Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

[CHIUDI]

SpettacoloSardegna | Registrati | Pubblicità | Contattaci | Newsletter

    5 dicembre 2020
Home > Banca dati: Produzioni > Teatro > prosa > Il libro verde della città di Cagliari
Login
User

Password
Recupera password 
 

PRODUZIONI

 

Il libro verde della città di Cagliari


Autore: Prof.ssa Cecilia Di Tucci

Nota Artistica

Interessante conferenza della Prof.ssa Cecilia Di Tucci alla Karales Onlus.

Il merito di aver segnalato, per primo, all’attenzione degli studiosi, la ricchissima suppellettile storica custodita nell’Archivio Comunale di Cagliari, è da attribuirsi al Dott. Silvio Lippi. Egli, incaricato di ordinare ed inventariare le carte e i documenti posseduti dal Comune e la relazione del lavoro compiuto, non soltanto rivela la rara sagacia tecnica con la quale fu intrapreso e condotto a termine, ma rappresenta una guida precisa e sicura per quelli che ricercano le prove autentiche delle memorie avite.



Fra quelle carte e quei documenti, oltre ad una numerosa collezione di pergamene, il Lippi trovò il notevolissimo “Libro Verde”, grosso volume membranaceo che contiene privilegi, carte reali, concessioni e consuetudini sanzionate per Barcellona ed estese a Cagliari, insomma quasi tutte le ragioni essenziali dell’attività storica cagliaritana e, per riflesso, dell’intera Sardegna, dal secolo XI al secolo XVII.



Riconosciuto al Lippi il giusto merito, non si può non riconoscerne altrettanto a tutti quei valentissimi cultori della storia e del diritto sardo che hanno avvertito la grande importanza che assume il “Libro” e ne hanno diffuso la conoscenza concordi nell’auspicio che esso fosse sempre più divulgato ed apprezzato. Tra questi dobbiamo doverosamente citare la Prof.ssa Cecilia Di Tucci che, in una interessante conferenza presso l’Associazione Karales, ci ha piacevolmente intrattenuto su tutto quanto concerne la struttura del Libro, la materia complessa che racchiude, il significato che riveste rispetto alla storia ed alla critica.

Abbiamo potuto così ampliare le nostre conoscenze, sino ad ora limitate ai fatti storicamente datati: “nel 1327, Giacomo II, re d’Aragona, estende al Castello di Cagliari l’organizzazione del Municipio di Barcellona, determinando altresì i confini della sua giurisdizione e concedendo ai suoi abitanti privilegi, diritti ed esenzioni. Il Castello esercitava la sua supremazia sulle appendici dove vivevano per lo più sardi e stranieri, esclusi dalla partecipazione attiva alla vita amministrativa della Città”.



Ora sappiamo qualcosa di più: il “Libro Verde” è in gran parte la storia di una colonia che volle rimanere straniera, perché aveva vinto col sangue ed aveva considerato come preda la terra di Sardegna. Invece di costituire il cemento civile di una nuova forma associativa e promuovere una forte evoluzione degli elementi e delle necessità locali, essa rimase ostile e segregata nel Castello, fiera della sua origine e legata nello spirito con la città da cui era venuta.

Il lievito della razza isolana esclusa dalla rappresentanza civica, fu, però, vittorioso sull’opposizione e sul silenzio e quando l’umanità e l’equità di Casa Savoia abolirono l’odiosa prerogativa straniera, fuse di nuovo e rapidamente i suoi abitanti in una profonda totalità e suscitò in essa le energie assimilatrici di ogni più intensa forma di progresso.



Ci piace concludere con la considerazione che questa ritrovata unità abbia favorito una aumentata disponibilità allo scambio con la civiltà catalana, fervida pur essa di realizzazioni e di prospettive ed una conseguente maggiore attenzione alla conservazione di quella comune eredità culturale che costituisce il patrimonio più prezioso dei paesi del bacino mediterraneo.


Ultimo aggiornamento: 03/03/2008

 
Info
 


Produzioni


Produzioni  >>  Teatro


Copyright © Spettacolosardegna 2000 - 2020 P.IVA 02577870922  Reg. Trib. di Cagliari n. 10/13 del 22.08.2013   note legali   pubblicità
Credits
05-12-2020
http://www.sardegnaspettacolo.it/index.php?nodo=banca_dati&db=produzioni&categoria=1&sottocategoria=1&id=124