con cattura e sequestrazione della CO2, un impianto, cioè, in grado di produrre energia elettrica senza emissioni verso l’ambiente.


D. Il carbone Sulcis, presente, come Lei afferma, in quantità cospicue, può essere estratto a costi comparabili con i prezzi di mercato?

R. Assolutamente si. Il carbone Sulcis è consigliabile sia dal punto di vista economico che ambientale e può e deve essere usato in quanto risorsa importante per la nazione: esistono le condizioni per poterlo utilizzare con bassi impatti ambientali e secondo criteri stabiliti dalla CE.


Crediamo si possa concludere affermando che ci sono le condizioni nazionale ed internazionali perché questa possa essere la volta buona per lo sfruttamento razionale ed economico del bacino carbonifero del Sulcis, purchè la pubblica amministrazione si muova in tempi rapidi e con certezza delle regole.


Ultimo aggiornamento: 08/04/2008

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Conferenze
conferenze


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
05-12-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&id=147&categoria=9&sottocategoria=17